Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Secondo la banca svizzera UBS, due italiani su tre pensano di vivere sino a 100 anni
 

www.fanzine.net
 Interviste
•17/05 - Gloria Trapani: la musica come mezzo per raccontare e condividere una storia
•10/05 - Quattro domande agli Street Clerks, in uscita con il nuovo disco ..
•04/05 - Ognuno di noi ha un suono: l'intervista inattesa a Davide Peron per l'uscita del suo nuovo disco...
(altre »)
 
 Recensioni
•20/05 - Paola Rossato - Facile (Birdland Studios LAD 26) seguendo le orme di Mia Martini e della tradizione musicale italiana
•17/05 - AA.VV. - Viva! Le canzoni di Dido (Soundido Production)
•17/05 - Ellen River – Last souls (New Model Label NML 155) rock dedicato a chi si sente piccolo in un mondo immenso
(altre »)
 
 Comunicati
•21/05 - Umberto Tozzi, una nuova antologia in doppio vinile
•21/05 - Alvaro Soler, altri due concerti in Italia ad agosto
•21/05 - Maria Pia De Vito e l'ensemble Burnoguala' live all'Officina Pasolini
(altre »)
 
 Rumours
•21/05 - Sick Tamburo, arriva il progetto benefico La fine della chemio con Jovanotti, Agnelli, Elisa & more
•21/05 - Ernia, dall'1 giugno di nuovo in tour con partenza da Pavia
•20/05 - Edoardo De Angelis presenta nuoveCanzoni all'Auditorium di Roma
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 20/09/2011 alle 22:35:55
Lo smartphone protagonista di Mantide il nuovo video degli Agosta
di Silvio Mancinelli
La tecnologia fa passi avanti e anche la musica si adegua. Infatti il nuovo singolo degli Agosta, “Mantide”, è stato girato interamente con un cellulare e presentato allo scorso festival di Venezia.

La tecnologia fa passi avanti e anche la musica si adegua. Infatti il nuovo singolo degli Agosta, “Mantide”, è stato girato interamente con un cellulare e presentato allo scorso festival di Venezia. Sony Ericsson ha coinvolto, oltre a due registi famosi (Alberto D’Onofrio e Leandro Manuel Emede) la band emergente Agosta per realizzare i primi video del Sony Ericsson Mobile Festival; il risultato è appunto il video clip musicale di “Mantide”. Lo smartphone è stato quindi il protagonista assoluto del concorso, che offre a giovani autori e talenti emergenti, la possibilità di realizzare cortometraggi o video clip musicali esprimendo la propria creatività, sensibilità e spontaneità, non più con la video camera, ma unicamente attraverso l’uso dello smartphone. Il concorso del Sony Ericsson Mobile Festival ha preso il via il 3 settembre 2011 e terminerà il 30 aprile 2012. I contributi selezionati come finalisti alla fine di ogni bimestre, verranno ulteriormente esaminati dalla giuria e i vincitori, che saranno annunciati nel corso dell’edizione 2012 di Circuito OFF, riceveranno un premio in denaro come primo passo verso una carriera di successo. “Con questo progetto, davvero unico nel suo genere, vogliamo inventare un nuovo linguaggio di comunicazione e offrire a tutti, artisti e giovani autori ma anche gente comune animata da spirito estroso e innovativo, un palcoscenico importante su cui fare libera mostra del proprio talento”, ha affermato Maurizio De Palma, Head of marketing Sony Ericsson Italia. "Le tecnologie di videoripresa che oggi riusciamo ad integrare negli smartphones XperiaTM rendono infatti possibile riprese di qualità elevata e senza compromessi, video spontanei e reali in mobilità che possono essere facilmente condivisi". “Essendo anche un musicista e collaborando con la band Agosta, è stato immediato pensare di utilizzare un dispositivo come XperiaTM arc per girare il videoclip di Mantide”, ha affermato Orazio Corva, product marketing manager di Sony Ericsson Italia e musicista della band. “La risoluzione video HD a 720p, il sensore Exmor R che permette di aumentare l’assorbimento di luce in condizioni di scarsità di luce, la presenza dell’autofocus e dello stabilizzatore di immagine ci hanno permesso di girare con la massima semplicità un video con una qualità tale da poter essere trasmesso da emittenti televisive e sul grande schermo”. “Ho sempre pensato che un artista debba conoscere l'arte di arrangiarsi e, concependo un video-clip che necessitava di sei telecamere per avere sei punti di vista, anche arrangiare il tutto aveva per me ed i musicisti della mia band un costo troppo elevato”, ha aggiunto Paolo Agosta, cantante della band. “Grazie allo smartphone siamo riusciti a soddisfare tutte le esigenze tecniche, che hanno lasciato così largo spazio alla creatività senza limiti e costi”.

 Articolo letto 2036 volte


Pagina stampabile