So ‘90s Festival con Aqua, Eiffel 65 e Vengaboys a Luglio a Milano e Roma

Vivo Concerti annuncia SO ‘90s FESTIVAL, uno show dedicato a tutti gli amanti della musica anni Novanta, che avranno occasione di rivivere le atmosfere, i colori e le emozioni che hanno caratterizzato quel magico decennio. Due eventi previsti per Giovedì 2 Luglio 2020 presso l’Ippodromo SNAI San Siro di Milano e Venerdì 3 Luglio all’Ippodromo delle Capannelle di Roma, dove si esibiranno tre delle band più rappresentative del panorama musicale dance internazionale di quel periodo.

Sto già canticchiando… I’m blue da ba dee da ba daa … e pensando a come saranno quei due happening danzerecci ai primi di Luglio: le tre formazioni hanno fatto da colonna sonora di molte feste alla fine degli anni ’80. La frase che mi rimbalza in testa è del brano Blue dei torinesi Eiffel 65, con il videoclip che ci ha portato questa strana storia in un futuro nello spazio siderale, dove un ominide tutto blu poi alla fine guida il ballo insieme al trio di dj, tra cui quel Gabry Ponte che in seguito è diventato richiestissimo, tra una danza delle streghe e l’altra.

Gli Aqua conquistano l’attenzione del pubblico a partire dal 1997 grazie al loro primo album, dal titolo ‘Aquarium’, e diventano immediatamente un sensazionale fenomeno pop. Il disco contiene i singoli ‘Barbie Girl’ (141 milioni di stream su Spotify e 702,7 milioni di video views su YouTube), ‘Roses are Red’, ‘My Oh My’, ‘Doctor Jones’ e ‘Turn Back Time’, riconosciuti e amati da un’intera generazione che segue il gruppo nei suoi tour planetari, ricchi di stravaganza e carisma. Nel 2000 esce il loro secondo album, ‘Aquarius’, che contiene le hit ‘Cartoon Heroes’ e ‘Around the World’. Decidono poi di prendersi un periodo di pausa. Ma la magia non può finire così e nel 2009 tornano insieme per pubblicare un ‘Greatest Hits’, progetto che include due inediti: ‘Back to the 80’s’ e ‘My Mamma Said’. Il terzo album in studio, dal titolo ‘Megalomania’, esce nel 2011 e segna la svolta della band convertitasi a nuove sonorità e ad un elettro-pop più moderno. Con oltre 30 milioni di copie vendute in tutto il mondo, rappresentano una delle più grandi band pop a cui la Danimarca abbia mai dato i natali, affermandosi tra gli artisti più riconosciuti a livello internazionale, grazie alla loro musica.

Gli Eiffel 65, una delle band simbolo della musica dance italiana, si formano negli anni ‘90 dall’incontro di Jeffrey Jey, Maury Lobina e Gabry Ponte. Il loro singolo di debutto, dal titolo ‘Blue Da Ba Dee’ (certificato disco di platino) raggiunge immediatamente un successo incredibile e li consacra stelle del panorama italiano ed internazionale della disco music: il brano raggiunge la #1 posizione nelle classifiche dance in diversi paesi tra cui Inghilterra e Stati Uniti e, a questi risultati, seguono concerti in tutto il mondo, insieme alla pubblicazione dei primi due album, ‘Europop’ (1999) e ‘Contact!’ (2001). Da allora, gli Eiffel 65 vendono oltre 15 milioni di dischi, diventando una delle band italiane ad aver venduto più album in tutto il mondo. Nel 2002 pubblicano la loro prima canzone in italiano dal titolo ‘Cosa resterà’, che anticipa l’uscita del terzo album, dall’omonimo titolo ‘Eiffel 65’ (2003). Il brano è seguito da ‘Quelli che non hanno età’ e ‘Viaggia insieme a me  .Dopo alcuni anni di pausa, durante i quali i singoli componenti portano avanti progetti solisti, gli Eiffel 65 tornano nel 2016 con un nuovo singolo intitolato ‘Panico’ e continuano ad esibirsi live in tutto il mondo.
In ultimo, i Vengaboys, gruppo europop olandese composto da Cowboy Donny, Captain Kim, Partygirl D’NiceeSailorboy Robin. La storia della band ha inizio nei primi anni ‘90, durante alcuni dj set: sono state proprio le feste in spiaggia ad Ibiza ad unire i componenti, che negli anni seguenti hanno deciso di creare qualcosa di innovativo e concreto. Il primo successo internazionale è ‘Up & Down’, singolo pubblicato nel marzo del 1997, che raggiunge rapidamente le classifiche mondiali, posizionandosi al #1 posto della Billboard Dance Chart. L’album di debutto, intitolato ‘The Party Album!’ e rilasciato un anno dopo, vale alla band una nomination agli MTV Best Breakthrough. Da allora i Vengaboys hanno pubblicato successi entrati nella storia della musica pop-dance mondiale, come ‘We Like To Party!’, ‘Boom Boom Boom Boom’, ‘We’re Going to Ibiza!’, ‘Shalala lala’ e ‘Kiss (When the Sun don’t shine).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *