Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Quel baffo ubriaco di Francesco Gabbani e l'humour inglese ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/05 - Il ricordo di VeneziA, da Sciacca, genio, sregolatezza e talento
•20/05 - Francesco Mascio: Jaggae e' una nuova unione tra jazz e reggae
•18/05 - Misuriamoci con un pubblico vero: con noi quel felino di Franz Campi
(altre »)
 
 Recensioni
•27/05 - Howe - Don't step on the snails (Lole Records / Believe Digital)
•24/05 - Flame Parade – A New Home (Materiali Sonori 99132) new folk rock, con Neil Young e Stephen Stills che si sono trasferiti nell'alto Valdarno
•23/05 - Lara Molino - Forte e Gendile
(altre »)
 
 Comunicati
•28/05 - Fabio Concato, nuovo album con il trio di Paolo Di Sabatino
•28/05 - Paola Turci, pronta per il tour estivo
•27/05 - IZI, dopo il primo posto dal 1 giugno in tour
(altre »)
 
 Rumours
•28/05 - Enrico Pieranunzi e la New Talents Jazz Orchestra il 28 maggio all'Auditorium di Roma
•28/05 - Claudio Lolli, il nuovo album è Il grande freddo
•27/05 - 12 milioni di views per Volare di Fabio Rovazzi e Gianni Morandi
(altre »)
Interviste
Pubblicato il 31/12/2016 alle 09:58:50
Un dolce lampo generativo in una cattedrale post futurista: con noi il duo La Forma delle Nuvole...
di Patty Busellini
Giulia e Dario, anzi Dario e Giulia! Sicuramente la Fumagalli con Antonetti: mi correggo perche' sono Dario Antonetti con Giulia Fumagalli! In ogni caso da oggi bisogna parlare del loro disco Il debutto! griffato La forma delle nuvole..

Giulia e Dario, anzi Dario e Giulia! Sicuramente la Fumagalli con Antonetti: mi correggo perche' sono Dario Antonetti con Giulia Fumagalli! In ogni caso da oggi bisogna parlare del loro disco Il debutto! griffato La forma delle nuvole..

Con intento antigravitazionale, nel 2009 abbiamo intervistato Dario Antonetti, un cantautore psichedelico indipendente omino vegetale e figlio dei Pink Floyd.

Quell'incontro l'abbiamo voluto intitolare Una mente rock fervida e psichedelica: Dario Antonetti dai Kryptasthesie al Vegetable Man Project ..., pensando così di fotografare un suo preciso momento riflessivo, in una lunga carriera artistica. Ci sbagliavamo ..

Un forte saluto a Dario e Giulia: la prima domanda appare scontata, ma è naturale … come vi siete incontrati?
Giulia = Ci siamo incontrati per la prima volta ad un concerto degli Eva Nella Neve, il mio primo gruppo. Dario era venuto a sentirci e ricordo che mi aveva chiesto se sarei stata disponibile a mettere la mia voce sui nuovi brani che aveva in mente di registrare. La cosa si è realizzata qualche anno dopo, nel 2011, quando ho collaborato con lui per la prima volta, registrando la mia voce su “Il rigore esistenziale”, per l’omonimo CD. In seguito mi ha chiesto di entrare a far parte del suo gruppo di allora, La Svolta Psichedelica, come seconda voce. Da lì è iniziata la nostra storia musicale insieme, nonché la nostra storia d’amore!
Dario = E’ la prima volta che sto con un elemento della band!

Sbaglio o le vostre storie artistiche hanno avuto percorsi diametralmente opposti?
Dario = Più che altro si potrebbe dire che i nostri percorsi hanno avuto partenze piuttosto dislocate nel tempo data la differenza di età. Per il resto è tutto solo caro buon vecchio rock’n’roll!

La curiosità è d'obbligo: un nome così originale (e poetico) come La forma delle nuvole, come è nato? Vi rappresenta totalmente?
Dario = L’idea di partenza è scaturita dal contenuto di un libro di cosmologia che stavo leggendo, per assonanza con un concetto in esso espresso circa la necessità, per la scienza, di andare oltre i suoi metodi consueti, al fine di comprendere ciò che sta oltre i suoi confini.
Giulia = Io ricordo che Dario mi stava raccontando di questo libro e ad un certo punto si è messo ad elencare una serie di cose e fenomeni esistenti in natura…quando ha nominato la forma delle nuvole, ci siamo illuminati entrambi…aveva un suono così bello che abbiamo pensato immediatamente di farlo diventare il nome del nostro progetto musicale! Sì, ci rappresenta totalmente, per vari aspetti: per la mutevolezza delle nuvole, che possono prendere qualsiasi forma…allo stesso modo, noi non ci poniamo limiti per ciò che la nostra musica può essere e diventare. C’è poi l’elemento della leggerezza, la dimensione in cui ci piace stare e che ci permette di essere noi stessi… e che ha in sé anche la gioia, che proviamo quando suoniamo e che speriamo di trasmettere a chi ci ascolta.

