Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dal 1 Gennaio 2019 sul digitale arriva la Tv Svizzera di Lingua Italiana
 

www.fanzine.net
 Interviste
•15/12 - Musica e parole, vedrai che ci salveranno: incontriamo Gioacchino Cottone dei Jack & The Starlighters ..
•10/12 - Anema, il cuore mediterraneo del Rock Progressivo.
•03/12 - Opera Oscura: romanticismo (metal) progressivo.
(altre »)
 
 Recensioni
•15/12 - Gianni Maroccolo - Alone vol.1 (Contempo records) la ricerca di nuovi linguaggi musicali
•14/12 - Isabella Benaglia - Thegiornalisti – Roma, Riccione, Pamplona e altri lidi (Arcana)
•14/12 - DOS Duo Onirico Sonoro – Jouer Et Danser (Filabusta)
(altre »)
 
 Comunicati
•16/12 - XXII Music Day Roma il 16 dicembre con Djivas, Dell'Orso, Pipitone e Kutso
•15/12 - Io vado a Genova, artisti uniti per la città di Genova
•15/12 - Martina Attili, pronto l'EP di debutto della rivelazione di X Factor 2018
(altre »)
 
 Rumours
•16/12 - Laura Pausini, oltre 25 mila fan a Milano
•16/12 - Il posto giusto di Ghita Casadei il 16 dicembre al Teatro Parioli
•15/12 - Stella Giorgi è Sopra una nuvola
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 25/04/2016 alle 12:06:50
Less than a cube - Omonimo (Autoprodotto)
di Silvio Mancinelli
Da Torino proviene una realtà interessante: i Less than a cube che non il loro album omonimo sfornano un disco nettamente superiore a quelli di tanti altri.

Da Torino proviene una realtà interessante: i Less than a cube che non il loro album omonimo sfornano un disco nettamente superiore a quelli di tanti altri.

Sono nove canzoni che portano l'ascoltatore a ricordare il decadentismo degli Interpol o i Placebo meno pomposi.



Si tratta di un trio dove la voce maschile, molto wave ma in alcuni casi un po' “calante”, si incrocia, in alcuni tratti, con quella femminile. Si potrebbe pensare ad un power trio, ad una punk band, ma in realtà quello che si richiama è un rock stile Editors o Interpol appunto. Ascoltare “Night song” significa ascoltare un Lou Reed che dopo l'esperienza coi Metallica, si incrocia con i Mad Season. È un disco che ha varie letture sonore ma lascio all'ascoltatore interpretarle, tra chitarre taglienti e distorte e ambienti intimi. “Blue Grass”, il primo singolo estratto, si avvale della chitarra di Amaury Cambuzat degli Ulan Bato.
Tracklist
1. Monovolt
4:40
2. Revolution
3:25
3. Not forget
4:51
4. Night song
7:21
5. Blue Grass
3:45
6. Escape plan
5:37
7. The world on fire
4:22
8. Dear secret
6:11
9. The dust
3:22


Condividi su Facebook




 Articolo letto 775 volte


Riferimenti Web

Pagina stampabile