Un altro pezzo della discografia italiana ci lascia: addio a Franco Crepax ..

Con un cognome così, molti sottolineano subito la parentela con Guido Crepax: infatti era suo fratello..

Malato da anni, Franco Crepax era nato a Milano nel 1928 ed è stato per anni collaboratore dalla famiglia Sugar, sia come direttore artistico ed in seguito come amministratore delegato. Ma il suo muoversi nella discografia italiana comincia nel 1952 lavorando alla divisione pubblicità e grafica della Vcm (etichetta che poi diventerà Emi nel 1967); nel 1953 è alle edizioni G. Ricordi & C., dove nel 1958 comincia (insieme a Nanni Ricordi) l’attività di produzione della Dischi Ricordi. Diventa direttore generale e da il via alla stagione dei cantautori, tra cui Gino Paoli, Sergio Endrigo, Luigi TencoGiorgio Gaber, Umberto Bindi, Enzo Jannacci, ma puntando anche su originali interpreti come Ornella Vanoni. Nel 1961 è alla Cgd, di cui diventa nel 1978 amministratore delegato e dove aiuta il lancio di Caterina Caselli, Marcella Bella ed anche dei Pooh. Negli anni ’90 è all’A.f.i. Associazione Fonografici Italiani.
Come scrittore, pubblica Il corpo umano (edito da Bompiani nel 1968) e Correndo con il dentista (nel 2008), curando inoltre varie pubblicazioni.