Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•18/03 - Spartan Warrior Hell to Pay (Pure Steel Records) – Il ritorno del guerriero spartano…
•17/03 - Jena Lu - Le dita nelle costole (I Dischi del Minollo), il rock acustico che nasce negli anni 90
•16/03 - Madrugada - Romea ((r)esisto) l'incontro tra funk, jazz e rap in un colpo solo
(altre »)
 
 Comunicati
•18/03 - Mercoledi' 20 Marzo 2019 esce Non C'e' Un Cazzo da Ridere, disco dei napoletani TheRivati
•17/03 - Esce l'8 Aprile per MiaCameretta Records il quarto disco dei ravennati The Doormen
•14/03 - Sir Eliot Gardiner dirige l'orchestra di Santa Cecilia per i 150 anni dalla morte di Berlioz
(altre »)
 
 Rumours
•18/03 - Alan Stivell torna in Italia per tre date a marzo con la Electric Band
•15/03 - Dimartino presenta Afrodite in tour, ultime date a Roma e Bologna
•14/03 - Jacopo Ferrazza presenta Theater in trio alla Casa del Jazz
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 28/05/2013 alle 17:39:55
Max Manfredi protagonista alla Festa dell'Inquietudine 2013
di Stefania Schintu
Venerdì 31 maggio a Finale Ligure, Max Manfredi proporrà il progetto Dremong, ispirato ad «un inquieto ed inquietante orso tibetano dal carattere tradizionalmente malvagio, che ha dato origine alla leggenda dello Yeti, l’Abominevole Uomo delle Nevi».

Venerdì 31 maggio Max Manfredi sarà l’ospite della Festa dell’Inquietudine 2013 di Finale Ligure (Auditorium Chiostri di Santa Caterina, ore 21.45) con il progetto “Dremong”, accompagnato sul palco da Marco Frattini, Elisa Montaldo, Matteo Nahum, Daniele Pinceti. Al termine del concerto seguirà un incontro con Max Manfredi condotto dal giornalista Francesco Cevasco.
Artista obliquo, trasversale nei generi, dalla musica al teatro, dalla letteratura alla didattica, Max Manfredi si può considerare un cesellatore di musica e parole. In occasione della Festa dell’Inquietudine presenta le sue canzoni con il carbonio 14, ovvero, lette, rilette, edite, inedite, antiche e nuove, vecchie, mai. Sulla scena cultural-musicale da oltre vent’anni, Max Manfredi racconta di mare, di viaggi, città e metropoli, storie d’amore e di disincanto, schiaffi e carezze, evocazioni di scene meridiane o crepuscolari con una formazione elettrica e classica, innamorata dei suoni degli anni Settanta e di strumenti tradizionali particolari come il gu-qin cinese, l'autoharp e il glockenspiel.
Max Manfredi racconta del suo rapporto con l’inquietudine definendola «La non facile musa del mio operare poetico e musicale. – ed aggiunge - In questo caso lavoro con quattro musicisti inquieti (Marco Frattini, Elisa Montaldo, Matteo Nahum, Daniele Pinceti, n.d.r.) provenienti da varie scuole, di svariate ed alquanto eclettiche ascendenze. - e conclude - Il nome dell’ensemble musicale, provvisorio – sempre per inquietudine - è Dremong. Il Dremong è un inquieto ed inquietante orso tibetano dal carattere – tradizionalmente – malvagio e che tende spesso ad alzarsi sulle zampe in posizione eretta, simile agli Umani, tanto da aver dato origine, secondo alcuni, alla leggenda dello Yeti, l’Abominevole Uomo delle Nevi».
Max Manfredi ha all’attivo 5 album, il più recente in ordine di tempo è “Luna Persa” con il quale ha ottenuto importanti riconoscimenti di critica e raggiunto importanti cifre di vendita. Attualmente sta lavorando a due progetti musicali paralleli che vedranno la luce entro la fine del 2013.

Riferimenti Concerto:
Max Manfredi omaggia l’Inquietudine con il progetto Dremong
Festa Inquietudine 2013
Auditorium - Chiostri di Santa Caterina - Finale Ligure
Venerdì 31 maggio ore 21.45

Ufficio Stampa Max Manfredi
Top1 Communication
segreteria@top1communication.eu

 Articolo letto 14578 volte


Pagina stampabile