Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
•17/04 - Megàle: Imperfezioni (Area51 Records)
•16/04 - KrashKarma Morph (Splitnail Records) – Industrial evoluto
(altre »)
 
 Comunicati
•19/04 - Giorgia apre a Genova il Festival internazionale di Nervi
•19/04 - Festival Popolare Italiano, dal 25 aprile al Teatro Villa Pamphilj a Roma
•19/04 - Achille Lauro sabato 20 aprile a Gulp Music (Rai Gulp)
(altre »)
 
 Rumours
•19/04 - Boomdabash ft. Cupido & Portusclan El Tigre on air con Que Te Enamores
•17/04 - Campusband 4 Musica e Matematica con Mogol, Mussida e Lavezzi
•16/04 - Chiara Galiazzo annuncia il nuovo singolo Pioggia Viola con J-Ax
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 23/06/2009 alle 14:09:18
Enrico Rava e Ornette Coleman aprono Luglio Suona Bene 2009 al Parco della Musica di Roma
di Alessandro Sgritta
Giovedì 25 giugno il doppio concerto di Enrico Rava e Ornette Coleman inaugura Luglio Suona Bene 2009 al Parco della Musica di Roma. A seguire il 26 Pino Daniele, il 27 Ry Cooder e Nick Lowe (Sala Santa Cecilia), il 28 The Idan Raichel Project.

Giovedì 25 giugno il doppio concerto di Enrico Rava (nella foto) e Ornette Coleman inaugura "Luglio Suona Bene 2009" alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, a seguire questa settimana il 26 Pino Daniele, il 27 Ry Cooder e Nick Lowe (Sala Santa Cecilia), il 28 giugno The Idan Raichel Project.

Giovedì 25 giugno un doppio concerto da antologia della storia della musica inaugurerà Luglio Suona Bene 2009 all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Due veterani del jazz set internazionale con una differenza anagrafica di nove anni (70 Rava, 79 Coleman) si esibiranno con le loro formazioni di grandissimo livello.

Ad aprire la serata sarà il creatore del free jazz, lo stile che ha ispirato gli esordi del più giovane – si fa per dire – compagno di serata. Mai stile musicale è stato così strettamente legato ad un singolo musicista e ad una sua opera in particolare. Era il 1960 quando Ornette Coleman registrò “Free Jazz” che sarebbe presto diventato il manifesto per eccellenza della “liberazione” totale del jazz. Liberazione che non era soltanto musicale ma anche, e soprattutto, politica. Nella musica di Ornette Coleman i ruoli complementari di solista e accompagnamento non hanno più ragione di esistere. Armolodia: così ha definito questo approccio improvvisativo il suo creatore, senza mai riuscire (pur provandoci più volte) a definire a parole il suo significato, pur mettendone efficacemente in pratica il senso. La stessa parola, fondendo etimologicamente i due concetti di armonia e melodia, annulla anche grammaticalmente la distanza che separa la dimensione orizzontale della musica da quella verticale, fondendole insieme per eliminare qualsiasi tipo di gerarchia formale e compositiva. Come è stato autorevolmente affermato, quella operata da Coleman è una "permanent revolution", una rivoluzione permanente che mai diventerà parte del mainstream.
Sono passati ben quarantanove anni da quel famoso 1960 e Ornette oggi ne ha quasi ottanta; ma di certo non ne risente la sua musica, ancora fresca e piena di idee, né la sua energia esecutiva. Coleman non può essere considerato semplicemente un jazzista. Figura sempre in bilico tra la cultura afro-americana e le avanguardie europee, il sassofonista statunitense ben si colloca al fianco di quei compositori che, come regola principale della propria arte, hanno scelto la condizione di borderline, sempre in bilico tra confini.

Dopo Coleman salirà sul palco Enrico Rava, il jazzista italiano più conosciuto e ricercato a livello internazionale. Da sempre impegnato nelle esperienze più diverse e stimolanti, è apparso sulla scena a metà degli anni sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. Partito, dal free jazz inventato proprio dal grande maestro con cui condividerà il palco, ha spinto il suo delicato lirismo fino a elaborazioni di melodie della musica classica. Ma la sua schiettezza umana e artistica lo pongono al di fuori di ogni schema e ne fanno un musicista rigoroso ma incurante delle convenzioni. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente ogni sua nuova avventura musicale. Durante la sua carriera Rava ha inciso più di cento dischi, collaborando con innumerevoli musicisti, tra cui: Gato Barbieri, Cecil Taylor, Jack de Johnette, Pat Metheny, Miroslav Vitous, John Abercrombie, Richard Galliano, Steve Lacy, Joe Henderson, Michel Petrucciani. Il concerto estivo conclude anche il Ciclo di "Carta Bianca", quest’anno dedicato a lui, nel quale Rava ha proposto nuovi progetti, tra i quali il Quintetto americano e il progetto con l’attore Sergio Rubini e lo scrittore Andrea Camilleri.


