Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•13/11 - Silvano Piari ed il mondo delle discoteche, ma anche quello de La Galleria del Disco a Firenze ..
•10/11 - Tytus: heavy rock friulano, corposo e nobile
•07/11 - Intervista a Marcello Mautone, il cantante dei Blugrana … per superare il piattume della discografia italiana.
(altre »)
 
 Recensioni
•19/11 - Eric Bibb: nuovo doppio album
•18/11 - Il perugino Massimiliano Barulli, folgorato dai Guns' n Roses, studioso dei gruppi che omaggiano le rockstar famose ..
•17/11 - Mumble Rumble – Insidious Inside (Latlantide/Edel) Bologna non è mai banale
(altre »)
 
 Comunicati
•18/11 - River (Antologia di un viaggio), opera inedita di teatro-canzone, scritta da Davide Ceddia dei CamilloRe' ..
•17/11 - Un giorno storico è il nuovo singolo di Giulio Casale
•17/11 - Il concerto di Natale? Tradizionale e solidale: a Milano si inizia il 18 Novembre ..
(altre »)
 
 Rumours
•18/11 - Pippo Pollina torna in Italia con Cento Chimere Solo Tour 2018
•17/11 - Steve Wynn e Chris Cacavas a Le Mura di Roma con Graziano Romani e Rodrigo D'Erasmo
•16/11 - Chris Cornell, in un box l'eredità artistica del rocker
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 18/04/2010 alle 02:20:48
Auguri a Massimiliano Pani da oltre 30 anni arrangiatore, compositore e produttore per Mina
di Pippo Augliera
Massimiliano Pani e' il collaboratore più longevo di Mina e con il trascorrere degli anni ha dimostrato di avere talento nella realizzazione di dischi per la grande interprete, sia come cantautore e persino come brillante conduttore televisivo.

Massimiliano Pani è il collaboratore più longevo di Mina ( ha scritto ben 47 brani per lei) e con il trascorrere degli anni ha dimostratodi avere talento nella realizzazione di dischi per la grande interprete premiati il più delle volte dalle vendite, con una breve parentesi come cantautore e persino brillante conduttore televisivo.

Compie il 18 aprile 47 anni e il suo debutto come autore risale al 1979, quando Mina decide di inserire nel suo doppio album “Attila”, pubblicato un anno dopo i suoi memorabili ultimi concerti a Bussoladomani, due pezzi dal taglio giovanile “Sensazioni” e “Il vento”, composti insieme al suo amico Valentino Alfano, arrangiati superbamente da Beppe Cantarelli.

Sorprendentemente, accade che le radio, sulla base dei gusti dei conduttori e delle richieste degli ascoltatori, decretano il successo dei brani in questione, pur essendoci altri potenziali hits appartenenti ad autori più affermati come Shel Shapiro, Enrico Riccardi, Cristiano Malgioglio.
Dopo questo ottimo esordio, prosegue a scrivere e cimentarsi, sotto la guida del maestro Mario Robbiani e Celso Valli, anche come arrangiatore nel singolo del 1980 “Buonanotte, buonanotte” e nella geniale “Capisco” dalle incursioni elettroniche.

In “Salomè” del 1981 firma la suggestiva “Squarciagola”, con un inciso costruito attorno ad un sax e nel 1983, coadiuvato da Piero Cassano dei Matia Bazar, porta nuovamente Mina nella hit parade dei singoli con “Devi dirmi di sì”, che fa da traino all’album con il quale festeggia le nozze d’argento con la carriera.

Il binomio Cassano-Pani risulta particolarmente convincente con la bellissima “Rose su rose”, scelta come sigla di Sanremo 1984, inclusa in “Catene” dove Massimiliano arrangia splendidamente “Sogno” e “Più di così”. Insieme scrivono anche per Anna Oxa “L'uomo che gioca”.

Nel 1986 tocca a “Via di qua”, duetto importante che porta in auge Fausto Leali e nel 1987 raggiunge l’apice con la delicata “Proprio come sei”, con un testo intenso di Samuele Cerri, e insieme fanno il bis nel doppio “Rane supreme” con la struggente “Serpenti”.

La critica, che inizialmente aveva un po’ storto il naso nei suoi confronti, comincia a ricredersi. La crescita artistica di Pani lo porta a diventare progressivamente meno autore e più presente nei lavori di Mina come musicista e produttore.

Nei primi anni ’90 realizza due albums come cantautore che non ottengono il successo sperato: “L’occasione” del 1991 con i testi del grande Giorgio Calabrese. Ringrazia Mina 'la più grande donna che abbia mai conosciuto, che dieci anni fa decise di provarmi come suo collaboratore esponendosi a equivoci e critiche così lontane dalla sua grande onestà e professionalità'. Mina partecipa ai cori con un altro nome. Nel 1993 pubblica “Storie per cani sciolti ”.

Ci pensa Mina a ripescare successivamente alcune perle contenute come “Come stai?”, “Non avere te” in “Sorelle Lumierè” e “Fosse vero” in “Canarino Mannaro” del 1994.

In questo periodo si sperimenta anche nel ruolo di talent scout e promuove giovani artisti come Massimo Bozzi, I Proxima e coglie un notevole successo radiofonico e di vendite con la produzione degli Audio Due, grazie agli hits “Neve”, “Si che non sei tu, “Io ho te”, ripresi tutti da Mina.

Nel 1996 rivela doti di conduttore televisivo, in diversi programmi, risultando simpatico e regalando delle interessanti performances live, ma questa esperienza, pur interessante, risulterà breve.

Nel 1998, infatti, torna ad arrangiare e produrre il CD "Mina Celentano", grande successo di vendite e di pubblico della discografia italiana.

Il disco rimane in testa alle classifiche di vendita per quasi un anno dall'uscita sul mercato, con più di 1.600.000 copie vendute. Pani autore chiude con l’intensa “Messaggio d’amore” dove i due artisti si salutano.

Spetta a lui anche l’arduo compito di arrangiare “La canzone di Marinella” che Fabrizio De Andrè decide di interpretare la nuova versione in duetto con Mina.Il risultato è strepitoso, una chicca da ascoltare e riascoltare: di una raffinatezza unica.

Questa decade del 2000, lo ha visto anche cavarsela egregiamente in progetti discografici più ambiziosi, decisamente non commerciali: i tributi a Domenico Modugno con “Sconcerto” e a Frank Sinatra con “L’allieva”, il capolavoro di arie sacre “Dalla terra” fino ad arrivare al più recente “Sulla tua bocca lo dirò”. Vere e proprie sfide dalle quali è uscito vincente e soprattutto convincente.

L’ultima sua fatica è rappresentata dal nuovo album di inediti di Mina, in uscita il 14 maggio, il successore di “Facile”. Sembra che sia stata fatta una selezione su 25 brani già incisi e che alcuni autori presenti nel precedente saranno confermati.Il singolo verrà lanciato a fine aprile e la copertina conterrà, come al solito, una elaborazione grafica originale con accenni punk.

Nell’attesa di deliziarci, ancora una volta, rivolgiamo i nostri più cari auguri anche per un ottimo proseguimento del suo lavoro doc.

 Articolo letto 9020 volte


Pagina stampabile