Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•13/11 - Silvano Piari ed il mondo delle discoteche, ma anche quello de La Galleria del Disco a Firenze ..
•10/11 - Tytus: heavy rock friulano, corposo e nobile
•07/11 - Intervista a Marcello Mautone, il cantante dei Blugrana … per superare il piattume della discografia italiana.
(altre »)
 
 Recensioni
•19/11 - Eric Bibb: nuovo doppio album
•18/11 - Il perugino Massimiliano Barulli, folgorato dai Guns' n Roses, studioso dei gruppi che omaggiano le rockstar famose ..
•17/11 - Mumble Rumble – Insidious Inside (Latlantide/Edel) Bologna non è mai banale
(altre »)
 
 Comunicati
•18/11 - River (Antologia di un viaggio), opera inedita di teatro-canzone, scritta da Davide Ceddia dei CamilloRe' ..
•17/11 - Un giorno storico è il nuovo singolo di Giulio Casale
•17/11 - Il concerto di Natale? Tradizionale e solidale: a Milano si inizia il 18 Novembre ..
(altre »)
 
 Rumours
•18/11 - Pippo Pollina torna in Italia con Cento Chimere Solo Tour 2018
•17/11 - Steve Wynn e Chris Cacavas a Le Mura di Roma con Graziano Romani e Rodrigo D'Erasmo
•16/11 - Chris Cornell, in un box l'eredità artistica del rocker
(altre »)
Interviste
Pubblicato il 18/10/2014 alle 09:14:06
Fermi tutti… questo è un Hot Complotto
di Manuela Ippolito Giardi
Gli Hot Complotto inaugurano il percorso che li porterà al primo disco omonimo (in uscita il 9 novembre) con il primo singolo “Pezzi di te”, da cui è stato tratto un video, diretto dalla band stessa e realizzato dai ragazzi di Morsi All'Anima.

Gli Hot Complotto inaugurano il percorso che li porterà al primo disco omonimo (in uscita il 9 novembre) con il primo singolo “Pezzi di te”, da cui è stato tratto un video, diretto dalla band stessa e realizzato dai ragazzi di Morsi All'Anima, dove i protagonisti sono, oltre agli Hot Complotto stessi, una serie di smartphone che sembrano parlare per conto dei musicisti.

Una visione ironica del modo di comunicare contemporaneo, con accenni al modo di comunicare "trasversale" che ricorda in qualche modo il movimento Great Complotto, alla quale la band (a partire dal nome) sembra trarre ispirazione.

L’album in uscita è stato registrato a La Sauna Recording Studio di Varese, che verrà presentato con una serie di live set nei mesi di novembre e dicembre, con la prima data ufficiale il 9 novembre proprio a Varese, città natale del trio.

Quando nasce il progetto Hot Complotto?

Hot Complotto è un’idea e una necessità più che un progetto. Ci sono sempre state tantissime band nel panorama musicale italiano. Se ci facciamo più band che riscontro di pubblico in effetti. Perciò non abbiamo certo cominciato dicendo “vogliamo fare le rockstar”. L’idea parte dopo aver suonato, come tanti, cover e brani inediti nei localini di provincia, con il solito trantran di ogni band agli inizi. Altra musica, altri musicisti, noi tre come costante. L’idea era ed è partecipare, costruire qualcosa da condividere. La necessità parte dall’essere stati sempre un po’ outsiders. Mai con la gente giusta, nell’ambiente giusto, mai seguaci della moda giusta, forse anche per carattere, abbiamo inventato il nostro spazio di incontro nella musica e nel coinvolgimento emotivo che essa sa donare. Perciò, nel 2009, abbiamo intuito che in tre eravamo capaci di capirci, ascoltarci, scannarci, metterci in discussione, reinventarci insieme in qualcosa che appagasse e poi superasse i bisogni del singolo. Siamo Hot perché il nostro primo intento è “Spingere”, siamo un “Complotto” perché non vogliamo riferimenti musicali precisi, stereotipati e capaci di creare solo preconcetti. Qualità al primo posto. Certo non possiamo piacere a tutti, per fortuna!

