Cuoio di Toscana ed Ermal Meta per raccontare la vita nella bottega fiorentina che produce scarpe da uomo o chitarre ricavate da vecchie botti ..

La storia racconta che il Consorzio Vero Cuoio Italiano nasce nel 1985 per volontà di alcune aziende conciarie con l’obiettivo di promuovere la cultura del cuoio da suola e comunicare l’alta qualità del prodotto: questo è un settore del Made in Italy che ci fa onore nel mondo e che soprattutto crea un forte indotto, con decine di operai ed impiegati che ci lavorano. Al Consorzio, presieduto da Antonio Quirici, aderiscono attualmente sette imprese accomunate dagli stessi valori, dalla stessa tradizione artigiana e da un marchio, Cuoio di Toscana, nato a tutela di un patrimonio di competenze e know how unico al mondo. Anche i marchi famosi fiorentini del brand lusso della pelletteria, hanno le loro concerie proprio attorno a Santa Croce sull’Arno…

Ora giunge la notizia che Firenze è la location dove si svolgono le riprese dello short movie Artes, progetto speciale voluto da Cuoio di Toscana per raccontare, attraverso l’affascinante linguaggio del cinema, la bellezza, la tradizione e la cultura del saper fare artigianale. Tra gli attori troviamo Ermal Meta, ma anche Roberto Ugolini (uno tra i più noti artigiani della scarpa su misura) e Fabrizio Poletti, il celebre liutaio che, utilizzando il legno delle botti esauste, produce artigianalmente chitarre utilizzate da alcuni grandi chitarristi internazionali. Quello che uscirà sarà un viaggio fatto di immagini e suoni, che culmina nella scoperta finale di un oggetto prezioso e unico. Una chitarra fatta interamente a mano, resa ancora più preziosa dalla rivestitura in cuoio, in grado di unire in sé l’eccellenza e la sapienza della manifattura italiana, alla magia dell’arte e della musica.

Lo short movie, nato da un’idea di Michele Pecchioli, creative director di Aria Advertising, e realizzato da Aria Productions, è diretto da Stefano Lodovichi, giovane e innovativo regista, che ha già firmato lavori di successo come la serie tv “Il Cacciatore”, trasmessa da Rai 2 e premiata nel 2018 al Festival Internazionale Canneseries, e “Il Processo”, in programma per la prossima stagione televisiva Mediaset.

Cuoio di Toscana è un cuoio da suola unico ottenuto con concia lenta al vegetale, un processo antico basato sull’utilizzo di tannini naturali ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho. Il marchio nasce con l’obiettivo di farsi portavoce nel mondo del distretto conciario. Le aziende che fanno parte del brand Cuoio di Toscana sono di Santa Croce sull’Arno (Bonistalli e Stefanelli Spa) e di San Miniato, località Ponte a Egola (Gruppo Conciario CMC International Spa, Conceria GiElle-Emme Spa, Cuoificio Otello, Lamonti Cuoio Spa, Conceria 3S Srl e Volpi Concerie Srl).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *