Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•20/03 - St. Madness Bloodlustcapades (autoproduzione - promo) – Heavy Metal Heavy Metal
•18/03 - Spartan Warrior Hell to Pay (Pure Steel Records) – Il ritorno del guerriero spartano…
•17/03 - Jena Lu - Le dita nelle costole (I Dischi del Minollo), il rock acustico che nasce negli anni 90
(altre »)
 
 Comunicati
•19/03 - Noa, il nuovo album è prodotto da Quincy Jones
•18/03 - Mercoledi' 20 Marzo 2019 esce Non C'e' Un Cazzo da Ridere, disco dei napoletani TheRivati
•17/03 - Esce l'8 Aprile per MiaCameretta Records il quarto disco dei ravennati The Doormen
(altre »)
 
 Rumours
•19/03 - Morgan apre la rassegna A tu per tu con...al Teatro Golden di Roma
•18/03 - Alan Stivell torna in Italia per tre date a marzo con la Electric Band
•15/03 - Dimartino presenta Afrodite in tour, ultime date a Roma e Bologna
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 25/09/2010 alle 00:08:42
Nathalie con il repertorio di Mia Martini mette a fuoco il suo X Factor
di Pippo Augliera
Alle prime due puntate aveva colpito il pubblico con la sua vena rock e grintosa, ma la performance recente con un classico di Mia Martini Piccolo uomo ha convinto platea, giudici, pubblico sul fatto che Natalie possa avere il suo X Factor.

Alle prime due puntate aveva colpito il pubblico con la sua vena rock e grintosa, ma la performance recente con un classico di Mia Martini Piccolo uomo ha convinto platea, giudici, pubblico sul fatto che Natalie possa avere il suo X Factor.

Nathalie tra Renato Marengo e Michael Pergolani a Comiso nel 2009: in quella occasione vinse il Demo's Lady Award!

Le parole di elogio, forse troppo enfatiche, pronunciate da Elio su questa giovane artista, devono avere in qualche modo influenzato negativamente il suo debutto all’interno del talent, rischiando l’eliminazione attraverso il ballottaggio, pur avendo presentato una buona versione di America di Gianna Nannini. Come un cavallo di razza, è riuscita ad affrontare questa difficoltà ed attuare una rimonta, andando a scegliere un brano dei Muse, quindi lontano dai criteri commerciali e popolari, ma il suo azzardo è stato premiato, fino al punto da giocare la carta di interprete intimista, misurandosi addirittura con Mia Martini ed esponendosi alle eventuali critiche. Precedentemente, nelle prove per entrare a fare parte del casting, si era cimentata in Minuetto, una altro classico martiniano. Il confronto, molto impegnativo, ha dato risultati positivi, mettendo maggiormente a fuoco le capacità e il talento di una ragazza che cerca da anni una affermazione definitiva come cantante e abile autrice. Alla prossima puntata presenterà Pazza idea di Patty Pravo e sarà un'altra sfida...

Noi di Musicalnews abbiamo scoperto le sue innegabili doti anni fa: nel febbraio 2006 le è stato assegnato il Premio Siae per Demo 2006 al The Place di Roma; nel giugno dello stesso anno ha vinto nella sezione Musica di MArtelive. Appena un anno fa, si è aggiudicata il premio Demo Lady’s Award a Comiso (Ragusa), concorso organizzato dal programma radiofonico Demo di Michael Pergolani e Renato Marengo, in onda ogni sera su Radio 1 Rai.

In occasione di una di queste performance, il nostro diretur Giancarlo Passarella (tra l'altro Presidente della Giuria), ha così commentato ...La fragile cantautrice italobelga che a dispetto della sua delicata ed esile figura sul palco tira fuori non si sa da dove una voce straordinaria, potente ed emozionante, si è subito guadagnata l’entusiasmo e l’emozione dei tantissimi che sono accorsi sotto il palco attratti sia dalla sua voce che dal suo modo di suonare il pianoforte che le consentono con la sola voce e la tastiera, alternata a volte con la chitarra acustica, di riempire con la sua personalità l’enorme palco allestito per ospitare gruppi e band rock ben più visibili.... E se questo viene scritto da un indubbio esperto critico musicale, c’è da fidarsi, soprattutto in tempi non sospetti…

Nathalie ha un lungo ed interessante curriculum professionale: inizia a scrivere le sue prime canzoni all’età di 15 anni, prima alla chitarra, in seguito al pianoforte, strumento che studia per 2 anni, a 14 anni inizia a studiare canto. La sua musica si ispira in gran parte ad artisti anglosassoni, come Tori Amos, P.J. Harvey, Fiona Apple, Radiohead, Jeff Buckley, ma anche ad italiani come De André, De Gregori, Mia Martini e agli chansonniers francofoni, come Serge Reggiani. Nathalie (qui in un intenso scatto di Marta Petrucci) scrive i testi delle proprie canzoni in italiano, francese e inglese.

E’ stata cantante e coautrice nel progetto Damage Done, band nu-metal con testi in inglese, con cui ha all’attivo il demo cd Thorns. Ha aperto con il medesimo gruppo nel maggio 2004 il concerto di Vision Divine e Beholder al Blackout di Roma. Ha partecipato saltuariamente ad altri progetti musicali, tra cui “Piccola Banda Icona” e “I Circolabili” ed è stata attrice-cantante nella Compagnia teatrale i Ghirigori, con cui ha già messo in scena i celebri musical “Les misérables” e “La storia infinita”. Dal 2009 collabora con Stefano Pulcini per il management e Francesco Tosoni per la produzione artistica. L’ ”N-Team” sta lavorando alla realizzazione del suo primo disco. Che altro dire? Auguriamoci che la sua carriera prosegua, indipendentemente da come andrà la sua esperienza all’interno del talent targato Rai.

 Articolo letto 8246 volte


Pagina stampabile