Parlateci del vostro prossimo disco di debutto in uscita

Beh, Hot Complotto è un disco sudato, sofferto e voluto fortemente. Impariamo ogni giorno di più a prenderci cura di ogni dettaglio, da quello artistico musicale a quello manageriale e di immagine. Oggi come oggi pensiamo sia inutile chiedere, aspettarsi che una qualsiasi etichetta abbia modo di produrti, soprattutto se sei al primo album, in una pangea di progetti multi-artistici, spesso tanto validi e altrettanto sconosciuti. Abbiamo deciso perciò di prenderci cura di noi, essendo i primi a sapere chi e che cosa siamo; metterci in discussione con in mente un unico obiettivo: la qualità di ciò che produciamo. Essendo il primo, “Hot Complotto” è un disco che raccoglie il meglio di ciò che dal 2009 abbiamo composto: 11 brani selezionati tra 50 composti. Abbiamo approcciato la pre-produzione del disco con Paolo Anessi, produttore, musicista e turnista, il quale ci ha messi in condizione di capire i nostri intenti. A forza di live, prove, esperienze in giro per la penisola e qualche piccola incursione all’estero, abbiamo plasmato il carattere che oggi traspare dal disco. Tutto questo ci ha portati poi a registrare a La Sauna Recording Studio di Varese con Andrea Cajelli. Volevamo un disco puro, che sapesse imprimere il carattere, il sound e l’impatto emotivo che ci caratterizza, senza mezzi termini o pensieri per il futuro.

“Pezzi di te” è il primo video . L’idea è stata vostra?

Dura. Appagante. Stimolante. L’idea è nata per gioco, come spesso ci capita quando passiamo del tempo insieme (tanto, a volte troppo!). Il videoclip “Pezzi di te” è una visione ironica di come ci collochiamo letteralmente all’interno della tecnologia, come fosse un guanto che non siamo più disposti a sfilarci di dosso. Quello che ci ha dato di più e stata la collaborazione con Morsi All’Anima produzioni, già noti nell' ambiente hip-hop per aver lavorato con svariati rapper e per essere parte della Huga Flames Family. Accoppiata strana, ma crediamo alquanto efficace! Una vera sfida per noi, alle prese con nottate, bozzetti, mini clip, sopralluoghi e brainstorming infiniti. Una sfida anche per loro, collaborare con una band rock indipendente come la nostra. Il risultato è un video in assoluto stile Hot Complotto, fotografia di Emanuele d'Amato, montaggio e consulenza di Dino Dispenza (Dydo - Huga Flames). Scritto e diretto da Hot Complotto.

Ci sono dei modelli di riferimento a cui vi ispirate in Italia e/o fuori?

Musica che ci piace e coinvolge… tantissima e di svariati stili e forme. Musica, arte visiva e sperimentale si toccano e intersecano continuamente. Ognuno di noi ha il proprio background musicale, che inevitabilmente influisce sul nostro approccio allo strumento e che cerchiamo di fondere al meglio quando componiamo. Dai Beatles ai Metallica, Muse ecc., da Lucio Battisti ai Diaframma, Subsonica e Fratelli Calafuria. Mozart, Bach, Dvořák, fino a Miles Davis, Michael Jackson e Notorious BIG; passando poi per la sperimentale Bauhaus, il punk dei Crass, Blur, Jack White, Nirvana, Foo Fighters, Audioslave e palate di anni ’90.

Come descrivereste un vostro live?

Ci piace introdurre suoni e modi differenti di produrre suoni durante le nostre esibizioni. Spesso ci accompagniamo con bombolette spray, bidoni in stile stomp, tastiere di computer, smartphone, ecc. Venite a vederci ad uno degli show del tour e vi farete una vostra personale idea! Difficile dire altro, perché entriamo in una sorta di trance tutta nostra mentre suoniamo! In quel momento c’è solo musica e contatto con le persone che vengono a sentirci. Noi stessi siamo più tramiti che altro.

 Articolo letto 3687 volte


Pagina stampabile