Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•25/03 - Will Ludford Addicted (autoproduzione – promo) – Il suono gentile
•24/03 - HOFAME - Un istante (Goodfellas) il nuovo linguaggio del pop
•23/03 - Anna Ox - Back air falcon dive (Audioglobe)
(altre »)
 
 Comunicati
•24/03 - Nek, il 10 maggio nuovo album e poi tour internazionale
•24/03 - Gli America tornano a luglio in Italia
•24/03 - Ruvio presenta il suo primo disco omonimo a Na cosetta
(altre »)
 
 Rumours
•24/03 - Francesco Renga, in radio L'odore del caffè in attesa del nuovo album
•24/03 - Achille Lauro, il 12 aprile esce 1969
•24/03 - Marco Mengoni inaugura le performance live di Apple Music
(altre »)
Interviste
Pubblicato il 03/05/2008 alle 12:52:41
Camila Raznovich: da MTV a Tatami su RaiTre
di Paolo Ansali
Da MTV alla tv generalista, questo il percorso di Camila Raznovich, che da domenica 4 maggio conduce su Raitre il nuovo programma Tatami, in onda alle 23,40 per sei settimane.

Da MTV alla tv generalista, questo il percorso di Camila Raznovich, che da domenica 4 maggio conduce su Raitre il nuovo programma Tatami che sostituisce "Parla con me" di Serena Dandini. E' stata il primo volto su MTV Europe, che tre anni dopo ha visto la nascita della versione italiana del celebre canale musicale. Sono seguiti vari programmi, quello più noto è di certo “Loveline” dove ha sdoganato la sessuologia in tv con stile sobrio e intelligente. L’approdo a RaTre arriva prima con “Amore Criminale” ed ora “Tatami”. Il nome indica la tradizionale pavimentazione giapponese sul quale si svolge buona parte della vita. Sul tatami si dorme, si mangia, si combatte. A "Tatami", in ogni puntata, in onda da domenica 4 maggio alle 23,40, per sei settimane, due antagonisti si confronteranno su un tema di grande attualità' in un duello serrato arbitrato da Camila Raznovich, anche co-autrice. Lo scenografia nello studio 9 di Cinecitta', ideata da Trixie Zitkowsky (Grande Fratello), contribuisce a dare forma e colore al concept del programma. Durante la conferenza stampa per la presentazione del programma, con gli autori e il direttore di rete Paolo Ruffini, che ha detto “Di talk di costume ce ne sono, ma questo ci sembra nuovo e diverso", Camila Raznovich conferma come "Tatami" sia il progetto più ambizioso della sua carriera.

Spiegaci come sarà strutturato Tatami e il tuo ruolo nel programma.
Tatami è un progetto ambizioso, nello studio, nella regia e nei contenuti, e ambizioso anche per me che sarò mediatrice, arbitro, giudice, intervistatrice e complice dei miei ospiti. La sfida e' quella di passare da un registro all'altro. Nella prima parte gli ospiti saranno incalzati anche con storie che contraddicono le loro posizioni, nella seconda il tono sarà' più' leggero, proprio per mettere in condizione gli ospiti di parlare di un aspetto della loro personalità' solitamente tenuto al riparo dalla notorietà', nel terzo sarà' necessaria l'attenzione che meritano storie che vengono dalla cronaca.

Come hai collaborato con gli autori Stefano Coletta, Serena Bortone, Emanuela Imparato per creare un format originale.
Una cosa che mi è piaciuta è stato proprio l’evolversi del programma, vivendo a Milano ero costantemente in contatto con gli autori a Roma, lavorando con loro. Spero quindi di essere all’altezza del progetto affidatomi.

Nella prima puntata c’è tra gli ospiti Horacio, un ragazzo argentino che ha scoperto di essere figlio di desaparecidos, ritrovando la propria identità.
Il caso del ragazzo che ha scoperto di essere figlio di desaparecidos argentini mi coinvolge particolarmente perche' i miei genitori, mio padre di origine ebreo-russsa e mamma italiana, si sono trasferiti in Argentina e sono scappati poco prima della dittatura. Mia nonna vive ancora lì.

Consideri chiusa la tua lunga esperienza televisiva a MTV?
A Mtv sono cresciuta, ho iniziato proprio nel giorno del mio ventesimo compleanno. Dieci anni di MTV Italia, tredici se consideriamo MTV Europe, credo che siano più che sufficienti Ho imparato molto, facendo dirette quasi quotidiane, sono grata per quello che mi hanno dato. Arriva poi l'esigenza di crescere e Raitre mi ha dato questa opportunità', prima con “Amore Criminale”, che riprende questa estate con cinque prime serate, ed ora con “Tatami”. Quando ho visto lo studio di Cinecittà ho avuto un’emozione incredibile, come una bambina quando gli regalano un paio di scarpe nuove.

 Articolo letto 9670 volte


Riferimenti Web

Pagina stampabile