Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•12/12 - Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
•10/12 - Luca Bretta - L'1%
•09/12 - Firenze Suona Downtown al Caffe' Letterario Le Murate: un castello incantato con King of The Opera e Verdiana Raw ..
(altre »)
 
 Comunicati
•13/12 - Musica Live: I Giovani X I Giovani, al via a Roma la rassegna con i conservatori italiani
•12/12 - Benji & Fede tornano con Buona fortuna
•11/12 - L'arte viva di Julian Schnabel al cinema il 12 e 13 dicembre con Laurie Anderson e Bono Vox
(altre »)
 
 Rumours
•12/12 - Jovanotti, Oh, Vita! è primo in classifica
•12/12 - Stabili le condizioni di Chris Rea dopo un collasso sul palco
•12/12 - 'E Guarattelle, l'album d'esordio dei partenopei Lab081
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 08/10/2008 alle 11:55:57
E' uscita l'antologia di Paolo Conte Tutto Conte – Via con me
di Paolo Ansali
E' uscito il 3 ottobre il doppiocd Tutto Conte – Via con me (Warner Music Italy) un rappresentativo sunto della gloriosa carriera di Paolo Conte.

E' uscito il 3 ottobre il doppio cd Tutto Conte – Via con me per Warner Music Italy, un rappresentativo sunto della gloriosa carriera di Paolo Conte, 38 canzoni (in due CD) che ripercorrono la storia artistica di uno dei più interessanti ed unici cantautori della musica italiana.



Questa è la tracklist dei 2 cd:

Cd 1: Via con me; Alle prese con una verde milonga; Azzurro; Bartali; Boogie; Dancing; Diavolo rosso; Happy feet musica per i vostri piedi Madame; Lupi spelacchiati; Madeleine; Reveries; I giardini pensili hanno fatto il loro tempo; Bamboolah; Schiava del Politeama; Molto lontano; Sijmadicandhapajiee; Anni (live); Aguaplano (live); Messico e nuvole (live).

Cd 2 : Gli impermeabili (live); Gelato al limon; Genova per noi; Sotto le stelle del jazz; Colleghi trascurati; Eden; Sudamerica; Cuanta pasion; That’s my opinion; Chiamami adesso; Gong-oh; Elegia; Elisir; La vecchia giacca nuova; Quadrille; Sparring partner (live) ; Dal loggione (live); Sono qui con te sempre più solo (live); Max (live).


Biografia:
Esordisce come cantautore nel 1974, grazie al produttore Italo Greco che lo spinge a cantare le proprie canzoni e gli fa ottenere un contratto con l'RCA Italiana; il disco, intitolato semplicemente con il suo nome e cognome, Paolo Conte contiene una sua versione di “Una giornata al mare”, e alcune canzoni nuove tra cui una, “Onda su onda”, che qualche mese dopo viene incisa con successo da Bruno Lauzi. L'anno successivo ripete l'esperienza con un nuovo album, ancora intitolato Paolo Conte, a cui attinge nuovamente Lauzi che incide “Genova per noi”, e che contiene altre canzoni che diventeranno dei classici del repertorio contiano, come “La topolino amaranto” e “La ricostruzione del Mocambo”. Nel 1976 partecipa per la prima volta al “Premio Tenco” che accompagnerà la sua ascesa per molti anni. Nel 1977 collabora agli arrangiamenti dell'album “Danze”di Renzo Zenobi e scrive per Gipo Farassino una delle sue canzoni più belle, “Monticone”, ritratto del carattere del tipico piemontese. È nel 1979 con “Un gelato al limon”, che riesce a farsi apprezzare a pieno dal pubblico, grazie anche a Francesco de Gregori e Lucio Dalla che nel corso del tour "Banana Republic" interpretano (e successivamente incidono) la canzone che dà il titolo al disco; altre due canzoni, “Bartali” e “Sudamerica”, vengono proposte da Jannacci nel suo album “Fotoricordo” e contribuiscono ulteriormente a rendere popolare Paolo Conte."Paris milonga", del 1981, contiene la canzone forse più famosa di Paolo Conte, “Via con me”. E’ adorato dal pubblico francese, e, come pochi altri autori italiani, anche dall'ambiente musicale statunitense. Negli anni ottanta escono diversi album di inediti, e nel frattempo è impegnato in molte tournée all'estero dove, come in Italia, registra il tutto esaurito. Primo risultato di queste esperienze concertistiche sono gli album "Concerti" (1985) e "Paolo Conte Live" (1988). Insegue da molto tempo l'aspirazione di vedere sulle scene un suo musical, generato in svariati anni di creazione, dal titolo "Razmataz", del quale ha progettato tutti i dettagli, compresi i costumi: una serie di bozzetti e disegni di straordinaria efficacia, che dimostrano il raro eclettismo di Conte, delineano con precisione il percorso dell'opera. La commedia vede la luce nel 1989 in un omonimo libro, dove compaiono i disegni, gli spartiti, e i testi con le annotazioni di Conte; le musiche principali sono state pubblicate nel cd uscito nel 2000. L’ultimo decennio ha visto il continuo trionfo del cantautore piemontese che con album come : “Tournèe 2” (1998), “Reveries” (2003), “Elegia” (2004), “Arena di Verona live” (2005), ha confermato la sua vena creativa.


 Articolo letto 4393 volte


Pagina stampabile