Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•20/03 - St. Madness Bloodlustcapades (autoproduzione - promo) – Heavy Metal Heavy Metal
•18/03 - Spartan Warrior Hell to Pay (Pure Steel Records) – Il ritorno del guerriero spartano…
•17/03 - Jena Lu - Le dita nelle costole (I Dischi del Minollo), il rock acustico che nasce negli anni 90
(altre »)
 
 Comunicati
•19/03 - Noa, il nuovo album è prodotto da Quincy Jones
•18/03 - Mercoledi' 20 Marzo 2019 esce Non C'e' Un Cazzo da Ridere, disco dei napoletani TheRivati
•17/03 - Esce l'8 Aprile per MiaCameretta Records il quarto disco dei ravennati The Doormen
(altre »)
 
 Rumours
•19/03 - Morgan apre la rassegna A tu per tu con...al Teatro Golden di Roma
•18/03 - Alan Stivell torna in Italia per tre date a marzo con la Electric Band
•15/03 - Dimartino presenta Afrodite in tour, ultime date a Roma e Bologna
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 13/07/2009 alle 11:25:06
Alessandro Ducoli vince il Premio Claudio Mazzitello 2009, a Federico Ferrandina e Angelo Elle il Premio della Critica
di Alessandro Sgritta
L’Associazione Claudio Mazzitello di Cariati Marina (CS), ha premiato il bresciano Alessandro Ducoli come vincitore dell’edizione 2009 del Premio Claudio Mazzitello. A Federico Ferrandina e Angelo Longo (Elle) ex-aequo il Premio della Critica.

L’Associazione Claudio Mazzitello di Cariati Marina (CS), ha premiato il bresciano Alessandro Ducoli come vincitore dell’edizione 2009 del Premio Claudio Mazzitello. Ducoli (a destra nella foto), accompagnato dal pianista russo Andrey Kutov (a sinistra nella foto), si è esibito nell’ambito dell’iniziativa con altri cinque artisti invitati per la manifestazione. Il premio della critica è stato assegnato ex-aequo a Federico Ferrandina di Matera e Angelo Longo di Latina (alias Angelo Elle).

Ducoli ha cantato "L'Armistizio" in duo con il pianista e poi ha aggiunto "Giovanna" dal disco del 2001 "Anche io non posso entrare". Il Premio della Critica è andato ex-aequo a Federico Ferrandina che ha proposto "Crisalide" in una versione chitarra e voce e ad Angelo Longo (Angelo Elle) che ha eseguito "Figli di papà" con tutta la band.

Dopo la vittoria Alessandro Ducoli ha dichiarato:
“Grazie a Pierelena, Maria Teresa e Tonino, grazie a Chiara e grazie all’Associazione Claudio Mazzitello, che hanno creduto nel progetto Artemisia Absinthium ... non era ancora successo in oltre dieci anni di canzoni. Grazie anche ad Andrey che mi deve sopportare ogni volta e ogni volta è sempre l’elemento decisivo dei miei concerti. Cariati Marina ricorda Claudio con grande amore, vi invito a cercare le sue canzoni e a conoscere la sua storia … tutto il resto non serve”.

Nel 1996, con lo pseudonimo di Bacco il Matto, Alessandro Ducoli comincia la collaborazione musicale con il chitarrista Nicola Bonetti che porterà ad un’intensa attività live e alla produzione di due album: "S. Marco" (1999) e "Cercatori d’oro (2000). Quest’ultimo album è arricchito dal cameo di "Raffaella", una canzone appositamente scritta per loro nientemeno che da Chip Taylor. Il riconoscimento di critica consente “al Bacco” di muoversi sui più diversi palcoscenici d’Italia.
Nel 1998 la carriera solista del Ducoli, parallela a quella ben più attiva come Bacco il Matto, prosegue e viene arricchita dalla presenza del chitarrista Mario Stivala, con cui costruisce le canzoni e gli arrangiamenti di "Malaspina" (1999), il suo secondo album solista, cui segue "Anche io non posso entrare" (2001).
Nel 2001 la sua attività live inizia a concentrarsi sulla promozione dei suoi lavori solisti e, in compagnia del batterista Arcangelo Buelli e del contrabbassista Massimo Saviola da vita al progetto La Banda del Ducoli (cui partecipano anche il chitarrista Lorenzo Lama e il pianista Renato Saviori). Questa collaborazione si consolida in uno spettacolo di grande interesse artistico e nell’uscita di "Taverne, stamberghe, caverne" (2003). Il lavoro è ben segnalato dalla critica e la Banda del Ducoli è finalista al Premio Recanati (edizione 2004) e al Festival di Mantova (prima edizione). Nel 2004 il Ducoli inizia insieme a Mario Stivala la stesura di un nuovo lavoro solita la cui produzione è affidata a Paolo Filippi del Cavò Studio di Bergamo per la Doublestroke Records. Il nuovo disco, "Brumantica" esce nel novembre del 2006 e vede la partecipazione del batterista Ellade Bandini, del contrabbassista Ares Tavolazzi, del pianista Alessandro Galati (arrangiatore del lavoro), del trombettista Fabrizio Bosso, oltre ad altri ospiti d’eccezione quali Sandro Gibellini e Tino Tracanna.
Nel 2008 esce "Artemisia Absinthium" il nuovo disco del Ducoli scritto e registrato in compagnia dei Bartolino’s con cui tutt’ora prosegue la sua attività live. Il quartetto vede la partecipazione di Andrey Kutov al pianoforte, Mirko Spreafico alle percussioni, Alessandra Cecala al contrabbasso e di Mario Stivala alla chitarra.

 Articolo letto 5541 volte


Pagina stampabile