Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•18/02 - Progetto Panico: Universo n.6
•18/02 - Earth to Ashes Earth to Ashes (autoproduzione) – Una bella rinconferma…
•17/02 - Giulio Casale - Inexorable (Vrec, 2019) Un grande ritorno!!
(altre »)
 
 Comunicati
•19/02 - Caba#Lo.Co & Cinici Sapori, rassegna di cabaret musicale al Circolo Arci di Osnago dal 23 Febbraio al 13 Aprile 2019
•18/02 - Jova Beach Party, attivato il tavolo tecnico tra Guardia Costiera e WWF
•18/02 - AIR - Artisti in Residenza il 18 febbraio all'Auditorium di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•19/02 - Tufello World Festival: il 22 Febbraio concerto di Ousmane Coulibaly
•18/02 - Mahmood vince anche il Festival della stampa e del media
•18/02 - La tribute band sui Nirvana piu' famosa negli States a Marzo in tour in Italia
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 30/03/2012 alle 17:41:55
Iggy Pop ambasciatore per il Record Store Day 2012
di Antonio Ranalli
Iggy Pop ha comparato la musica attuale a una bevanda di cattiva qualità. L'artista, che è ambasciatore per il Record Store Day 2012, ha pubblicato un video sul sito ufficiale dell'iniziativa suggerendo che i rocker moderni manchino di autenticità.

Iggy Pop ha comparato la musica attuale a una bevanda di cattiva qualità. Il leggendario leader degli Stooges, che è ambasciatore per il Record Store Day 2012, ha pubblicato un video sul sito ufficiale dell'iniziativa suggerendo che i rocker moderni manchino di autenticità.

"Penso ci siano periodi, come quello in cui viviamo, in cui il gioco è manipolato verso prodotti che contengono musica, un po' come quei drink a basso costo che trovi in un cattivo supermercato dove l'etichetta dice "Contiene il 10% di succo". C'è molta roba là fuori con un po' di musica dentro", ha aggiunto, "e penso che sia ok, ma mi ricorda quanto fosse stato brutto guardare "American Bandstand" (uno show musicale televisivo statunitense andato in onda dal 1952 al 1989, ndr) negli anni '50 e vedere tutte quelle infinite, vigliacche imitazioni senza palle di Elvis che l'industria americana aveva deciso di spingere sui ragazzi".

"Ho ottenuto il mio nome, la mia educazione musicale e la mia personalità", ha aggiunto Iggy parlando del suo ruolo di ambasciatore, "tutto dall'aver lavorato in un negozio di dischi nella mia tenera età. I piccoli negozi indipendenti sono sempre stati un mix di teatro e laboratorio. Nei '50 e '60 gli adolescenti si trovavano dopo scuola in quei posti per ascoltare gratis gli ultimi singoli e vedere se gli piaceva il ritmo".

Il Record Store Day, nato nel 2007 per celebrare la cultura dei negozi di dischi indipendenti americani e internazionali, quest'anno si terrà sabato 21 aprile. Come ogni anno, decine di artisti internazionali rilasceranno singoli e dischi in anteprima, oltre che edizioni speciali ed esclusive apposta per l'evento. Tra loro quest'anno ci sono Arctic Monkeys, Bruce Springsteen, Coldplay, Kasabian, Florence + the Machine, Garbage, Lana Del Ray, Laura Marling, Paul McCartney, Paul Weller, Black Keys, Clash. Sul sito del Record Store si trovano i negozi partecipanti.

 Articolo letto 4213 volte


Pagina stampabile