Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•25/03 - Will Ludford Addicted (autoproduzione – promo) – Il suono gentile
•24/03 - HOFAME - Un istante (Goodfellas) il nuovo linguaggio del pop
•23/03 - Anna Ox - Back air falcon dive (Audioglobe)
(altre »)
 
 Comunicati
•26/03 - Francesco Taskayali il nuovo album è Homecoming
•25/03 - Tornano i Metrò con il primo album
•25/03 - Ernia, il 27 marzo esce il nuovo singolo Certi giorni
(altre »)
 
 Rumours
•25/03 - Ex-Otago, in radio il singolo con Jack Savoretti
•24/03 - Francesco Renga, in radio L'odore del caffè in attesa del nuovo album
•24/03 - Achille Lauro, il 12 aprile esce 1969
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 21/02/2013 alle 17:20:53
Salviamo il pluralismo radiotelevisivo dal conflitto d'interessi: intervento di Antonio Diomede in occasione di un convegno tenutosi alla Camera dei Deputati.
di Giancarlo Passarella
Ieri 20 febbraio 2013, in occasione del convegno di Innovatori Europei tenutosi alla Camera dei Deputati, il Presidente della R.E.A. ha fatto il punto sulla disastrosa situazione in cui versa la pianificazione delle frequenze digitali.

Ieri 20 febbraio 2013, in occasione del convegno di Innovatori Europei tenutosi alla Camera dei Deputati, il Presidente della R.E.A. ha fatto il punto sulla disastrosa situazione in cui versa la pianificazione delle frequenze digitali.


Davvero interessante e' stato per tutti gli operatori, venire a conoscenza che Antonio Diomede (proprio a ridosso della tornata elettorale) ha fatto sentire la sua opinione su quel mezzo importante di pluralita' che e' la televisione italiana.

Nel comunicato stampa teste' diffuso leggiamo ..Nella giornata di ieri, 20 febbraio 2013, in occasione del convegno di Innovatori Europei tenutosi alla Camera dei Deputati, il Presidente della REA, Antonio Diomede, alla presenza di numerosi deputati, ha svolto una relazione sul tema Salviamo il pluralismo radiotelevisivo dal conflitto d'interessi. Il Presidente ha fatto il punto sui disastri provocati dalla pianificazione delle frequenze digitali ad opera dell'AGCOM e dai Bandi farsi del Ministero dello Sviluppo Economico in nome e per conto della nota politica del conflitto d'interessi. Infatti, ha sostenuto Diomede, se è vero, com'è vero, che il partito del conflitto d'interessi, con Gasparri e Romani, appoggiati dalla Lega, ha distrutto l'emittenza locale non si può dire che i partiti di opposizione, quando hanno potuto, abbiano fatto qualcosa per contrastare il partito del conflitto d'interessi. Diomede ha ricordato ai presenti che il Governo Prodi, Ministro alle comunicazioni Gentiloni, poteva far rispettare la sentenza della Corte Costituzionale che rinviava Rete 4 sul satellite, ma non lo ha fatto. Pertanto, ha concluso Diomede, nella tornata elettorale di sabato e domenica prossima, la REA appoggerà quelle forze politiche che s'impegnaranno a risanare la pianificazione televisiva restituendo alle locali i sei canali dell'ex beatyu contest e a ripristinare il sostegno all'editoria radiofonica e televisiva con una normativa che escluda qualsiasi privilegio o vantaggio alle radio-tv di partito...

Venerdi' e Sabato della scorsa settimana, l'attivo Diomede era alla Sala degli Specchi a Sanremo: tra spettacolo, concerti, targhe da consegnare e convegno, ha fatto sentire la sua voce e sempre su questo argomento che gli sta assai a cuore...

 Articolo letto 1196 volte


Pagina stampabile