Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La rivoluzione tecnica del digitale terrestre: manca poco, ma ... siamo pronti?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•17/02 - Fleshgore…dalla ex cortina di ferro con furore…
•12/02 - Angelus Rock infreddolito: Roberto Cacciapaglia inizia il tour russo e poi il 5 Marzo parte quello italiano da Firenze ..
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
(altre »)
 
 Recensioni
•22/02 - Shahyid Legacy Gateways (autoproduzione) – Anche le Maldive suonano Heavy Metal!
•20/02 - Straight Hate Every Scum is a Straight Arrow (Deformeathing Production) – Polonia violenta
•19/02 - The Bankrobber – Missing (VRec) .. post punk vellutato, l'incontro con il pop e la new wave ..
(altre »)
 
 Comunicati
•23/02 - Slow Music progetta un nuovo mondo sonoro
•23/02 - Annalisa sabato 24 febbraio a Gulp Music (Rai Gulp)
•22/02 - I Caracas di Stefano Saletti e Valerio Corzani il 23 febbraio al Ketumbar di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•23/02 - Leftlovers, nuovo singolo Ilaria Graziano & Francesco Forni
•22/02 - Ossigeno con Manuel Agnelli su Rai 3 dal 22 febbraio
•22/02 - Matthew Lee e Patrizia Cirulli il 28 febbraio a Rock File Live!
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 11/09/2015 alle 18:57:16
Wolfe Tones allo Scholars Lounge di Roma (10/9/2015)
di Paolo Ansali
Primo concerto italiano dei Wolfe Tones, storico gruppo folk irlandese con 52 anni di attività alle spalle, che non aveva mai suonato nel nostro Paese. Sono arrivati allo Scholars Lounge di Roma per due attese date.

Primo concerto italiano dei Wolfe Tones, storico gruppo folk irlandese con 52 anni di attività alle spalle, che non aveva mai suonato nel nostro Paese. Sono arrivati allo Scholars Lounge di Roma per due attese date.

Sembra incredibile che un gruppo con 52 anni di carriera alle spalle non abbia mai suonato in Italia. I leggendari Wolfe Tones sono finalmente arrivati a Roma grazie alla volonta’ degli organizzatori dello Scholars Lounge (Via del Plebiscito, 101) che festeggia dieci anni di attivita’. La band è nata a Dublino nel lontano 1963 e oggi sono rimasti i fondatori Brian Warfield (voce, banjo), Noel Nagle (flauto, Uillean pipes, voce) e Tommy Byrne (voce, chitarra). Il loro sound viene definto “Irish rebel music” e prendono il nome da Theobald Wolfe Tone, ribelle e patriota. L’atmosfera molto calda e accogliente da pub si riscalda subito appena i tre musicisti salgono sul palco. Alle loro spalle c’è anche uno schermo con varie immagini della storia irlandese che accompagna le canzoni.

Il primo brano in scaletta “Sunday Bloody Sunday” non è la famosa canzone degli U2 ma venne pubblicata da John Lennon nel doppio album “Some Time in New York City”. La “maledetta domenica” e’ quella del 30 gennaio ’72 quando le truppe inglesi uccisero alcuni manifestanti a Derry. Warfield è la mente dei Wolfe Tones, autore dei brani, quasi tutti originali anche se ci sono alcuni traditional. Titoli come “Hibernia”, “Cliffs”, “My Heart Is In Ireland” parlano chiaro. Ascoltando queste sonorità, a tratti trascinanti e in altre malinconiche, sembra davvero di essere proiettati nella verde Irlanda pur essendo a due passi da Piazza Venezia. Non puo’ mancare l’inno del Celtic Glasgow ovvero “Celtic Symphony” scritto per il centenario della squadra. Con un coro da stadio viene riproposto nel finale dopo due ore di show dove i Wolfe Tones non si sono risparmiati. Dopo la prima data di ieri stasera si bissa allo Scholars Lounge.


Per ulteriori informazioni: info@scholarsloungerome.com /
+39 06 6920220

Condividi su Facebook



 Articolo letto 1802 volte


Pagina stampabile