Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•13/11 - Silvano Piari ed il mondo delle discoteche, ma anche quello de La Galleria del Disco a Firenze ..
•10/11 - Tytus: heavy rock friulano, corposo e nobile
•07/11 - Intervista a Marcello Mautone, il cantante dei Blugrana … per superare il piattume della discografia italiana.
(altre »)
 
 Recensioni
•19/11 - Eric Bibb: nuovo doppio album
•18/11 - Il perugino Massimiliano Barulli, folgorato dai Guns' n Roses, studioso dei gruppi che omaggiano le rockstar famose ..
•17/11 - Mumble Rumble – Insidious Inside (Latlantide/Edel) Bologna non è mai banale
(altre »)
 
 Comunicati
•18/11 - River (Antologia di un viaggio), opera inedita di teatro-canzone, scritta da Davide Ceddia dei CamilloRe' ..
•17/11 - Un giorno storico è il nuovo singolo di Giulio Casale
•17/11 - Il concerto di Natale? Tradizionale e solidale: a Milano si inizia il 18 Novembre ..
(altre »)
 
 Rumours
•18/11 - Pippo Pollina torna in Italia con Cento Chimere Solo Tour 2018
•17/11 - Steve Wynn e Chris Cacavas a Le Mura di Roma con Graziano Romani e Rodrigo D'Erasmo
•16/11 - Chris Cornell, in un box l'eredità artistica del rocker
(altre »)
Interviste
Pubblicato il 21/04/2009 alle 09:10:11
Per Riccardo Polizzy Carbonelli il rock dei Genesis e Shakespeare: la perfidia amorevole del Dottor Ferri di Un Posto al Sole!
di Giancarlo Passarella
Nella sua formazione da attore esperienze con Salvo Randone, Gino Bramieri, Ileana Ghione, Tonino Pierfederici, Piera degli Esposti, Anna Mazzamauro: attento a non bruciarsi la faccia, ama leggere, giocare a pallone, ma si ritiene pigro per ..

Nella sua formazione da attore esperienze con Salvo Randone, Gino Bramieri, Ileana Ghione, Tonino Pierfederici, Piera degli Esposti, Anna Mazzamauro: attento a non bruciarsi la faccia, ama leggere, giocare a pallone, ma si ritiene pigro per ..

Bentrovato al Dottor Roberto Ferri... ops a Riccardo Polizzy Carbonelli, attore romano con un sacco di teatro e televisione, ma poco cinema: e' una descrizione questa che ti fotografa bene?
Abbastanza! Ho avuto la fortuna d'iniziare subito col teatro. Questo m'ha reso spesso indisponibile al cinema che già cominciava a zoppicare ed alla tv. Ho preso parte a dei progetti importanti con piccole apparizioni che (soprattutto agli inizi) mi hanno entusiasmato ed arricchito tantissimo.

Cosa significa che hai studiato sia canto che pianoforte: l'hai fatto da giovane o in eta' piu' matura? Con quali risultati?
Ho studiato un pò pianoforte da ragazzo, ma è stato sempre un rapporto di amore ed odio col solfeggio e gli esercizi per la diteggiatura. Diciamo che è una passione mai sopita e che io...continuo a strimpellare. Per il canto invece (a parte l'essere intonato) mi sono perfezionato durante gli studi di recitazione con l'insegnante Lorenza Mitra Sacchetti.

Meglio togliersi il dente subito e spararti la domanda che ti aspetti: il Dottor Roberto Ferri e' presente in ogni tua giornata? Comanda lui o riesci ad avere un po' di vita autonoma?
Ho una larghissima vita autonoma e non potrei mai odiare chi mi ha portato maggiormente all'attenzione del pubblico. Ultimamente però (soprattutto da quando ho smesso di fumare) nella vita reale, a volte... lo...ricordo!!! Ma è solo un fatto...temporaneo! (spero!!!).

