Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Il crollo di Twitter e Facebook: speculazione commerciale o ritorno ai rapporti umani reali?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/08 - Dai Queen a Raffaella Carra’, partendo da Colle Val D’Elsa: il duo Daniela Lotti ed Ilaria Di Pasquale, assieme a Flavio Insinna ad Amatrice ..
•16/08 - Grazy ci racconta il tormentone dell'estate Kinder Pinguì
•15/08 - I Secondamarea presentano Slow in Agritour 2018
(altre »)
 
 Recensioni
•18/08 - Closer – Event Horizon (Broken Road Records, 2018) Il metal moderno che ci piace!!
•02/08 - Matteo Perifano - Uomo Europeo l'omaggio a Battiato, Branduardi e alla musica da camera
•02/08 - “Misantropi felici” è il nuovo video dei Pennelli di Vermeer
(altre »)
 
 Comunicati
•18/08 - Gli Armonite tornano con l’album “And the Stars above”
•18/08 - Maluma, il 13 ottobre a Busto Arsizio il nuovo idolo della musica latina
•17/08 - David Garrett in Italia a ottobre
(altre »)
 
 Rumours
•18/08 - Juke – Box Cento lire tre delitti per Greta e Marlon, il nuovo libro di Arosio e Maimone
•16/08 - Madonna Day su TimMusic con 60 brani per i 60 anni della star
•10/08 - Edoardo Bennato in concerto a Vulci, unica data nel Lazio
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 30/07/2014 alle 11:14:16
Orsara Jazz: fino al 3 agosto sei giorni di festival sui Monti Dauni
di Beatrice Bonato
Dopo il BLues di Accadia tocca ad Orsara, ridente paesino dei Monti Dauni, portare il jazz in provincia di Foggia.

L’Orsara Jazz, da martedì 29 luglio a domenica 3 agosto, è pronto a celebrare la sua venticinquesima edizione, un quarto di secolo per il festival jazz più longevo della Puglia. Per 6 giorni e 6 notti, il Festival offrirà concerti, seminari, attività divulgative, conferenze e interazioni fra differenti espressioni artistiche. Tra gli ospiti dell’edizione 2014 ci sono Emanuele Cisi, Joe Magnarelli, Rachel Gould, Antonio Ciacca, Joseph Lepore, John Riley, Michele Corcella, Swing Brosse System e Lucio Ferrara.
I SEMINARI INTERNAZIONALI. Il Festival prenderà il via con i seminari internazionali di musica jazz che, anche quest’anno, saranno condotti da docenti di rilievo internazionale coordinati dal direttore Lucio Ferrara, chitarrista orsarese da anni residente a New York: Emanuele Cisi (sax), Joe Magnarelli (tromba), Rachel Gould (voce), Antonio Ciacca (piano), Joseph Lepore (basso), John Riley (batteria), Michele Corcella (composizione e arrangiamento) e lo stesso Ferrara alla chitarra. Una settimana di full immersion fra lezioni di strumento, musica d’insieme, composizione, masterclass, laboratorio per big band, combo, jam session, camminate a piedi e riflessioni in un contesto ideale per sviluppare relazioni, amicizie internazionali, approfondire la pratica dell’improvvisazione e del jazz. Oltre 10 ore di lezioni al giorno che si chiuderanno ogni sera con le Jam Session alle quali parteciperanno il batterista Dario Mazzucco e il pianista Onofrio Paciulli.
I CONCERTI. Il festival ospita soprattutto tre giorni di concerti che, dalle ore 21.00 in Largo San Michele, vedranno sul palco grandi personalità musicali, alcuni progetti speciali e gli studenti. Primo appuntamento venerdì 1 agosto con il quartetto guidato da Dario Mazzucco (batteria) e Mino Lanzieri (chitarra) con la partecipazione straordinaria di Rachel Gould. A seguire spazio all’Orsara Jazz All Stars. Sabato 2 agosto in Largo San Michele sarà la volta di Swing Brosse System, un gruppo familiare francese formato nell’estate del 2009. Il nome del gruppo deriva dall’idea dei bambini di unire l’iniziale del nome di ognuno di loro, così da creare “Brosse”. A seguire un incontro sul passato, presente e futuro del prestigioso festival che rischia la chiusura. Nel corso del festival sarà lanciata, infatti, la petizione “Orsara Musica Patrimonio immateriale della comunità di Orsara di Puglia” per difendere e sostenere il patrimonio collettivo nato nel 1990. La serata si chiuderà con l’Orsara Jazz Orchestra diretta da Michele Corcella che proporrà un omaggio dal titolo “The late Duke Ellington”. Domenica 3 agosto spazio al Workshop Final Concert che vedrà sul palco, in varie formazioni e arrangiamenti, gli allievi della scuola provenienti da tutta Italia e dall’estero. La serata ospiterà anche una performance particolare, epilogo del workshop esperienziale sinestetico curato da Enzo Nini (musicista, sax e flauto, qui in veste di sperimentatore) denominato Transitions/Trans(sensorial compos)ition”.

 Articolo letto 1329 volte


Pagina stampabile