Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•10/12 - Anema, il cuore mediterraneo del Rock Progressivo.
•03/12 - Opera Oscura: romanticismo (metal) progressivo.
•01/12 - Con gli Ancestral andiamo alla ricerca del Maestro del Fato…
(altre »)
 
 Recensioni
•12/12 - Francess: Submerge (Sonic Factory)
•11/12 - Bucalone: Bucalone (Autoprodotto)
•10/12 - Johnny Casini: Port Luis
(altre »)
 
 Comunicati
•12/12 - MArteLive al Planet di Roma dal 12 al 14 dicembre con Morgan, The Winstons, Evan, Rezza e De Leo
•11/12 - Lillo & Greg al Teatro Olimpico di Roma con Gagmen
•11/12 - Sono i Thirty Seconds To Mars i primi big al Pistoia Blues 2019
(altre »)
 
 Rumours
•11/12 - Albertino nuovo direttore artistico di m2o
•10/12 - Siae sulla tragedia di Ancona: per noi la sicurezza delle persone è al primo posto ma non rientra nei nostri compiti
•09/12 - Tragedia di Ancona, appello di Assomusica
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 19/01/2010 alle 18:59:47
Angelica Lubian e i Lemmings aprono la quinta edizione di Generazione X dal 22 al 27 gennaio
di Alessandro Sgritta
Dal 22 al 27 gennaio la quinta edizione di Generazione X al Teatro Studio dell'Auditorium di Roma con A. Lubian, Lemmings, Murièl, BSBE, Luminal, Tecnosospiri, A.O. Graziano, 'u Papadia, This Harmony, Wogiagia, G. Truppi, Naif e tanti ospiti d'onore.

Dal 22 al 27 gennaio la quinta edizione di Generazione X al Teatro Studio dell'Auditorium Parco della Musica di Roma con Angelica Lubian (nella foto), Lemmings, Murièl, Bud Spencer Blues Explosion, Luminal, Tecnosospiri, Alessandro Orlando Graziano, 'u Papadia, This Harmony, Wogiagia, Giovanni Truppi, Naif Hèrin e tanti ospiti d'onore che faranno da padrini ai giovani artisti emergenti come Piotta, Bertallot, Saturnino, Benvegnù, Teresa De Sio, Servillo e Mesolella (Avion Travel), Pino Marino, Sofia (X Factor), Marina Rei, Simone Cristicchi, Nobraino e Paola Turci.

Grazie alla passione di Maurizio Viola, in cinque anni di lavoro sono sbocciati i talenti di decine di artisti. Esordienti che hanno preso il volo dal Teatro Studio per atterrare sul palco dell’Ariston o negli studi della Rai o di MTV (Allevi, Mannarino, Anzovino). Il laboratorio di Generazione X riprende la sua attività, con la collaborazione di Paolo Cobianchi, proponendo i personaggi che tra breve saranno protagonisti del rinnovamento della musica del nostro paese, giovani talenti con i loro repertori originali, presentati da grandi star della nostra scena. E anche in questa quinta edizione continuerà l’iniziativa degli opening in collaborazione con “La vostra musica” del sito Roma Repubblica.it.

La novità di questa stagione sarà la concentrazione delle serate periodiche di Generazione X in un unico Festival, dal 22 al 27 gennaio. Gli artisti prescelti avranno la formidabile opportunità di esibirsi a fianco di “padrini” d’eccezione, mentre il pubblico potrà godere di una visione a 360 gradi della nuovissima scena italiana.

Martedì 26, inoltre, la serata speciale Repubblica Roma Rock, una grande festa nel corso della quale si alterneranno sul palco grandi nomi della musica italiana.

Questo in dettaglio il calendario di questa edizione:


Venerdì 22 Gennaio ore 21

In apertura: ANGELICA LUBIAN
LEMMINGS
Guest: PIOTTA

La giovane e originalissima band romana dei Lemmings apre il laboratorio di giovani talenti di Generazione X 2010, divenuto quest’anno un vero e proprio festival di 6 giorni che dà ai giovani artisti prescelti l’opportunità di esibirsi a fianco di “padrini” d’eccezione. A fare da testimonial al gruppo Piotta, l’artista che ha superato le barriere del genere e il modo di fare e pensare il rap così come lo conosciamo. Aprirà il concerto la cantautrice friulana Angelica Lubian che presenterà dal vivo alcune canzoni tratte dal suo primo disco "Conservare in luogo fresco e asciutto".