Luglio Suona Bene 2009

Doppio concerto inaugurale

ORNETTE COLEMAN

Ornette Coleman - sassofono contralto, violino, tromba
Albert McDowell - basso elettrico
Anthony Falanga - contrabbasso
Denardo Coleman - batteria

-

ENRICO RAVA QUINTET

Enrico Rava - tromba
Gianluca Petrella - trombone
Giovanni Guidi - pianoforte
Pietro Leveratto - contrabbasso
Fabrizio Sferra - batteria

GIOVEDÌ 25 GIUGNO CAVEA ORE 21

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

BIGLIETTI: DA 25 A 35 EURO

INFO: 06 80241281


Dopo il Jazz di Ornette Coleman e Enrico Rava, Pino Daniele apre una serie di concerti nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica dedicati alla grande canzone d’autore italiana. Per Luglio Suona Bene 2009 sono in arrivo dopo di lui Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia e Ivano Fossati. Pino Daniele presenterà al pubblico oltre ai suoi brani più noti il nuovo progetto “Electric Jam” un cd-ep composto da sei tracce sospese tra sfumature blues e melodie mediterranee che vede la partecipazione di grandi musicisti come Vinnie Colaiuta (batteria), Alfredo Golino (batteria), Nathan East (basso), Alfredo Paixao (basso), Gianluca Podio (piano, tastiere e arrangiamenti) e Greg Mathieson (piano e hammond). “Electric Jam” è la prima parte discografica di un unico progetto artistico; la seconda parte verrà pubblicata a novembre con il titolo “Acoustic Jam”.

Luglio Suona Bene 2009

PINO DANIELE

“ELECTRIC JAM 09 EUROPEAN TOUR”

VENERDÌ 26 GIUGNO CAVEA ORE 21

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (ROMA)

BIGLIETTI: DA 25 A 50 EURO

Sito ufficiale: www.pinodaniele.com

INFO 06.80.241.281


Un concerto speciale per la settima edizione di Luglio Suona Bene, la rassegna musicale estiva dell’Auditorium Parco della Musica che propone i grandi nomi del panorama musicale internazionale.
Sul palco due grandi artisti per la prima volta insieme in Italia: Ry Cooder e Nick Lowe. Ry Cooder è il leggendario chitarrista californiano, autore della colonna sonora del film "Paris,Texas" di Wim Wenders, produttore e ideatore del fenomeno musicale Buena Vista Social Club, nominato dalla rivista Rolling Stone nella top 10 dei chitarristi più influenti al mondo. Singolare figura di musicista, compositore e interprete che, dagli anni Settanta a oggi, ha percorso tutti i sentieri della msuica. Un eclettismo che l’ha reso il più raffinato outsider giramondo della storia del rock. Ritorna in concerto in Italia a distanza di 15 anni dal suo ultimo tour Europeo. Insieme a lui il musicista e cantautore inglese Nick Lowe, figura culto del punk rock e della new wave inglese, noto anche per le sue collaborazioni con Elvis Costello. I due saranno accompagnati sul palco dal pluripremiato fisarmonicista Tex-Mex Flaco Jimenez e dal batterista Joachim Cooder. Ospite speciale la giovane cantante californiana Juliette Commagere.

Luglio Suona Bene 2009

Per la prima volta insieme in Italia

RY COODER & NICK LOWE

"They Drive by Night"

Con
Flaco Jimenez – fisarmonica
Joachim Cooder - batteria

Special Guest
Juliette Commagere

SABATO 27 GIUGNO SALA SANTA CECILIA ORE 21

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (ROMA)

BIGLIETTI DA 40 A 80 EURO

INFO: 06 80241281


Sulla scia di una esplosiva ascesa di popolarità, il gruppo israeliano The Idan Raichel Project approda all’Auditorium Parco della Musica per presentare il nuovo progetto, "Within My Walls". The Idan Raichel Project è emerso sulla scena musicale nel 2002, rivoluzionando, fin dal suo esordio, il volto della musica popolare israeliana grazie alla contaminazione tra la pop music e una miscela di musica etiope tradizionale, poesia araba, canti yemeniti, cantillazione ebraica e ritmi caraibici. Alla base del nuovo progetto di Idan Raichel "Within My Walls" ci sono il tema del conflitto tra sogno e realtà, tra il desiderio di esplorare il mondo e quello di restare al sicuro nella propria casa e questioni universali come la ricerca della soddisfazione personale e il profondo significato dell’amore in un mondo sempre difficile e in conflitto. Le canzoni, in israeliano, spagnolo, arabo e swahili, non offrono risposte ma lasciano a chi ascolta il compito di giungere alla propria conclusione. Il collettivo israeliano “The Idan Raichel Project” si conferma come un ispirato esempio di comprensione e collaborazione interculturale, in grado di accompagnare la propria musica a un forte messaggio di pace e tolleranza in un'area del mondo interessata da annosi conflitti. “The Idan Raichel Project” apre una nuova prospettiva sui conflitti del Medioriente mostrando, proprio a partire dall'esperienza della stessa Israele, come popolazioni differenti possano coltivare le proprie tradizioni culturali dando vita a nuove espressioni artistiche nel massimo rispetto reciproco.

Luglio Suona Bene 2009

THE IDAN RAICHEL PROJECT

Promosso dal Keren Hayesod Roma e dall'Associazione Culturale "Golda"

DOMENICA 28 GIUGNO CAVEA ORE 21

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (ROMA)

Biglietto unico 15 euro

INFO 06.80.241.281


Ufficio stampa Musica per Roma

 Articolo letto 2623 volte


Pagina stampabile