Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•20/02 - Marte - Metropolis in my head (Libellula) un rock rampante tutto al femminile
•20/02 - Stanza singola: l’album di debutto da solista di Franco126
•20/02 - Gwyn Ashton Solo Elektro (autoproduzione) – Quando hai una chitarra in mano…
(altre »)
 
 Comunicati
•21/02 - XVII Premio Fabrizio De Andrè, ecco i finalisti
•21/02 - Alex Ricci degli Apres La Classe: esce con il suo nuovo singolo decisamente di pop soul elettronico
•21/02 - Queen, il 23 e 24 febbraio programmazione speciale su VH1
(altre »)
 
 Rumours
•21/02 - Mahmood sabato 23 febbraio a Gulp Music (Rai Gulp)
•21/02 - La parte mancante, esce il disco di inediti di Francesco Di Giacomo
•20/02 - Noemi canta Vanoni nella soundtrack di Domani è un altro giorno
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 13/08/2011 alle 01:22:33
Ila & the Happy Trees - Little World (Tube Jam/Egea) colori pastello ed ironia giocosa per un folk country
di Ambrosia J.S. Imbornone
Nel secondo album di Ila una pioggia di luce e di colori delicati avvolge in un incanto grazioso ed elegante di sonorita' acustiche, lievi e solari: ukulele e kalimba in un incanto delicato e leggero di melodie...!

Nel secondo album di Ila una pioggia di luce e di colori delicati avvolge in un incanto grazioso ed elegante di sonorita' acustiche, lievi e solari: ukulele e kalimba in un incanto delicato e leggero di melodie...!

Un disco arioso, che nel cielo disegna con colori pastello le linee morbide di stati d’animo addolciti da un’ironia giocosa e una solarità che abbraccia ogni profumo, brivido e brezza, facendo tesoro della positività di ogni piccola gioia del quotidiano.

Questo appare nel secondo album di Ila (chitarra acustica, ukulele, kalimba), ora accompagnata dai suoi Happy Trees ovvero sia:
- Teo Marchese, batteria, percussioni e cori
- Lorenzo Fugazza, chitarra acustica, banjo, ukulele e cori
- Paolo Legramandi, basso, cori e percussioni).

Dischiudono tanta luce benefica, carezzevole e soffice le deliziose sonorità acustiche del cd, molto esterofile e per questo di grande freschezza nel panorama nazionale: esse intessono un incanto delicato e leggero di melodie piene di grazia e arpeggi di chitarre, ukulele e banjo, orchestrato da una voce sicura, al contempo limpida e calda, che alterna italiano e inglese, riuscendo nella seconda lingua a risuonare ancora più luminosa nel dispiegarsi della musicalità dei suoni.

Tra fiati, bassi sinuosi e chitarre dal sapore brasiliano non manca anche un gusto jazzato che si fa strada nel folk di “Another Day” e soprattutto si respira nella fascinosa “Lentamente”, che seduce proprio con la lentezza sobriamente estenuata e raffinata del ritmo cadenzato e dell’incedere lieve e avviluppante delle parole come spire pazienti di fumo; in questo caso i versi sono in italiano e francese, rispettivamente cantati da Ila e da Pascale Daniel.

Tra i brani in italiano, ottima prova di scrittura è “L’orologio d’oro”, in cui la parabola della vita di Graham Nash diventa una fiaba di fuga per inseguire i propri sogni, conclusa da un possibile,fantastico ricongiungimento dell’artista alla sua terra magra e fredda, tra piccoli baluginii di kalimba, ritmica cullante su cui dondolare l’immaginazione e riff accattivante di chitarra.


Un folk sognante, quasi country, anima “My Butterfly” e toglie peso ai pensieri, trasportandoli sulle ali multicolori di una farfalla; fanno bene al cuore i teneri ricami della chitarra solista di “I’ll Close the Door”, che invece chiude fuori ogni preoccupazione, per godere della luce del cielo e dell’autentico senso delle cose.
“Clouds in the Eyes” sembra un carillon su tonalità profonde e con percussioni essenziali, una nenia per librarsi altrove, mentre come un lento, divertente, contagioso reggae acustico risuona “I’ve Got to Go Again”. Ancora: una gran classe da songwriting pop americano risplende in “Breathe Again”, tra drum machine, leggeri echoes da pelle d’oca, cori e acuti struggenti a cercare una via d’uscita da ogni travaglio. Gioiellini di puro, avvolgente splendore sono infine “Field of Light” e “Tomorrow”.

Sospesa tra indie-pop, indie-folk e quasi dream pop, quella di Ila e dei suoi alberelli felici è una sensibilità speciale, che vi regalerà un bagno di luce e colori in cui sciogliere ogni cura: provare per credere.

Tracklist:
1. TOMORROW
2. ANOTHER DAY
3. LA VIGILIA DI NATALE
4. I CAN FEEL IT
5. LENTAMENTE
6. L'OROLOGIO D'ORO
7. MY BUTTERFLY
8. FIELD OF LIGHT
9. I'LL CLOSE THE DOOR
10. CLOUDS IN THE EYES
11. I'VE GOT TO GO AGAIN
12. BREATHE AGAIN
13. A NEW WORLD
14. ADESSO PIOVE

 Articolo letto 4335 volte


Pagina stampabile