Guidati da Ra-B, già produttore e autore per artisti come Piotta, Mata Hari, Cor Veleno, l’identità compositiva ed artistica dei Lemmings è sicuramente poco convenzionale e poco “inquadrabile” all’interno dei canoni di un solo genere musicale: punk, rock, ska, questi ed altri ancora gli ingredienti della loro irresistibile miscellanea. I riferimenti sonori più evidenti vanno dal punk, al surf, dal rock’n’roll allo ska, ma “Lemmings” contiene echi di reggae e anche di folk nella sua incarnazione più inquieta, quella dei Gogol Bordello. Grazie al loro impatto dal vivo e all’apprezzato primo singolo “Pret-à-poter”, il Myspace dei Lemmings conta già un numero di contatti quotidiani pari a quello di artisti affermati. Le apparecchiature vintage con cui è stato curato il missaggio rimandano direttamente al citazionismo di fondo, che permea le canzoni dell’album “Lemmings”: un melting pot sonoro che è stato più volte accostato alle invenzioni cinematografiche di Quentin Tarantino, fonte di ispirazione dei Lemmings anche per la sua estetica horror/pulp. In soli due anni d’attività la band si è esibita in occasione di molte manifestazioni nazionali, tra le quali; Martelive (Premio Dna Music), Matese Friend Festival, Meeting delle Etichette Indipendenti, Rock in Rolo (Premio della critica), La Notte Bianca e la cerimonia d'apertura dei recenti Campionati Mondiali di Beach Volley a Roma. Il loro primo singolo “Pret à Porter” (La Grande Onda/La Zona) è stato in programmazione su molti network e radio indipendenti e il videoclip (regia di Luna Gualano) è stato per settimane in rotazione su tutte le principali tv musicali. Attualmente “Mai” (il secondo singolo estratto dall’album) è in fase promozionale radiofonica e televisiva. L’album “Lemmings” (La Grande Onda/La Zona/Self) è uscito il 13 novembre.


Sabato 23 Gennaio ore 21

In apertura: MURIÈL
BUD SPENCER BLUES EXPLOSION
Guest: ALESSIO BERTALLOT & SATURNINO

La seconda serata di Generazione X vede la partecipazione di una delle ultime band rivelazione del rock italiano, i BudSpencerBluesExplosion e di due padrini d’eccezione: il celebre bassista e compositore Saturnino, in passato al fianco di Jovanotti per otto dischi - e successivamente attivo con numerosi progetti da solista - e il poliedrico Alessio Bertallot, musicista, conduttore radiofonico e televisivo, giornalista e cantante.
Aprono il concerto i fiorentini Murièl che presentano il loro album "Cosa decide?".

I BSBE (Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio) si formano a Roma nel gennaio 2007 con il nome Bud Spencer Blues Explosion e dopo due mesi esce il loro primo EP autoprodotto "Happy". La gavetta inizia dai locali della Capitale e la si espande subito al resto d'Italia, grazie anche a un ottimo seguito sul web, attraverso i canali di myspace e you tube. Finalisti all’Heineken Jammin Contest 2007, si esibiscono sul grande palco dell’Heineken Jammin Festival di Mestre, vincendo il primo premio come miglior band che prevede la partecipazione all’Open’er festival in Polonia. Il 2008 inizia con le registrazioni del primo disco Bud Spencer Blues Explosion uscito nel luglio 2009. Rispetto a quella per il Web, questa versione dell’album contiene anche le due tracce live del Concerto del Primo Maggio. L'attività live si fa sempre più intensa con un tour nell'inverno 2008 di oltre quaranta date in tutta Italia fino ad arrivare al Primo Maggio 2009 che vede l'esibizione dei BSBE sul palco di piazza San Giovanni per lo storico "Concertone", grazie al concorso "Primo Maggio tutto l'anno", in occasione del quale si aggiudicano anche il premio S.I.A.E. "In virtù della grande energia sprigionata sul palco unita all’originalità e freschezza della proposta artistica". Appena scesi dal palco del Primo Maggio i BSBE decollano verso gli Stati Uniti per il primo tour oltreoceano con date a New York e Seattle, raccontato giorno per giorno con parole e immagini dalle pagine del "diario americano" pubblicato sul sito di Repubblica XL. Al ritorno in Italia i BSBE vengono intervistati dai maggiori magazine musicali e sono ospiti di alcuni dei più importanti programmi radiofonici tra cui B-Side (Radio Dee-jay), Stereonotte (Radio Rai Uno) e Patchanka (Popolare Network) che incuriositi dalla carica live del duo, decidono di fare uno strappo alla regola e trasformare le interviste di rito in veri e propri miniconcerti radiofonici. Contemporaneamente esce il primo videoclip ufficiale del pezzo "Hey Boy Hey Girl" cover reinterpretata in chiave chitarra e batteria del celebre brano dei Chemical Brothers.



