Antonio Ranalli riceve il Premio Ponte Vecchio, pensando alla nuova televisione per i ragazzi, ma anche ai suoi lavori giornalistici per i Nomadi e Dire Straits

Viene da Sulmona ed i nostri lettori lo conoscono bene, perchè è una delle firme più autorevoli di Musicalnews.com. Giovedì 27 Giugno si è svolta la quinta edizione di questo premio (nel cui palmares ci sono nomi come Gianni De Magistris, Giancarlo Antognoni, Massimo Ghini, Lorenzo Baglioni, Narciso Parigi), ospitato nella spendida cornice del ristorante La Loggia al piazzale Michelangelo di Firenze. Promosso dall’associazione Toscana Cultura (presieduta da Lucia Raveggi), ha visto come presentatore principale Fabrizio Borghini e le telecamere di Toscana Tv a riprendere il tutto: fra due week-end sono attesi gli speciali su questa manifestazione. Musicalmente ci piace segnalare un premio consegnato a Paolo Vallesi (che ci ha emozionato, leggendo uno scritto di suo figlio), ma anche a Stefano Baragli (che presenterà una serata a Genova a favore delle famiglie che hanno perso la casa per il crollo del Ponte Morandi). I vari momenti della serata sono stati sottolineati dalle mini performace di Riccardo Azzurri, abile nel cavalcare tra i momenti dorati della musica italiana.

La commissione del premio ha deciso di premiare il giornalista sulmonese con la seguente motivazione … per la sua costante e determinata azione divulgativa del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport. Il suo approccio ponderato e consapevole ha segnato un lungo percorso di impegno personale teso a trasmettere gli aspetti meno noti del mondo artistico e sportivo. I suoi volumi dedicati al gruppo musicale I Nomadi hanno contribuito a rendere sempre vivo l’interesse sulla storica band italiana… A premiare Antonio Ranalli è stato chiamato Giancarlo Passarella, giornalista fiorentino e storico conduttore di manifestazioni rock nazionali, che ha ricordato gli esordi di Antonio Ranalli, quando appena 14enne contribuiva con i suoi articoli alla fanzine Solid Rock., dedicata alla saga dei Dire Straits. Passarella ha poi ha chiesto a Ranalli come la televisione dedicata ai bambini si sia evoluta in questi decenni.. Oltre all’attività giornalista, è bene ricordare che attualmente Antonio Ranalli è impegnato nello sport come referente della comunicazione della sezione arbitri di calcio A.I.A. di Roma 1 ed è fiduciario C.O.N.I. per il Municipio XIII di Roma Capitale.

Nella foto da sx a dx ci sono Stefano Baragli, Riccardo Azzurri, Antonio Ranalli e Giancarlo Passarella.
Ma il deus ex machina della serata è stato sicuramente Fabrizio Borghini (coadiuvato da Eraldo Vinciguerra, esperto di relazioni internazionali), abile nello spendere ogni goccia di energia per far scivolare bene una serata varia ed assai ricca di ospiti: infatti sono stati premiati Paolo Vallesi, il sindaco di Potremoli, Lucia Baracchini, Stefano Baragli, Paolo Del Bianco (presidente Fondazione Romualdo Del Bianco), Matteo Marginesi (presidente Consiglio Comunale di Bagnone), Giuseppe Soricelli (presidente del Consiglio Comunale di San Giorgio sul Sannio), Ernesto Pellecchia (direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana), Michele Taccetti (presidente di China 2000),, oltre a diverse pittrici, perchè Fabrizio Borghini è soprattutto un conosciuto reporter di eventi culturali.