Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Toquinho: L'Italia è la mia seconda patria
•08/10 - L'incontro con il folk singer Luigi Grechi, tra Ferlinghetti e la fake news su Joan Baez ..
•04/10 - Il tempo giusto di Simona
(altre »)
 
 Recensioni
•21/10 - Walter De Stradis - Nella testa di Antonio Infantino (Villani Editore) un bel libro sul migliore pittore, architetto, cantante, poeta, visionario, filosofo lucano...
•17/10 - Valente - Il blu di ieri - la new wave alla massima potenza
•17/10 - Claudio Baglioni – Firenze 16 Ottobre 2018, primo concerto del tour di Al Centro, un mercatino democratico di sogni e di canzoni
(altre »)
 
 Comunicati
•22/10 - John Mayall, nuovo album e concerto il 29 marzo a Parma
•22/10 - Gazzelle, il nuovo album si intitola Punk
•21/10 - Come Una Danza: Raf ed Umberto Tozzi discograficamente di nuovo insieme e con tour in arrivo ...
(altre »)
 
 Rumours
•22/10 - Michele Bravi presenta il libro Nella vita degli altri
•22/10 - Ernia, al via il 68 Tour
•21/10 - Paolo Conticini e Gianmarco Tognazzi ospiti dell'Accademia di Arte e Spettacolo Le Muse di Gianna Martorella
(altre »)
Pubblicato il 31/12/2011 alle 12:45:48
Rita Pavone ottiene il Legendary Award in prossimita' dei 50 anni di carriera
di Pippo Augliera
Il prestigioso riconoscimento Legendary Award alla carriera le e' stato consegnato da Lina Wertmuller nella prima giornata della rassegna cinematografica Capri Hollywood.

Il prestigioso riconoscimento Legendary Award alla carriera le e' stato consegnato da Lina Wertmuller nella prima giornata della rassegna cinematografica Capri Hollywood.

‘Una serata unica, commenta emozionata la Pavone, quella del 27 dicembre scorso, che porterò nel cuore per sempre. Ho ricevuto numerosissimi ed importantissimi premi ma questo rappresenta certamente qualcosa di più’.
Nel corso della premiazione, si è esibita in una estemporanea e breve performance con un brano americano “Once in life time”, interpretato con Andrea Mingardi e che ha scatenato l’entusiasmo del pubblico presente.

Arriva, tra l’altro, a nove mesi di distanza per un importante evento: il primo settembre del 2012 coincide con i 50 anni di carriera. Iniziata con la sua partecipazione al Festival degli sconosciuti organizzato da Teddy Reno, che qualche anno dopo diventerà il suo compagno di vita.

Dal 63 al 66, il suo periodo d’oro, lancia numerosi successi: “La partita di pallone”, “Come te non c’è nessuno”, “Che m’importa del mondo”, “Fortissimo”, “Solo tu” e la famosissima “Cuore” (versione italiana della hit statunitense “Heart”), ‘con la quale, prosegue Rita, mi identifico e che mi ha dato più possibilità nel mondo dal momento che l'ho incisa in tutte le lingue’.

Nel 64 è protagonista in tv del famosissimo sceneggiato “Il giornalino di Gian Burrasca”, otto puntate che registrano record di ascolti e di gradimento. Proprio il 2 e il 10 gennaio, sarà possibile rivedere questo programma cult in due doppi dvd che usciranno in edicola.

‘Credo - spiega - di essere stata l'apripista per tante situazioni internazionali che avvengono oggi". Negli anni Sessanta ho fatto 5 volte l'Ed Sullivan Show, lo spettacolo più importante d'America visto da costa a costa, che presentava i nomi più in vista della musica. Entrare nelle classifiche statunitensi e dividere il palcoscenico con pezzi da 90 come Duke Ellington e Ella Fitzgerald, sono cose che lasciano senza parole’.

È stata, infatti, una delle prime interpreti italiane godere di una notorietà all’estero: famosa in Brasile, come in Spagna, in Germania, Francia e in America, dove è stata definita come “Paul Anka in gonnella”.
A conferma di ciò, nel 1979, allo Sporting Club di Montecarlo, le etichette discografiche che hanno distribuito i suoi dischi nel mondo, le hanno consegnato il disco d'oro per i 20 milioni di dischi venduti dal 1962 al 1978 su un totale complessivo di 50 milioni.

Artista poliedrica, ha fatto cinema, teatro, lavorando al fianco di grandi nomi come Macario in “Due sul pianerottolo”, Carlo Dapporto in “Risate in salotto” e Fabio Testi nel rifacimento del capolavoro Felliniano “La strada”.

Nei primi anni ’70 incide alcuni brani di Claudio Baglioni e uno di essi “La suggestione”, tradotto in francese con il titolo “Bonjour la France”, vende oltre mezzo milione e le spalanca le porte del prestigioso teatro L’Olympia dove i suoi concerti ottengono una accoglienza calorosa da parte dei parigini, di solito freddini nei confronti dei cantanti italiani.

A metà degli anni ’80 tenta anche la carta della cantautrice con la realizzazione di un album interessante “Dimensione donna” a cui fa seguito nel 1989 “Gemma le altre”, la cui title track è firmata da Dario Gay. I due amici-colleghi hanno fatto insieme un duetto “Domani è primavera” contenuto nel doppio cd del cantautore "Ognuno ha tanta storia".

Il 1 gennaio 2006 nel corso della trasmissione di Rai Uno L'anno che verrà, per festeggiare il Capodanno, dichiara ufficialmente la scelta di ritirarsi, dopo un’ultima esibizione.
Seguono anni di relax, interrotti ogni tanto da qualche fuori programma, a sorpresa, come la sua ospitata al concerto di Renato Zero in occasione dei 60 anni del cantautore.

Sembra intenzionata a non fare più concerti, mentre promette ai suoi fans, tramite il suo sito ufficiale, di pubblicare e produrre autonomamente dei dischi a tema, libera finalmente da vincoli contrattuali. Viene dato anche l’annuncio di un’apertura di un canale ufficiale su you tube dove verranno inseriti filmati originali ed inediti.

 Articolo letto 5338 volte


Pagina stampabile