Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•25/03 - Will Ludford Addicted (autoproduzione – promo) – Il suono gentile
•24/03 - HOFAME - Un istante (Goodfellas) il nuovo linguaggio del pop
•23/03 - Anna Ox - Back air falcon dive (Audioglobe)
(altre »)
 
 Comunicati
•24/03 - Nek, il 10 maggio nuovo album e poi tour internazionale
•24/03 - Gli America tornano a luglio in Italia
•24/03 - Ruvio presenta il suo primo disco omonimo a Na cosetta
(altre »)
 
 Rumours
•24/03 - Francesco Renga, in radio L'odore del caffè in attesa del nuovo album
•24/03 - Achille Lauro, il 12 aprile esce 1969
•24/03 - Marco Mengoni inaugura le performance live di Apple Music
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 03/03/2016 alle 23:52:23
Infection Code L’Avanguardia Industriale (Argonauta Records) – massacro e distruzione
di Emanuele Gentile
“L’Avanguardia Industriale” è una cupa visione della nostra società senza alcun barlume di speranza.

“L’Avanguardia Industriale” è una cupa visione della nostra società senza alcun barlume di speranza.

L’ascolto dell’EP degli Infection Code mi sembra il perfetto adattamento in musica dell’avvertimento del sommo poeta Dante. Ovverossia “Abbandonate ogni speranza…”. Già non solo c’è l’abbandono e la spogliazione di qualsiasi sembiante di umano, ma si entra in una dimensione dove il buio e la sofferenza la fanno da padrone. Appunto questa speranza raminga ancella cacciata e violentata da una società tetra e tetragona. Una società che basa il proprio essere sul continuo massacro di parvenze umane e conseguente distruzione.

La visione del mondo di oggi che i piemontesi hanno è velata da un pessimismo senza fine. E’ una profezia che si avvera da solo in quanto non c’è nessun “tool” capace di opporvisi. Un mondo simile a un moderno Moloch che mangia i propri figli. Che ha bisogno del continuo ed incessante sacrificio di noi tutti. Un mondo che è un inferno tangibile. In cui sofferenza chiama sofferenza. Dolore chiama dolore. Annientamento chiama annientamento. Una fotografia, ammettiamolo, piuttosto veritiera del mondo di oggi. Anzi non è una fotografia è il mondo stesso. Un incubo senza fine.

“L’Avanguardia Industriale” è il secondo EP per gli Infection Code. Infatti, ne produssero un altro nel 1999 freschi di formazione. Il suo titolo era “H.I.V. 999”. Da allora hanno prodotto con bella frequenza ben cinque album. L’ultimo dei quali intitolato “La Dittatura del Rumore” è del 2014. Con il tempo gli Infection Code sono diventati uno dei gruppi di punta della scena Industrial italiana in virtù di un eccellente lavoro di decostruzione del suono. Un lavoro di decostruzione che ne mette in piena luce le piaghe e le sofferenze. Gli Infection Code invece di costruire per costruire decostruiscono per costruire. Un approccio per lo meno originale ed interessante.

Lasciatevi distruggere da questi novelli “Virgilii” che vi prenderanno per mano e vi faranno assistere al “Daily Horror Show” che è diventato il nostro povero pianeta…

Tracks-list:

"Cupavanguardia";
"Martire";
"Origine";
"Grigio".

Crediti fotografici: La copertina mi è stata inviata dall’agenzia che sta curando la promozione dell’album.





 Articolo letto 824 volte


Pagina stampabile