Domenica 24 Gennaio ore 21

In apertura: LUMINAL
TECNOSOSPIRI
Guest: PAOLO BENVEGNÙ

La terza serata di Generazione X avrà come protagonisti i Tecnosospiri, gruppo nato nel 1999 da quattro ragazzi con un background musicale assolutamente di livello: da un lato l’avanguardia dei Radiohead e di Elliot Smith e dall’altro la nobile scena del cantautorato italiano, da De Andrè ai Baustelle. A fare da testimonial al gruppo il chitarrista e compositore Paolo Benvegnù, fondatore degli Scisma, che ha intrapreso dal 2000 un importante percorso da solista. Aprono il concerto i Luminal con le loro "Canzoni di tattica e disciplina".

“Il mio segreto è comprimere, fingere agli sguardi, non farli piangere, il mio segreto è sorridere”. Forse è questa la frase centrale di un progetto, quello dei Tecnosospiri. Claudio e Daniel Marciano, Emanuele Filosa e Fabio Sasso, muovono i primi passi sulla scena musicale imponendosi quasi subito agli occhi di pubblico e critica per la cura musicale e la capacità di lavorare al margine. Nel 1999 esce il loro primo album “Poi un giorno mi hai assassinato”, indicato tra i migliori lavori dell’anno da Mucchio Selvaggio e Rockstar. Tra il 2001 e il 2003 il progetto inizia a muoversi con disinvoltura: Red Ronnie li invita a partecipare al Tim Tour ed il programma Rai “Toto: principe di Danimarca” sceglie un loro brano per la sigla d’apertura. Tra il 2004 e il 2006 avviene l’incontro con Amerigo Verardi, produttore artistico di Baustelle e dei Virginiana Miller. Nasce così l’album “In Confidenza”, la loro seconda fatica discografica. L’uscita del secondo album è anche il momento dell’incontro con il Label Manager Fabrizio Brocchieri, con cui nasce una collaborazione tutt’ora attiva. Il disco ottiene delle recensioni importanti su Rockerilla, Rockstar, Musicboom, Sentire e Ascoltare, Gufetto. Si moltiplicano le date e le occasioni di visibilità, arrivando a 100 appuntamenti tra concerti e festival; Radio Rock Italia, Radio Città Futura e diversi programmi Rai (Demo Radio,New Generation,Versione Beta) accolgono favorevolmente i brani della band. Nel 2007 debuttano in video con il clip girato da Francesco Lagi, già regista de “i giorni migliori” dei Tiro Mancino, che in pochissimo tempo entra nelle classifiche indie di All Music e Match Music. Nel 2009, dopo un lungo lavoro di preproduzione, i Tecnosospiri si trasferiscono a Brindisi per un mese, dove, affiancati da Amerigo Verardi e Maurice Andiloro, realizzano “I Lupi”, disco composto da dieci affreschi musicali,ispirati al cinema di Kieslowsky, alle poesie di Pasolini, agli scritti di Roland Barthes, ad un mondo culturale musicale ed extramusicale di cui i Tecnosospiri si servono, per descrivere l’attuale “Stato in Crisi” dei nostri tempi. I “Lupi” dei Tecnosospiri sono i manipolatori mediatici, i turisti ipocriti che godono sulle macerie di Sarajevo, le multinazionali che “sporcano” le periferie di Varsavia, i palazzinari delle metropoli. Ma sono anche l’insieme delle loro vittime rappresentante o costrette a diventare predatori. In un momento in cui la musica diventa sempre più uno strumento usa e getta, i Tecnosospiri confezionano un “concept” in cui ogni canzone è legata all’altra da un filo sottile: non ci sono singoli o riempitivi,ma un discorso che mira a riconcepire la musica come arte sociale.



Lunedì 25 Gennaio ore 21

In apertura: ALESSANDRO ORLANDO GRAZIANO
‘U PAPADIA
Guest: TERESA DE SIO, PEPPE SERVILLO e FAUSTO MESOLELLA

Una serata speciale all’insegna del nuovo folk-rock italiano che vedrà esibirsi ‘u Papadia presentato da Teresa de Sio, con la quale ha a lungo collaborato. Insieme alla De Sio faranno da testimonial anche Peppe Servillo e Fausto Mesolella degli Avion Travel. 'u PAPADIA presenterà il nuovo lavoro discografico “La Peronospera”: un progetto originale cantato in dialetto salentino, che lo vede autore e interprete di ogni brano. Grande ritmo e strumenti inediti, inventati per l’occasione, caratterizzano tutti i brani, giocati sul filo di un recupero della tradizione unita ad un rock sporcato dalla Terra-Rossa, la terra del Salento. Aprirà la serata il cantautore romano Alessandro Orlando Graziano, che ha già all'attivo un disco a suo nome uscito per la Virgin e diversi progetti dedicati a Carla Boni, Branduardi e Rettore.

