Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Iniziative pro vittime terremonto 2016: sono tante, ma a noi piace quella filatelica ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•29/08 - Outrage fra rock giapponese e Motorhead
•18/08 - Evocativamente cantautore: Stefano Ferro ed il suo essere anche mercante di pensieri poetici ..
•12/08 - Chi li ferma gli Steel Raiser?
(altre »)
 
 Recensioni
•28/08 - Little Taver and his Alligators - Tavernight
•27/08 - Osanna - Palepolitana (Afraka' LVRG 2626) lo storico orologio dei crimini diventa un maturo prog rock internazionale
•24/08 - Francesco Costantini – Nel buio ad occhi aperti (Ridens Records 2016 / Audioglobe) rock folk abruzzese che incontra suoni e volti unici ..
(altre »)
 
 Comunicati
•30/08 - Vivo, il nuovo singolo di Numa
•30/08 - Madre, la preghiera rock di Gianluca Grignani
•29/08 - Il Jazz Italiano per Amatrice il 4 settembre a Roma, L'Aquila e in tante altre città
(altre »)
 
 Rumours
•30/08 - Oltre 20 mila persone per l'edizione 2016 dello Sponz Fest
•30/08 - Gabry Ponte, re del Versilia Summer Festival Color Edition
•28/08 - Nile Rodgers & Chic a Piazza del Popolo l'8 settembre
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 29/02/2012 alle 08:46:41
Implosion è il titolo dell’album di esordio degli ungheresi Thornwill
di Emanuele Gentile
Alla faccia dell’autoproduzione… Da qualche anno a questa parte ricevo album autoprodotti che sembrano stampati da un’etichetta professionale. Il livello di management dei gruppi è generalmente cresciuto.

Alla faccia dell’autoproduzione… Da qualche anno a questa parte ricevo album autoprodotti che sembrano stampati da un’etichetta professionale. Il livello di management dei gruppi è generalmente cresciuto. Non posso dire questo delle etichette il cui lavoro è spesso ristretto all’apposizione di un marchio sulla confezione del cd. E può andare anche peggio… Dicevo professionalità dei gruppi. Ad esempio gli ungheresi Thornwill. Apro il pacchetto e mi trovo innanzi a un signor cd. Jewel box. Booklet strutturato come un fumetto! Cd serigrafato. Insomma, non sono andati per il sottile questi Thronwill.

Anche il contenuto – cioè la musica – non è da meno. Album di livello internazionale. Anche se è stato registrato in Ungheria il dischetto ottico suona che è una meraviglia. Il sound esce dinamico, con piene sfumature, potente e mai monotono. Si vede che il sound engineer è uno con i cabasisi. Non potrebbe essere altrimenti. La voce è registrata al punto giusto e si sente perfettamente in ogni situazione. Le chitarre hanno un sound corposo, distinto, pieno di groove e molto elettrico. La base ritmica è così perfetta che si è in grado di capire quale corda del basso stia suonando e quale elemento della batteria il drummer sta percuotendo! Alla faccia dell’autoproduzione. Lo ripeto.

Il sound che i nsotri Thronwill ci propongono è un mix di eccellenti cuvé heavy metal. Si parte con quel feeling gotico che contraddistingueva i primi Maiden. C’è il lato oscuro di quel meraviglioso gruppo che risponde al nome di Savatage. Il power metal tedesco è ben citato. E non guasta mai un tocco di tecnica alla Dream Theater. State attenti. I Thornwill non scopiazzano. Questo è bene rimarcarlo. Vi ho indicato i succitati nomi di band tanto per farvi capire le caratteristiche precipue del loro sound. Un sound heavy metal a tutto tondo. Riescono a creare un’atmosfera di grandezza e forza che non vi dico. Senza perdersi in sbrodolamenti fin troppo tecnicisti. Hanno la tipica compattezza del power metal teutonico. “Implosion” è un album di heavy metal. Non cercate altro…

I Thornwill sono un gruppo che già al debutto possiede una bella maturità artistica. Sanno scrivere. Sanno suonare. Sanno come registrare il loro sound. Non c’è altro da pretendere da loro. Sono usciti già con un album che è un gran bel biglietto da visita. Perfetto da ogni lato che lo si possa osservare. Purtroppo l’Ungheria non ha etichetta di un certo tipo in grado di lanciare su scala mondiale i Thornwill. C’è qualche etichetta interessata a farci un bel regalo e cioè a rendere disponbile a livello mondiale un album – “Implosion” – che farebbe la felicità di molti metallari? Dio Metallo se esisti batti un colpo!

 Articolo letto 2662 volte


Pagina stampabile