L'aspetto delle nubi, la densità e colori, dipendono dalla natura dei loro componenti e dalle condizioni atmosferiche: si può fare un parallelo tra queste considerazioni meteorologiche ed il vostro progetto artistico?
Giulia+Dario = Sicuramente sì! Anche la nostra Forma delle Nuvole dipende dai componenti, ovvero noi due, e dalle condizioni psico-umorali-fisico-spirituali-emozionali, in cui siamo immersi! Alcune canzoni sono dense, altre leggerissime. Alcune sono blu, altre decisamente a pois! A noi non resta che sintonizzarci e decidere chi suonerà il basso e chi la chitarrina.

E' vero che il vostro duo poteva chiamarsi anche Circo Antogalli o Circo Fumanetti?
Dario = Una lunga storia…

Vi abbiamo ammirato recentemente ad un evento dedicato a Syd Barrett ...
Dario = Siamo stati invitati dai curatori della webzine “Us and Them”, devoti pinkfloydiani, ad una due giorni chiamata “Unforgettable Diamond”. Abbiamo avuto il piacere di presentare alcuni brani di Barrett, rivisitati a modo nostro ed è stata un’emozione particolarmente intensa, data anche la location. L’evento si è tenuto sul palco del Teatro Comunale di Alessandria, recentemente bonificato dall’Eternit, che si presentava all’interno come una specie di cattedrale post-futurista (qualunque cosa voglia dire…). Dopo di noi si sono esibiti gli “Esseri Viventi” di Lodovico Ellena. E’ inoltre intervenuto Pete Darby, che ha letto una poesia dedicata al vecchio amico Syd e che ha rievocato i tempi in cui entrambi se ne andavano in giro in bicicletta per Cambridge.



Quando e come avete registrato il vostro cd? Come mai avete deciso di intitolarlo semplicemente Il debutto?
Giulia = Questo CD nasce dall’esigenza di registrare una scelta tra i brani con cui abbiamo iniziato a suonare insieme. L’abbiamo registrato nel corso di quest’anno presso lo ‘Ncore Studio di Lecco, con il fonico Marco Sirico. Il titolo è venuto fuori così, spontaneamente…d’altra parte si tratta del nostro debutto come Forma delle Nuvole!
Dario = Per quanto mi riguarda, dopo anni e anni di onorata carriera, giungo finalmente al Primo Vero Debutto! Vorrei aggiungere due parole sulla copertina, realizzata in cartoncino, che abbiamo progettato e realizzato in casa, utilizzando forbici, colla, pennarelli… senza l’ausilio del computer!

Quali azioni state percorrendo per promuoverlo?
Dario+Giulia = Innanzitutto ci avvaliamo del supporto di ben tre aiuti supremi!!! UdU Records , che ha apposto il suo sigillo accogliendoci nel catalogo delle sue produzioni e che ci ha messi in contatto con Govind Khurana, della New Model Label, il quale, con grande spirito di lungimiranza, ci ha proposto un contratto di edizioni sebbene solo due dei brani contenuti fossero liberi. Last, but not least, le edizioni Musicando, nella persona di Pino Maio, con cui già in precedenza era stato firmato un accordo per gli altri brani inclusi nel CD, ci assicurano il loro supporto promozionale. Da parte nostra cercheremo di incentivare la già discreta attività live proponendoci nei contesti più disparati. Stiamo inoltre progettando un nuovo sito web (www.laformadellenuvole.it) e ci stiamo preparando a curare meglio la nostra presenza su Facebook, Instagram e Youtube.

Dice il nostro Giancarlo Passarella che (pur non conoscendola), Giulia ha fatto bene ad unirsi ad un vulcano naive di creatività come Dario...
Giulia = Eh sì!!! Insieme abbiamo un sacco di idee, canzoni nuove e progetti che vorremmo realizzare. Oltre alla sua originalità e creatività, che mi hanno colpito fin dal primo ascolto de “L’estetica del cane” e che ora ho la fortuna di condividere da vicino, Dario ha inoltre molto più spirito pratico di me, nel lavoro musicale, ed è per me un’ottima guida…sto imparando davvero tante cose grazie alla sua esperienza e alla sua ampia conoscenza.
Dario = Più che altro sono io ad aver avuto la fortuna di incontrare una cantante così!

Quali risultati vi aspettate da un disco come il vostro?
Dario = Oltre a quello che dirà Giulia, io mi aspetto che ci possa servire da biglietto da visita e che ci permetta di proseguire nel nostro percorso dandoci la possibilità di suonare in giro, che è la cosa che più ci piace fare.
Giulia = Oltre a quello che ha detto Dario, la cosa che più mi emoziona è quando ai concerti accade che le persone ci ringrazino per averli rallegrati e per aver passato dei bei momenti in nostra compagnia… Spero che questo cd arrivi a chi desidera ascoltarlo e che trasmetta la stessa bellezza che abbiamo vissuto noi nel realizzarlo!

Condividi su Facebook




 Articolo letto 824 volte


Pagina stampabile