Umberto Papadia nasce in Germania da "migranti" genitori Salentini. Fra i più poliedrici e quotati percussionisti e folk-singers italiani,‘u Papadia, vanta collaborazioni artistiche con molti esponenti della musica folk italiana: Teresa De Sio, Ambrogio Sparagna, Nando Citarella, Lucilla Galeazzi. Componente nel gruppo di Teresa De Sio dal 2004, interprete e co-autore assieme a Mike Mainieri del progetto musicale ”Orchestra Leucasia” e fondatore del gruppo electro-world “Ammaraciccappa” (CNI\Music 2007), ‘u Papadia, “salentino d’esportazione d.o.c.”, ha voluto dar vita a un nuovo progetto originale che segna una forte discontinuità con il proprio passato artistico: “La Peronospera”, del quale interpreta e firma testi e musica di ogni brano. Sebbene il dialetto salentino resti eco e filo che unisce questo progetto alla sua storia musicale, ‘u Papadia abbandona “apparentemente” i rassicuranti e solari ritmi Salentini per affrontare una riflessione sul passato e sul presente, a partire da spunti autobiografici. Un progetto coraggioso, a tratti anarchico, pervaso dalla rabbia per “i dolori di tutte le ferite che non guariscono mai”. E’ un’amara favola, che porta in superficie e incarna un senso di insoddisfazione e di inquietudine sempre più diffuso. Realizzata utilizzando linguaggi musicali diversi, tenuti insieme da una formazione essenziale (basso/chitarre/batteria), per permettere alla voce e ai contenuti di acquistare una vera centralità. “La Peronospera è un progetto che sorprende e che rappresenta, senza esitazioni, una novità assoluta nel folk-rock made in Italy.
Di questo disco Teresa De Sio ha scritto: "La terra aspra del Salento suona, spinge e batte nella voce e nella musica di 'u PAPADIA. La durezza della fatica e la dolcezza dell'amore sono protagonisti di queste composizioni. Perfino la Peronòspera, antico malanno meridionale, qui si tramuta da apatìa in ritmo potente, che travolge e fa rinascere a nuova vita tutte le cose, rimettendo in movimento il mondo."



Martedì 26 Gennaio ore 21

Repubblica Roma Rock

In apertura: THIS HARMONY - WOGIAGIA
Guest: PINO MARINO, SOFIA, MARINA REI, SIMONE CRISTICCHI, NOBRAINO

"Repubblica Roma Rock" è una serata speciale, nell’ambito di Generazione X, la rassegna dedicata alla musica d’autore all’Auditorium Parco della Musica, una piccola "Woodstock" della musica italiana organizzata in collaborazione con il quotidiano la Repubblica. Vi partecipano This Harmony e Wogiagia, due band scelte tra i musicisti che hanno inviato un file-audio al sito di Repubblica “La Vostra Musica” e come ospiti speciali Pino Marino, Sofia, Marina Rei, Simone Cristicchi, Nobraino, nello spirito di uno scambio di esperienze tra diverse generazioni di artisti, come accadeva nei luoghi-laboratorio della canzone d'autore e del rock, a partire dal mitico Folkstudio di Roma. La scelta tra centinaia di file audio spediti dai giovani emergenti a questo sito vuole rappresentare uno spaccato della nuova scena della musica italiana, con l’intento di premiare i talenti emergenti che ancora il grande pubblico non ha conosciuto.
Dopo il fortunato album d'esordio "Leila Saida" che li ha portati a calcare i palchi di tutta Italia ed essere apprezzati anche in Europa, in particolare fra il pubblico francese, i This Harmony hanno concluso il loro terzo disco "Notturno" grazie alla neonata etichetta MArteLabel, insieme a Gb Music e Raitrade. I This Harmony sono Massimo Cervini alla chitarra, David Aberrà al basso elettrico, Nicola Tarpani alla batteria e Laurence Cocchiara al violino. Nelle loro composizioni una voce a forma di violino racconta melodie che vivono su di un tappeto armonico, generato dal connubio di una chitarra un basso e una batteria. Tra colonne sonore che sfiorano mondi lontani quali rock e musica classica, i This Harmony offrono dal vivo un'interpretazione che lascia trasognati.
I Wogiagia nascono nel 1999 nella periferia Nord di Roma, con lo scopo di musicare le prime liriche reggae che già da tempo alcuni dei componenti scrivevano sotto forma di poesia. All’inizio composti da quattro elementi col tempo allargano l’organico coinvolgendo diversi musicisti fino a diventare una vera e propria crew. I Wogiagia fanno della contaminazione musicale la connotazione principale del progetto: reggae, jazz, rock, ska. La band si attiva da subito per la diffusione del proprio messaggio musicale, il Woggiapensiero ottenendo numerosi riconoscimenti. Tra il 2006 e il 2008 pubblicano 2 album, "Musica Terapeutica" e "Scegli!". L’ultimo album si intitola "Oggi bevo".



