Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
DVB-T2, il digitale terrestre di seconda generazione ed il rilascio della banda 700 entro il 2022
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Improvvisa scomparsa del bassista Angelo Nacca: ne parliamo con Stefano Ferro ..
•15/10 - Pierluigi De Luca, 30 anni di musica sulla strada dove camminare
•13/10 - Foscor, ombre catalane .. tra dark rock e metal ..
(altre »)
 
 Recensioni
•19/10 - Giuni Russo – Armstrong (GiuniRussoArte/Pirames, 2017)
•16/10 - Davide Viviani - L'Oreficeria
•15/10 - Procol Harum- Roma (Auditorium Parco della Musica) 9/10/2017
(altre »)
 
 Comunicati
•20/10 - Rkomi, nuove date per Io in Terra Tour
•20/10 - Rodrigo D’Erasmo firma la sua prima colonnna sonora per il cinema
•19/10 - Negramaro, nuovo tour negli Stadi nel 2018
(altre »)
 
 Rumours
•20/10 - Andrea Ramolo a Le Mura di Roma, ultima data del suo Nuda Italian Tour
•19/10 - Cristina D'Avena, ecco i big che duettano in Tutti cantano Cristina
•18/10 - Solitude 2.0 nuovo video e singolo per i Mantram
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 10/05/2015 alle 23:15:32
Nina Zilli – Roma (Auditorium Parco della Musica) 09/05/2015
di Antonio Ranalli
Un pubblico espansivo ha accolto all’Auditorium Parco della Musica di Roma Nina Zilli. In una scenografia molto curata, ricca di luci ed effetti video, la cantante di Piacenza è salita sul palco alle 21:20 circa, offrendo tutte le sue canzoni.

Un pubblico espansivo ha accolto all’Auditorium Parco della Musica di Roma Nina Zilli (nella foto di Giovanni Buonomo). In una scenografia molto curata, ricca di luci ed effetti video, la cantante di Piacenza è salita sul palco alle 21:20 circa, offrendo tutte le sue migliori canzoni dei suoi tre album, oltre ad un paio di cover, in una delle quali è stato ospite Frank Matano.

Uno spettacolo “all’americana”, dove Nina Zilli si è confermata grande performer, coinvolgendo fin dal primo brano il pubblico, soprattutto quello maschile, con sorrisi, ammiccamenti, cambi d’abito favolosi e scendendo tra la gente, con baci e strette di mano. Nina Zilli si è esibita con grazia e stile, raccogliendo così un meritato consenso da un pubblico numeroso ed eterogeneo. Successo probabilmente aumentato anche grazie alla sua apparizione, in qualità di giurato, al programma televisivo “Italia’s Got Talent”, ma è indubbio che la musica resta la terra promessa della cantante, che nei suoi show non manca di guardare al mondo della musica r’n’b, e soprattutto all’epopea della Motown di Detroit e della Stax di Memphis. Ad applaudirla, in questa data del “Frasi&fumo Tour”, anche alcuni vip in platea, da Beppe Fiorello a Carlo Massarini.

Ad aprire le danze è stata la band, sulle note di “Intro (Cirronembi)”, appunto musicale che ha accolto Nina Zilli, fasciata in un abito lilla alla caviglia e sandali rossi con tacchi vertiginosi. La cantante ha subito donato al suo pubblico “Frasi & Fumo”, brano che da anche il titolo al suo recente album. E proprio i brani di questo ultimo lavoro hanno caratterizzato il primo set, da “Luna spenta” a “Sola”, passando però per il classico “50 mila”, e proseguendo con “L'inferno”, “Dicembre”, “Fra il divano e le nuvole”, “Penelope” e la cover di “Se bruciasse la città”.

Nina Zilli protende le braccia verso il pubblico dell’Auditorium con un gesto molle, come se affondasse la mani in un cuscino di piume. La “lady nera” della musica italiana ha sfoderato le armi del suo mestiere: scenografia da musical hollywoodiano e fasci di luci roteanti; ben tre abiti di scena vistosi, disegnati sul suo corpo impeccabili; un repertorio che alterna romanticismo a ritmi r’n’b; e soprattutto un imperituro sorriso, che accompagna tutti i più scontati mezzi di seduzione di una donna bellissima che vuole conquistare e allo stesso tempo tenere le distanze.

A fare da cerniera tra il primo e il secondo set è un video animato, presumibilmente ispirato al cartone animato “La linea” di Osvaldo Cavandoli.

Nina ritorna con un bellissimo abito bianco e nero e stivali senza tacco, per dare vita al secondo set, più acustico, dove prende parte anche un violoncellista. Ad aprire questo set è “Per le strade”, tratto dal secondo disco dell’artista e che porta anche la firma di Pacifico. Quindi “Dormi dormi”, “Tutto bene”, “Bellissimo”, “Per sempre”, “Una breve vacanza” e “Lasciatemi dormire”. A sorpresa arriva sul palco Frank Matano, che con la Zilli partecipa all’ultima edizione di “Italia’s Got Talent”. I due hanno improvvisato, decisamente fuori programma, “Buonasera (signorina)”, classico di Frank Buscaglione. Un simpatico siparietto, che si è concluso con la Zilli cantare “Buonasera Frank Matano, kiss me goodnight”. Quindi tutti in piedi per “L’amore verrà” (cover del classico Motown “You Cun’t Hurry Love” delle Supremes” e “Bacio d'a(d)dio”. E sulle note di quest’ultimo brano la Zilli è uscita di corsa per prepararsi per l’ultimo set.

Minigonna e giacca nera sono stati il piatto forte per il gran finale. La nostra flirta con il pubblico, quasi a voler dire “Volete una canzone speciale da me?”. E così mette sul piatto, una dopo l’altra, “#RLL (Riprenditi le lacrime)”, “Lei dice”, “L'uomo che amava le donne”, “L'amore è femmina”, per poi concludere con una soprendente versione di “You Shook Me All Night Long” degli AC/DC.

 Articolo letto 1829 volte


Pagina stampabile