Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Mediaset conferma l'acquisizione del canale LCN 20 del digitale terrestre, ceduto da Retecapri
 

www.fanzine.net
 Interviste
•22/04 - Roberto Bottalico: sull’Hard Bop si appoggia il nostro stile
•18/04 - Lucrezio de Seta: non c’è sperimentazione senza tradizione
•13/04 - Fiorenza Calogero, voce ed anima mediterranea ambasciatrice della canzone partenopea nel mondo
(altre »)
 
 Recensioni
•26/04 - Lucid Dream: Otherworldly
•25/04 - L’Acid Jazz piu' attuale che mai con il ritorno di Francesco Gazzara
•24/04 - Teresa De Sio: anteprima di Teresa Canta Pino a Sulmona 22 aprile 2017
(altre »)
 
 Comunicati
•26/04 - Thegiornalisti, annunciate le prime date del tour estivo
•26/04 - Paramore, il 12 maggio esce After Laughter
•25/04 - Compleanno della Casa del Jazz il 30 aprile a Roma
(altre »)
 
 Rumours
•26/04 - Shania Twain, a settembre nuovo album dopo 15 anni
•26/04 - Omar Pedrini, in arrivo il nuovo album Come se non ci fosse un domani
•26/04 - Al Teatro Bolivar di Napoli il perccusautore Tony Cercola con lo spettacolo Tu, tu che mestiere fai?
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 05/03/2017 alle 12:59:37
Il Vuoto Elettrico - Traum (Minollo rec.)
di Silvio Mancinelli
“Traum” è il secondo lavoro del Vuoto Elettrico, band begamasca – bresciana che pubblica questo vero e proprio concept album indagatore del rapporto fra il tempo, la vita e la conoscenza di sé stessi, analizzati attraverso il trauma e il sogno.

“Traum” è il secondo lavoro del Vuoto Elettrico, band begamasca – bresciana che pubblica questo vero e proprio concept album indagatore del rapporto fra il tempo, la vita e la conoscenza di sé stessi, analizzati attraverso il trauma e il sogno (“traum” in tedesco) come chiavi di lettura rispettivamente del passato e del futuro.



Sarebbe logico quindi interpretare i testi del gruppo ma preferisco fermarmi all'aspetto musicale. Un suono in alcuni tratti sonico, perchè non può non far pensare ai Marlene del “Vile” con quel tipo di suono acido anche negli effetti della voce, con una preferenza del suono anni 90. In altri casi la musica è di sottofondo a canzoni recitate e meno cantante ed è lì che mi gustano di meno.


La particolarità è che la storia si svolge all'interno di una casa ed ogni canzone è una stanza della casa. La produzione artistica è affidata a Xavier Iriondo, che ha fatto del rumore nelle canzoni il suo marchio di fabbrica. Un lavoro di forte impatto ma di difficile diffusione in quanto non compiacente con il pubblico che preferisce, di solito, roba più facile. Coraggiosi.

La tracklist

1. In/Door
2. Corridio_41
3. Camera di specchi
4. Lame in soffitta
5. Un bagno di vita
6. Il giardino dei segreti
7. Sotto il tavolo in cucina
8. Un pitone in sala d'aspetto
9. Out/Door

 Articolo letto 302 volte


Pagina stampabile