Francesco Lettieri vince Musicultura: la 30esima edizione con molti show, tra cui Angelique Kidjo e Daniele Silvestri

A lui i 20.000 euro del Premio UBI Banca: la giuria è stata convinta dalla sua canzone La mia nuova età, che parla della paura di perdere la figura paterna. Grandi complimenti anche a Natasha Stefanenko ed Enrico Ruggeri, la coppia di presentatori alla loro prima volta nelle Marche: puntuali e precisi hanno dettato i tempi dello show, permettendo a Rai Radio1 di proporre le serate live on air.

Ha dichiarato un raggiante Francesco Lettieri, subito dopo la vittoria ..E adesso preparo un disco nuovo di zecca. Vincere Musicultura, riportare a Napoli un premio così prestigioso, è una sfida e al tempo stesso un peso enorme. La storia artistica della mia città è straordinaria, voglio dimostrarmi all’altezza. Macerata è il mio nuovo punto di partenza… Una esperienza che non dimenticherò facilmente.. La gara che ha decretato il suo successo è stata giocata a suon di note con Francesco Sbraccia, Lavinia Mancusi e Gerardo Pozzi. Ad Enzo Savastano di Benevento con la sua Le mogli dei cantanti famosi il Premio della Critica, decretato dai giornalisti e dagli esperti di settore.

Enrico Ruggeri ha dato il via alle emozioni della serata finale con la canzone Quello che le donne non dicono il brano scritto per Fiorella Mannoia, dedicato ai sentimenti inespressi delle donne. I 30 anni di Musicultura si sono intersecati con i 25 anni di carriera di Daniele Silvestri, cantautore lucido, poetico e poliedrico, punto di riferimento nell’evoluzione del linguaggio della canzone italiana che al pianoforte ha così introdotto Le Navi. “Ho scritto questa canzone quasi dieci anni fa, quando parlare di vite affidate al mare, un misto di speranza e disperazione degli emigranti, non era un atto politico ma era semplicemente un atto umano”. Spazio, poi, all’attualità nel secondo brano La mia casa .. “Pensare il mondo come un’unica casa, basterebbe questo per non erigere più muri”. Ha chiuso la sua toccante esibizione live con la chitarra e le suggestive atmosfere di Prima che.

Attesissima ospite allo Sferisterio Angelique Kidjo, a cui è stato consegnato il Premio Unimarche dalle Università di Macerata e Camerino che viene conferito a personalità italiane ed internazionali distintesi nelle loro carriere per alti meriti artistici. L’icona indiscussa della musica africana, tra le massime rappresentanti della world music a livello internazionale Angelique Kidjo ha offerto un live senza precedenti con la sua versione di “La Vida es un Carnaval”, ha entusiasmato i 3.000 presenti con “Once in a Lifetime” ricco di timbriche colorate e percussioni. Il potere magico di Angelique Kidjo di utilizzare la musica africana come ponte tra le culture si è magnificato con “Pata Pata” di Miriam Makeba che ha fatto infiammare il pubblico dello Sferisterio in balli e canti.

Musicultura 2019 è stata in diretta su Rai Radio 1 (con la partnership di Rai3 Rainews 24 e Tgr) ed ha presentato un lungo elenco di ospiti, ma anche di eventi collaterali. Leggi qui qualche informazione..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *