Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Mediaset conferma l'acquisizione del canale LCN 20 del digitale terrestre, ceduto da Retecapri
 

www.fanzine.net
 Interviste
•22/04 - Roberto Bottalico: sull’Hard Bop si appoggia il nostro stile
•18/04 - Lucrezio de Seta: non c’è sperimentazione senza tradizione
•13/04 - Fiorenza Calogero, voce ed anima mediterranea ambasciatrice della canzone partenopea nel mondo
(altre »)
 
 Recensioni
•26/04 - Lucid Dream: Otherworldly
•25/04 - L’Acid Jazz piu' attuale che mai con il ritorno di Francesco Gazzara
•24/04 - Teresa De Sio: anteprima di Teresa Canta Pino a Sulmona 22 aprile 2017
(altre »)
 
 Comunicati
•26/04 - Thegiornalisti, annunciate le prime date del tour estivo
•26/04 - Paramore, il 12 maggio esce After Laughter
•25/04 - Compleanno della Casa del Jazz il 30 aprile a Roma
(altre »)
 
 Rumours
•26/04 - Shania Twain, a settembre nuovo album dopo 15 anni
•26/04 - Omar Pedrini, in arrivo il nuovo album Come se non ci fosse un domani
•26/04 - Al Teatro Bolivar di Napoli il perccusautore Tony Cercola con lo spettacolo Tu, tu che mestiere fai?
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 04/06/2011 alle 00:11:36
C’era il sole ed anche il vento…la raccolta di Franco Simone
di Pippo Augliera
Un titolo azzeccato e suggestivo C’era il sole ed anche il vento per la prima antologia di Franco Simone selezionata direttamente da lui stesso, fresca di stampa per conto della Self.

Un titolo azzeccato e suggestivo C’era il sole ed anche il vento per la prima antologia di Franco Simone selezionata direttamente da lui stesso, fresca di stampa per conto della Self.

La pubblicazione avviene sull’onda del successo, di cui non si è ancora spenta l’eco, del suo precedente cd-dvd “Nato tra due mari”, accolto con commenti positivi e recensioni ottime sia dal pubblico e critica.

Un cd che ripercorre la sua lunghissima carriera iniziata quasi 40 anni fa, nel 1972 con la sua vittoria a Castrocaro. Da quel debutto, lui ha immediatamente dimostrato la sua vena poetica nel riuscire a comporre brani che avrebbero fatto breccia nel cuore del pubblico. Le sue prime incisioni con quei titoli dal forte impatto come “Con gli occhi chiusi e i pugni stretti” o “Mi esplodevi nella mente” incuriosivano all’ascolto, davano un input che c’era del talento pronto ad aspettare il momento propizio per sfondare.

Un altro preludio di quanto sarebbe accaduto è rappresentato da un brano, che fa parte di diritto in questa raccolta, “Fiume grande” presentato a Sanremo ’74 e che gli ha aperto casualmente le strade verso il successo in Sud America, raggiungendo il primato nelle classifiche di vendita.

In Italia, spopola nel ’76 con “Tu…e così sia”, storia di un rapporto d’amore vissuto in macchina raccontata con toni delicati e appassionati, contenuta nell’album dal titolo significativo “Il poeta con la chitarra”, che gli frutta altri due hits: “Tentazione” e la sua rilettura convincente de “Il cielo in una stanza”, omaggio al suo autore, Gino Paoli, e alla sua interprete, Mina.

Spazio per altri suoi evergreen: dalla bellissima “Paesaggio”, che nel ’78 diventa la title track di un interessante album, per circa 3 anni consecutivi nelle classifiche dell'America Latina, contenente anche “Gocce” e “La casa in via del campo”, traduzione di un brano della regina del Fado Amalia Rodriguez.

C’è “Respiro”, che di recente ha ricevuto gli apprezzamenti di Biagio Antonacci, manifestando il desiderio di volerlo incidere. Nel ’79 tocca “A quest’ora”, che verrà inserito nell’ottimo LP “Sono nato cantando” del 1980 con l’originale copertina raffigurante il suo cappello.

Questi titoli, incluso “Notte di San Lorenzo”, sono estratti da una antologia "Venti d'amore" del 1995 in cui il cantautore rileggeva alcune sue belle pagine con gli arrangiamenti pregevoli di Alberto Radius, quindi dal suono più moderno e attuale.

I primi anni ’80 lo vedono protagonista con altre perle come “Tu per me”, dall’album “Racconto a due colori”, molto apprezzata in radio e ai primi posti tra le preferenze dei fans, seguono le ispirate “Sogno della galleria” e l’accorata “Gente che conosco” realizzate con la collaborazione del maestro Pinuccio Pirazzoli.

Presente anche un disco molto amato “Totò” anno 1989, dal quale recupera la title track, una dedica sincera al grande comico: ‘Se mi è dato di regalare ancora un sorriso, lascia pure che credano che non conosco il dolore…’. Immancabile la sua sentita rilettura dell’evergreen “Malafemmena” e la ripresa di “Cara droga”, un’accorata invettiva contro la schiavitù di questo tipo di dipendenza, più che mai attuale, pur essendo stata scritta oltre 30 anni fa.

Chiudono questo splendido viaggio nei ricordi “Notturno fiorentino” e “Ave Maria” di Bach-Gounod, quest’ultima riproposta più volte, dal suo video live, nel suo programma televisivo “Dizionario dei sentimenti”.

‘Anche in questa occasione, commenta lo stesso Simone, ho voluto che il disco venisse messo in commercio ad un prezzo assolutamente popolare, nonostante la ricchezza del contenuto’. Buon ascolto!

 Articolo letto 3857 volte


Pagina stampabile