Rocco Giordano: l’animo intimista di Thursday

Davvero coinvolgente l’ultimo singolo strumentale di Rocco Giordano Thursday, di cui è anche autore, da cui si deduce tutta la sua formazione e la sua anima rock pur rimanendo nell’intimismo di un brano che lascia molto al pensiero e alla culla dell’anima. Una spiccata ricerca verso l’atmosfera, ma anche un contrasto interiore che risuona e magicamente si discioglie. Si nota anche una dimensione sognante, che non stona affatto, anzi porta con armonia nella melodia di Rocco proprio come vuole lui, quella di un viaggio interiore. Un brano fuori dalle righe, masterizzato in Spagna, scritto quasi in trance spiega l’autore.  Dopo aver pubblicato il mio primo EP Virgole nel 2018, essenzialmente classic rock, il suo percorso artistico è virato verso sonorità più coinvolgenti e “cinematografiche”, che richiamano i lavori dei Pink Floydcon particolare riferimento al periodo dell’album Meddle. La musica lascia spazio al pensiero, tipico di Rocco Giordano, ma in maniera fantascientifica, con atmosfere dalle forti vibrazioni. Senza dimenticare mai chi si è stati , questo il motto di Rocco, che mette se stesso in ogni nota, un EP autobiografico dove ognuno può riconoscersi in quell’atmosfera dove si sente forte l’alternative rock non solo britannico. Alla ricerca di nuovi orizzonti.
E’ il frutto della collaborazione con Marco Gentili e Matteo Bendinelli, il sound designer, composto dai seguenti brani: Abbracciami, Virgole, Voglio solo te, Baby d’estate
Abbracciami, un pezzo difficile, con molti cambi e un EP, Virgole, che parla quasi esclusivamente di storie d’amore. Amore per la vita, amore anche per i rapporti personali. Un EP a cui hanno contribuito in molti come vicinanza verso l’autore, tra cui Matteo Bendinelli.  La passione per la musica di Rocco Giordano nasce da piccolissimo. Si narra che gli venne regalata una batteria giocattolo quando ancora non ne aveva memoria. Cresciuto musicalmente a Perugia, segue le orme di Bob Dylan con la sua cerchia di amici, ma apprezza anche il sound di Hendrix e tutto il rock fine anni Sessanta e  Settanta. Dopo una folgorante passione per i Beatles, ecco la svolta tornato a Latina diventa un vero metal. Continua a studiare e perfezionarsi, studiando presso jazzisti del calibro di Francesco Diodati. Insieme al polistrumentista Donato di Leo ecco il nuovo disco Mary Poppins, scritto ispirandosi grazie alle poesie di Gianni Manetti. Un metallaro dall’animo profondo, questo è Rocco Giordano.
Canale Youtube    https://www.youtube.com/watch?v=TBwBlU4ax0Y