Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•10/12 - Anema, il cuore mediterraneo del Rock Progressivo.
•03/12 - Opera Oscura: romanticismo (metal) progressivo.
•01/12 - Con gli Ancestral andiamo alla ricerca del Maestro del Fato…
(altre »)
 
 Recensioni
•14/12 - Isabella Benaglia - Thegiornalisti – Roma, Riccione, Pamplona e altri lidi (Arcana)
•14/12 - DOS Duo Onirico Sonoro – Jouer Et Danser (Filabusta)
•14/12 - 181 Pegaso dell’ANC Carabinieri a Firenze Citta’ Metropolitana: volontariato, protezione civile, attenzione per i bambini, 5339 ore di impegno … musica per le nostre orecchie!
(altre »)
 
 Comunicati
•14/12 - Afragola, con i Goblin, Il Balletto di Bronzo e Vincezo Zitello si concludera' Afraka' Rock Festival
•14/12 - I Ciuffi Rossi sabato 15 dicembre a Gulp Music (Rai Gulp)
•13/12 - Diego Conti, il 18 dicembre esce l'EP Evoluzione
(altre »)
 
 Rumours
•14/12 - Gabriele Ciampi il 20 dicembre ospite di Radio Rai
•13/12 - Frank Zappa Roma, una mostra fotografica a Roma
•13/12 - Planet Funk, il ritorno con All On Me
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 03/06/2013 alle 18:12:12
Faz Waltz - Back on mondo (White zoo rec)
di Silvio Mancinelli
Un omaggio al rock britannico di alcuni anni fa, questo è il nuovo album dei comaschi Faz Waltz, “Back on mondo”. Tredici tracce che ripercorrono un po’ il rock, tra il “roll” e il glam, che abbiamo ascoltato nei primi anni 90.

Un omaggio al rock britannico di alcuni anni fa, questo è il nuovo album dei comaschi Faz Waltz, “Back on mondo”. Tredici tracce che ripercorrono un po’ il rock, tra il “roll” e il glam, che abbiamo ascoltato nei primi anni 90. Anche se non sono britannici, ad un ascolto approfondito mi viene di paragonare questo trio agli Hives che sono svedesi e forse un po’ più incazzati. Al contrario, nonostante l’esplosione delle chitarre, i Faz Waltz suonano un po’ più leggeri, virando un po’ più sul pop. Oltre il mixaggio e la produzione, che non hanno nulla da invidiare a quelli che sono gli stili inglesi e del nord Europa, fregherei anche il mio amico Nosmo, noto esperto di rock, nel riconoscere i Faz come italiani. Non so se questo è un pregio o un po’ un difetto. Vabbè siamo ai soliti discorsi. Comunque ascoltatevi “Leave her alone” e ditemi se è o non è una canzone da chart inglese! Con questo voglio dire che i ragazzi hanno stile, talento e gusto. Per questo non posso che parlare bene dei Faz Waltz e augurare loro un bel futuro, che se sarà, non sarà in Italia. E poi parlano di fuga di cervelli!

 Articolo letto 3318 volte


Riferimenti Web

Pagina stampabile