Tra i tanti artisti che hai frequentato nei momenti lavorativi, quali ti piace ricordare e perche'?
Salvo Randone, perchè debuttai nella sua compagnia; Gino Bramieri perchè è stato un padre, per me e per tanti altri giovani ha saputo insegnare con umiltà; Tonino Pierfederici perchè è stato il mio maestro; Piera degli Esposti perchè è una grande artista fuori dal comune; Anna Mazzamauro con la quale ho fatto 3 spettacoli ed alla quale devo molto, sia in fatto di professionalità che di...ritmi ; Ileana Ghione, grande attrice, collega, regista e proprietaria dell'omonimo Teatro nel quale ho lavorato per quasi 15 anni, passando dal repertorio drammatico a quello brillante attraverso tanti ruoli da protagonista. Poi c'è un sottobosco di tanti meravigliosi colleghi ed amici che con la loro professionalità, bravura e l'esempio sono stati fondamentali per la mia formazione...umana e lavorativa.

Proiettiamoci in avanti con la macchina del tempo e dimmi come vedi il tuo lavoro il mese prossimo: e fra un anno? E fra cinque?
Beh, l'impegno con Un Posto al Sole è per un altr'anno e considerando il successo andrà sicuramente avanti. Se sarò ancora... interessante come personaggio, entusiasta ed appassionato lavorativamente (come ora) non vedo ostacoli a proseguire. E' mia intenzione, naturalmente,di entrare anche in altre lavorazioni, come già m'è successo e di non abbandonare MAI il teatro. Per realizzare tutto ciò mi serve anche la salute che non è poco!!!

Riesce Riccardo Polizzy Carbonelli uomo ad avere ogni tanto il sopravvento su Riccardo Polizzy Carbonelli attore? Quali hobby riesci a curare nel tuo tempo libero?
A volte...accade! Quello che siamo, nel bene e nel male, è spesso quello che (a prescindere dal personaggio che stiamo interpretando) arriva di noi al pubblico. La bravura sta nel...nascondere od accantonare tutto ciò che ci potrebbe... danneggiare l'interpretazione....non sempre si riesce... Come hobby a parte il bricolage e la lettura, amo giocare a pallone.

Un Posto al Sole e' indubbiamente il programma che ti ha fatto conoscere al grande pubblico, ma non c'e' il rischio che ti caratterizzi troppo? Hai voglia di tentare strade nuove?
In parte ho anticipato prima la risposta, comunque i miei colleghi ed io abbiamo la fortuna di lavorare con una produzione che professionalmente si rende disponibile in tutto per farci fare anche altro; il problema è che a volte ci sentiamo dire che abbiamo la faccia bruciata (troppo...Sole!!!????).

In teatro sei passato da Pirandello a Shakespeare, da Neil Simon anche al musical: tutte esperienze costruttive? Qualche ricordo per alcune di loro?
Il ricordo vero oggi è che senza queste esperienze probabilmente non sarei qui a...rispondere! Ho affrontato sempre il lavoro con umiltà, anche quando ero portato per gioventù ad essere un pò arrogante a saperne più dei vecchi. L'aver ascoltato ed imparato dagli altri è il vero ricordo, come quello che anche chi è meno bravo di te può sempre insegnarti qualcosa!

Quali sono stati i concerti a cui hai assistito ultimamente e che ti hanno davvero entusiasmato? Quale il libro che ci consiglieresti?
Non vado ad un concerto da ANNI, ma solo per pigrizia: gli ultimi che ho visto sono stati a Roma i Genesis nel 1981 o 1982.... mentre invece per la lettura sto vivendo da un anno un trip per Valerio Massimo Manfredi, anche se la prossima che affronterò sarà la trilogia di Millenium di Stieg Larsson: me ne hanno parlato molto bene!

Concludiamo da dove siamo partiti ovvero sia da Roberto Ferri: e' cosi' cinico anche sul copione o ci sono tuo suggerimenti nelle varie scene? Credo infatti che la complicita' (e la simbiosi tra staff ed attori) in Un Posto al Sole sia evidente e tangibile...
E' chiaro che la sinergia tra scrittura e attori è determinante. All'inizio il mio personaggio era più... netto, bisognava raccontarlo così... poi col tempo e le varie molteplici vicende, abbiamo avuto la possibilità di mostrarne anche il lato umano. Mi ha divertito fin da subito poter dire cose così sgradevoli senza essere stato io Riccardo a pensarle!


Questo il Riccardo Polizzy Carbonelli che ha risposto alla nostra sequenza di 10 domande, scanbio di e-mail reso possibile grazie al buon lavoro di Silvia Sarra dello Studio Di Nardo che ringrazio per la preziosa collaborazione.

 Articolo letto 13174 volte


Pagina stampabile