Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•14/12 - Unoauno - Cronache Carsiche (Ribéss Records / Audioglobe)
•14/12 - Paul Pedana, un emergente 'alieno' nell'italo-pop
•12/12 - Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
(altre »)
 
 Comunicati
•16/12 - Han, Coma Cose e L I M: la nuova musica italiana al Largo di Roma il 16 dicembre
•15/12 - I Ciuffi Rossi sabato 16 dicembre a Gulp Music (Rai Gulp)
•14/12 - Audio 2, nuovo singolo con Libero come un aliante
(altre »)
 
 Rumours
•15/12 - Adotta un canto all'Auditorium di Roma il 15 e 16 dicembre, da Alan Lomax a De Martino e Carpitella
•14/12 - Traindeville, esce il secondo disco Caffe' Fortuna con ospiti Amy Denio, Edoardo Inglese e Stefano Saletti
•12/12 - Jovanotti, Oh, Vita! è primo in classifica
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 06/12/2013 alle 19:47:10
Bono Vox ricorda Nelson Mandela come l'uomo che non poteva piangere
di Paolo Ansali
In un articolo per il Time, dal titolo L'uomo che non poteva piangere, Bono Vox ricorda l'enorme influsso che ha avuto sulla sua vita Nelson Mandela il leader sudafricano, simbolo della lotta all'apartheid, scomparso a 95 anni.

In un articolo per il Time, dal titolo L'uomo che non poteva piangere, Bono Vox ricorda l'enorme influsso che ha avuto sulla sua vita Nelson Mandela, il leader sudafricano, simbolo della lotta all'apartheid e premio Nobel per la pace, scomparso a 95 anni.

"Come un militante qualsiasi, sin da quando ero un adolescente, facevo tutto quello che Mandela mi diceva di fare". Inizia così il ricordo di Bono Vox, il leader degli U2, da sempre in prima fila contro la segregazione razziale. In un articolo per il Time, dal titolo "L'uomo che non poteva piangere", il cantante ricorda l'enorme influsso che ha avuto Madiba sulla sua vita.

Le memorie di Bono ricalcano quella di una generazione, la stessa di Obama , che ha appena ricordato come la prima manifestazione a cui ha partecipato e' stata contro l'Apartheid. "E' stata sempre una presenza fortissima nella mia vita: penso al 1979 quando noi, gli U2, facemmo il primo concerto contro il Sud Africa razzista. Nel corso degli anni diventammo amici. Unimmo la battaglia contro il razzismo assieme a quella contro l'Aids e la povertà e la fame. Senza i suoi sforzi - ricorda Bono - nel decennio passato avremmo avuto 9,7 milioni di malati di Aids e 2,7 milioni di bimbi morti di fame in piu' l'anno".

Sempre in prima fila nei grandi maxiraduni come il Mandela Day, Bono oggi cita anche aneddoti divertenti di un leader capace con la sua semplicita' e la sua tenacia di spostare le montagne e cambiare il corso della storia. Una volta gli raccontò che riuscì perfino a ottenere una donazione di 20 mila dollari alla sua Fondazione da parte di Margaret Thatcher. "Gli chiesi, "ma come hai fatto?" E lui, sorridente, mi rispose: "Gliel'ho chiesto. Non avrai mai quello che vuoi se non lo chiedi".

 Articolo letto 17105 volte


Pagina stampabile