Mercoledì 27 Gennaio ore 21

In apertura: GIOVANNI TRUPPI
NAIF HÈRIN
Guest: PAOLA TURCI

La maratona di Generazione X si chiude con l’esibizione di un’artista accattivante, dalla freschezza stilistica ricercata: Naif Hèrin, vincitrice di Musicultura 2009. Per lei, sul palco del Teatro Studio, la madrina d’eccezione Paola Turci, raffinata protagonista del rock italiano al femminile. Suonerà, in apertura della serata il cantautore Giovanni Truppi che presenta il suo disco d'esordio “C’è un me dentro di me” per la Cinico Disincanto.

Grazie a una straordinaria vena creativa Naif Hèrin ha all’attivo una fiorente produzione di brani originali, per se e per altri artisti, ed è impegnata nella produzione di musiche per video e rappresentazioni teatrali. La sua voce è leggera e intensa e Naif la utilizza con talento non comune; le sue composizioni sono originali, ironiche e intriganti, caratterizzate da uno stile molto personale.
Nel 2007 Tommy Barbarella, tastierista di Stevie Wonder e della New Power Generation di Prince, scopre Naif ‘cliccando’ sul suo Myspace. La produzione di Barbarella proietta Naif a Minneapolis, dove registra nientemeno che con Michel Bland e Sonny Thompson, storici musicisti di Prince. È del 2006 la sua apparizione sul palco del Bluenote di Milano in duetto con lo storico musicista Maceo Parker. Al San Bitter Summer Festival di Lucca del 2007 apre lo show di Lauryn Hill ex-Fugees. Si è esibita in molti importanti festival (Lucca Summer Festival, FIMU Belfort, Arezzo Wave, Tavagnasco Rock, Saison Culturelle…) e locali europei (Rockaufort, The Place, Scimmie…). Dal vivo Naif sfodera il suo raro carisma interpretativo e la sua prorompente energia funk, che fanno di lei un vero ‘animale da palco’. Naif ha ottenuto importanti riconoscimenti: nel 2003 è 1° Premio della Giuria Sezione Giovani del Festival Internazionale Strade Del Cinema (Film Muto Musicato dal Vivo) e 1° Premio della Giuria del Festival RelazioniSonore di Padova; nel 2004 è 1° Premio del Festival Nazionale ‘MusiCarnevArt’ di Roma e 1° premio del Festival novarese Giovani Espressioni; nel 2006 vince la Rassegna Rock organizzata a Oulx (TO) in occasione delle Olimpiadi Invernali di Torino. Nel 2008 viene invitata da Cose di Musica ad esibirsi al Teatro Masini in occasione del MEI, dove viene anche invitata ad esibirsi sul palco della manifestazione in rappresentanza delle giovani rivelazioni Funk. Nel 2009 viene invitata al festival di Sanremo ad esibirsi al dopo festival per due serate al Casinò. Partecipa alla trasmissione di RAI UNO “Effetto Sabato”. È finalista di MUSICULTURA col brano “Io sono il mare”. Da fine aprile 2009 in rotazione su RADIO 2 con il brano “Faites du Bruit”, e da maggio con JUST a GIGOLO’, Partecipa al CaterRaduno del 13 Giugno, invitata dagli autori a chiudere la manifestazione. Vince MUSICULTURA 2009 e suona a MACERATA allo Sferisterio nelle serate finali.


"GENERAZIONE X" (22-27 Gennaio 2010)
TEATRO STUDIO
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (ROMA)

Biglietti: posto unico € 12

Promozione 3 eventi a scelta € 24

Info 06-80241281

www.auditorium.com

 Articolo letto 5295 volte


Pagina stampabile