Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•10/12 - Anema, il cuore mediterraneo del Rock Progressivo.
•03/12 - Opera Oscura: romanticismo (metal) progressivo.
•01/12 - Con gli Ancestral andiamo alla ricerca del Maestro del Fato…
(altre »)
 
 Recensioni
•11/12 - Bucalone: Bucalone (Autoprodotto)
•10/12 - Johnny Casini: Port Luis
•09/12 - Grandi insegne il grande allibratore - Ad oggi mancano, parlare del persona in maniera originale
(altre »)
 
 Comunicati
•11/12 - Sono i Thirty Seconds To Mars i primi big al Pistoia Blues 2019
•11/12 - A Pistoia la prima Blues City Club nelle vie del centro storico
•11/12 - Elisa il 12 dicembre a Rai Radio 2
(altre »)
 
 Rumours
•10/12 - Siae sulla tragedia di Ancona: per noi la sicurezza delle persone è al primo posto ma non rientra nei nostri compiti
•09/12 - Tragedia di Ancona, appello di Assomusica
•08/12 - Premio Ciampi 2018 a Livorno la serata finale con De Sio e Vecchioni
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 25/01/2016 alle 19:44:35
XIV Premio De André: vincono ex aequo Blindur e Marco Greco, Luciano D'Abbruzzo e La Suonata Balorda
di Alessandro Sgritta
Si sono concluse le finali del XIV Premio Fabrizio De André: vincitori ex aequo Blindur e Marco Greco per la sezione canzone d'autore, Luciano D'Abbruzzo e La Suonata Balorda per i migliori interpreti, premiati anche Piero Pelù e Cristina Donà.

Si sono concluse le finali del XIV Premio Fabrizio De André: vincitori ex aequo Blindur e Marco Greco (a sinistra e a destra nella foto con Dori Ghezzi) per la sezione canzone d'autore, Luciano D'Abbruzzo e La Suonata Balorda per i migliori interpreti, premiati anche Piero Pelù e Cristina Donà.

Cala il sipario sul XIV Premio Fabrizio De André: il 22 e 23 gennaio 2016 alla Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica di Roma si sono svolte le finali della 14esima edizione della kermesse che si avvale della direzione artistica di Luisa Melis e Massimo Cotto, che ha condotto la serata con la collaborazione di Dori Ghezzi (Presidente della Giuria).

Piero Pelù, che si è esibito la prima sera con un emozionante set pianoforte e voce di sei brani, ha ricevuto il Premio De André alla Carriera, mentre Cristina Donà, che si è esibita la seconda sera accompagnata da Saverio Lanza, ha ricevuto il Premio per la reinterpretazione dell'opera di Fabrizio, e ha cantato "Rimini", "La ballata dell'amore cieco" e "La canzone di Marinella", dedicando poi la sua "Universo" al nipote di Faber che ascolta le sue canzoni.

Nel corso delle due serate, si sono alternati sul palco della Sala Petrassi numerosi altri ospiti d'eccezione e i 12 finalisti del Premio. Da segnalare i Tetes de Bois con un omaggio a Leo Ferré e "La canzone dell'amore perduto" di Faber, Fausto Mesolella che prima ha cantato "Quello che non voglio" (testo di Stefano Benni scritto per De André e musicato da Mesolella), e poi ha accompagnato alla chitarra Vincenzo Costantino Cinaski che ha letto alcune sue poesie, Gianni Cicchi ex batterista dei Diaframma che ha parlato della scena fiorentina degli anni '80 (la Rokkoteca Brighton) e della cooperativa Doc Servizi, il cantautore romano Piergiorgio Faraglia vincitore dello scorso anno con "L'uomo nero", accompagnato da Saverio Capo e Armando Serafini, Enrico Nigiotti che ha cantato "Una storia sbagliata" di De André e Lelio Morra da Napoli in apertura della seconda serata. Cristina Donà farà parte anche di un nuovo progetto su De André che partirà il 3 marzo da Correggio.

Tra i vincitori dell'edizione 2015, come lo scorso anno, ci sono stati due ex aequo: Luciano D'Abbruzzo (con "L'ultima festa") e La Suonata Balorda con "Sangue amaro" (tra Capossela, Pogues e Ciampi) si sono aggiudicati il "Premio Miglior interprete"; mentre il cantautore romano Marco Greco (che si è esibito la prima sera con "Sconosciuti") e i Blindur con "Canzone per Alex" (duo di Napoli, il nome significa "cieco" in islandese) hanno vinto la sezione "Canzone d'autore". A Mariano Macale del collettivo Cardiopoetica, è andato il premio della sezione Poesia, mentre Carlo Valente ha avuto il premio dei lettori di Repubblica.it. In giuria tra gli altri Mariella Nava, Anna Bischi Graziani, Fausto Mesolella e Piero Cademartori.

Il Premio, patrocinato dalla Fondazione Fabrizio De Andrè, questanno si è avvalso della collaborazione di ICompany, Doc Servizi e Freecom. Inoltre, grazie alla sinergia con Sounday, sarà pubblicata in tutti gli store online (tra cui iTunes, Spotify e Deezer) la compilation ufficiale con i brani dei 12 finalisti in gara.

Condividi su Facebook




 Articolo letto 1572 volte


Pagina stampabile