Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Filatelia e musica rock, francobolli e collezionismo discografico: le mille osmosi …
 

www.fanzine.net
 Interviste
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
•17/12 - Bobby Posner tra nostalgia, rimpianti e progetti futuri
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
(altre »)
 
 Recensioni
•17/01 - Cara Calma - Sulle punte per sembrare grandi (Cloudhead Records e Phonarchia Dischi)
•17/01 - Roberto Cacciapaglia alla fiorentina Feltrinelli: un cacciatore di perle sincroniche in un oceano di emozioni palpitanti…
•16/01 - Anema After The Sea (Sliptrick Records) – Il lato progressivo di Ortigia
(altre »)
 
 Comunicati
•17/01 - Al via la seconda stagione di Variazioni su Tema su Rai5 con Gege' Telesforo
•17/01 - Il Professor Vecchioni e la sua ossessione per il tempo
•16/01 - I Nomadi in concerto sabato 27 gennaio a Roma
(altre »)
 
 Rumours
•17/01 - Ghali il 19 gennaio a Radio 2 Live
•16/01 - Alex Zuccaro premiato a Lecce: valente musicista, arrangiatore e collaboratore di Franco Migliacci, oltre che nell'opera rock sinfonica Stabat Mater ...
•16/01 - Addio a Edwin Hawkins, star del Gospel e di Oh Happy Day
(altre »)
Rumours
Pubblicato il 01/08/2013 alle 07:37:47
Ad Aosta successo per Nile Rodgers
di Manuela Ippolito
Il concerto della rinascita di Nile
Rodgers è stato un successo: ad Aosta, nella unica data italiana del nuovo tour internazionale, lo storico produttore e chitarrista ha suonato per la prima volta da uomo guarito dal cancro.

Il concerto della rinascita di Nile
Rodgers è stato un successo: ad Aosta, nella unica data italiana del nuovo tour internazionale, lo storico produttore e chitarrista ha suonato per la prima volta da uomo guarito dal cancro.

Accompagnato dal suo gruppo funky Chic, ha tenuto in piedi e fatto ballare il pubblico del teatro Splendor per quasi tutta l'esibizione. Vivo, vivissimo, raggiante dall'alto dei suoi 60 anni, sul palco, prima che musicista, è stato un regista dall'entusiasmo contagioso.

L'annuncio ufficiale della guarigione è arrivato soltanto pochi giorni fa, via Twitter, direttamente dallo studio del suo medico. Alla vigilia della prima data della tournee con il gruppo autore di successi disco del calibro di "Dance Dance Dance" (1977), "Le freak" (1978) e "Good Times" (1979), magistralmente eseguiti anche live, nell'evento organizzato nell'ambito della rassegna "Aosta Classica".

"Invece di mostrarvi una disgustosa endoscopia vi faccio vedere lo stiloso studio del mio dottore: sto di nuovo bene!", ha scritto sul social network, scatenando la gioia dei suoi oltre 80 mila follower. La lotta contro il tumore alla prostata era iniziata nell'ottobre del 2010. Da allora l'attività del musicista di New York City non si è mai interrotta, né in studio né dal vivo. C'è la sua chitarra, oltre alla produzione, nel tormentone "Get Lucky" dei Daft Punk, registrato in studio l'anno scorso. Un successo a cui Rodgers, già produttore per Madonna e David Bowie, non è certo nuovo. E dal quale anche gruppi più recenti, come gli Alcazar, hanno saputo attingere per ben tre tormentoni, nei primi anni duemila.

La ricetta per non farsi sconfiggere dal cancro? "Non perdere la speranza, continuare a lottare e ... ascoltare buona musica!", ha dichiarato ad un giornalista dell'agenzia Ansa, mentre si dirigeva alle prove del concerto. Il primo di una serie che, in occasione dell'uscita della raccolta "The Chic Organization - Up All Night" lo porterà in giro tra Europa e Stati Uniti insieme al gruppo che fondò nel 1976 con il bassista Bernard Edward. Già da stasera quando, valicando le Alpi, suonerà a Vence (Francia). Per poi fare ritorno a casa, a New York, dove si esibirà il 19 agosto. E quindi tornare in Europa a settembre e ottobre con altre sette date tra Spagna, Regno Unito e Irlanda.

 Articolo letto 70827 volte


Pagina stampabile