Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•20/03 - Andrea Andrillo: Uomini, bestie ed eroi
•20/03 - St. Madness Bloodlustcapades (autoproduzione - promo) – Heavy Metal Heavy Metal
•19/03 - Soul Island: Shards
(altre »)
 
 Comunicati
•20/03 - La cantautrice ternana Daria pubblica il nuovo singolo Prima di Partire, definita una ballad rock ....
•19/03 - Noa, il nuovo album è prodotto da Quincy Jones
•18/03 - Mercoledi' 20 Marzo 2019 esce Non C'e' Un Cazzo da Ridere, disco dei napoletani TheRivati
(altre »)
 
 Rumours
•20/03 - Sfera Ebbasta, ad aprile i genitori entrano gratis ai concerti
•19/03 - Morgan apre la rassegna A tu per tu con...al Teatro Golden di Roma
•18/03 - Alan Stivell torna in Italia per tre date a marzo con la Electric Band
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 31/03/2016 alle 14:03:55
Silversnake Michelle: Her Snakeness
di Paolo Polidoro
ono 14 gli inediti in studio di nuovo pugno che la bellissima Micaela Battista, in arte Silversnake Michelle

Sono 14 gli inediti in studio di nuovo pugno che la bellissima Micaela Battista, in arte Silversnake Michelle, racchiude in questo nuovo scrigno di rock d’autore, notturno ed epico, di lontani riverberi e forte di qualche amuleto antico di generazioni e di ere.

Si intitola “Her snakeness”, c’è molto erotismo e sensualità, c’è molta psichedelia e moltissime strutture che riportano al prog vecchia maniera, ma per il resto, inglese a parte che non convince molto nella pronuncia, direi che il disco di Michelle ha un caos interno che è fascino e seduzione, che cambia forma quasi ad ogni ascolto e mai, dico mai, si rende prevedibili e riconoscibile nelle sue soluzioni.

Le melodie non sono certamente il suo forte ne le trovo ricche di appigli per il popolo comune, di certo l’opera è destinata ad un pubblico ben selezionato e altrettanto deciso a mettere da parte la forma canzone che tutti conosciamo, e poi c’è il leitmotiv di tutto il disco: il tempo che passa, i segni che lascia, i serpenti come metafora di propria intimità che io, personalmente parlando, colgo come l’esperienza del nostro percorso di vita, quello più segreto fatto di cose belle e di cose brutte, quello che dobbiamo forse nascondere e farlo sgusciare quando nessuno lo vede, proprio come i serpenti.

Il rock epico di Silversnake Michelle forse risente troppo della sua formazione teatrale ma rende comunque sfacciata la voglia e l’energia di una donna e del suo immenso mondo da comunicare agli altri.

 Articolo letto 486 volte


Pagina stampabile