Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Il crollo di Twitter e Facebook: speculazione commerciale o ritorno ai rapporti umani reali?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/08 - Dai Queen a Raffaella Carra’, partendo da Colle Val D’Elsa: il duo Daniela Lotti ed Ilaria Di Pasquale, assieme a Flavio Insinna ad Amatrice ..
•16/08 - Grazy ci racconta il tormentone dell'estate Kinder Pinguì
•15/08 - I Secondamarea presentano Slow in Agritour 2018
(altre »)
 
 Recensioni
•18/08 - Closer – Event Horizon (Broken Road Records, 2018) Il metal moderno che ci piace!!
•02/08 - Matteo Perifano - Uomo Europeo l'omaggio a Battiato, Branduardi e alla musica da camera
•02/08 - “Misantropi felici” è il nuovo video dei Pennelli di Vermeer
(altre »)
 
 Comunicati
•18/08 - Gli Armonite tornano con l’album “And the Stars above”
•18/08 - Maluma, il 13 ottobre a Busto Arsizio il nuovo idolo della musica latina
•17/08 - David Garrett in Italia a ottobre
(altre »)
 
 Rumours
•18/08 - Juke – Box Cento lire tre delitti per Greta e Marlon, il nuovo libro di Arosio e Maimone
•16/08 - Madonna Day su TimMusic con 60 brani per i 60 anni della star
•10/08 - Edoardo Bennato in concerto a Vulci, unica data nel Lazio
(altre »)
Rumours
Pubblicato il 26/01/2016 alle 18:16:03
Per Michele Anelli e' il momento di Giorni Usati, il suo nuovo disco con la collaborazione di Paolo Iafelice
di Francesca Odette Croxignatti
Il nuovo album si apre con uno dei due singoli Lavoro senza emozioni per terminare con la title track! Un cd con immagini sgranate: in cabina di regia di Paolo Iafelice, gia' al lavoro con Fabrizio De Andrè, Vinicio Capossela ..

Il nuovo album si apre con uno dei due singoli Lavoro senza emozioni per terminare con la title track! Un cd con immagini sgranate: in cabina di regia di Paolo Iafelice, gia' al lavoro con Fabrizio De Andrè, Vinicio Capossela ..

La prima notizia è che Michele Anelli si è affidato all'ufficio stampa curato da Libellula, realtà piemontese come lui, fulcro di un sacco di nuovi dischi interessanti. Disco precedente era Sono Sempre nei Guai.

Per lanciare questo lavoro, ha testualmente dichiarato ..Ho in mente questo nuovo album da molti anni. L’ho disegnato, sognato, respirato per lungo tempo. La realizzazione di questo disco è quanto di più personale e importante abbia mai fatto, perché condensa una musicalità che ho sempre sfiorato ma che non ero ancora riuscito a focalizzare. Sono molto soddisfatto del risultato finale, che sento di poter dire mi rappresenta appieno. E’ stato eccitante e stimolante sentirlo crescere e raggiugere nuovi orizzonti: l’impasto sonoro non è frutto del caso ma di incroci che ne hanno determinato la scelta stilistica. Il tastierista Andrea Lentullo ha caratterizzato e reso reale un mood a cui ambivo da tempo, é riuscito nell’intento di dare luce a quelle idee che erano ancora in penombra. Il contrabbasso di Matteo Priori è il collante fluido, energico e costante di una sezione ritmica variegata per l’apporto di più batteristi: Stefano Bertolotti per l’indole e passione rock, Nik Taccori per le venature soul e l’atteggiamento propositivo in fase realizzativa e Sergio Quagliarella per la sensibilità mostrata nel brano conclusivo del disco ..

In questo disco è stato importante anche l’apporto degli altri musicisti che si sono inseriti nei brani con dolcezza e passione, come la tromba di Francesco Giorgio e la chitarra suonata da suo figlio Elia. Le parole delle canzoni invece sono l’espressione di più suggestioni, nate attraverso incontri con le persone nel corso del tempo. Il tema costante del mondo del lavoro e dei nostri tempi è diluito attraverso gli occhi e l’esperienza delle persone.

Dice il nostro diretur Giancarlo Passarella ..Sono felice che Michele abbia partorito un nuovo progetto e la foto di copertina mi sembra renda bene l'idea: lo vediamo stanco, ma felice.. con la fedele chitarra e le mani sopra la testa! Gesti semplici, ma simbolici ..

Nei brani contenuti in Giorni Usati, tracce di letture di autori come John Berger, Robert Ward, Patti Smith, Robert Penn Warren, Giorgio Manzini. Lontana la voglia di intellettualizzare il lavoro, tanta la voglia collegare mondi diversi ma paralleli nei contenuti, cogliendone le emozioni ..

Condividi su Facebook



 Articolo letto 670 volte


Pagina stampabile