Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Quel baffo ubriaco di Francesco Gabbani e l'humour inglese ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/05 - Il ricordo di VeneziA, da Sciacca, genio, sregolatezza e talento
•20/05 - Francesco Mascio: Jaggae e' una nuova unione tra jazz e reggae
•18/05 - Misuriamoci con un pubblico vero: con noi quel felino di Franz Campi
(altre »)
 
 Recensioni
•29/05 - Unorsominore - Una valle che brucia/ Analisi logica Ep (dinotte records)
•27/05 - Howe - Don't step on the snails (Lole Records / Believe Digital)
•24/05 - Flame Parade – A New Home (Materiali Sonori 99132) new folk rock, con Neil Young e Stephen Stills che si sono trasferiti nell'alto Valdarno
(altre »)
 
 Comunicati
•28/05 - Fabio Concato, nuovo album con il trio di Paolo Di Sabatino
•28/05 - Paola Turci, pronta per il tour estivo
•27/05 - IZI, dopo il primo posto dal 1 giugno in tour
(altre »)
 
 Rumours
•29/05 - The Beatles: Sgt. Pepper & Beyond al cinema dal 30 maggio al 1° giugno
•28/05 - Enrico Pieranunzi e la New Talents Jazz Orchestra il 28 maggio all'Auditorium di Roma
•28/05 - Claudio Lolli, il nuovo album è Il grande freddo
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 06/03/2017 alle 13:07:00
Vardan – Piercing Cold Distance (Bylec-Tum Productions) – Grida nere…
di Emanuele Gentile
L’underground – quello vero – è un pozzo senza fine… I Vardan ne sono un esempio.

L’underground – quello vero – è un pozzo senza fine… I Vardan ne sono un esempio.

E’ incredibile. Abito a trenta kilometri da Catania e non sapevo dell’esistenza di questo combo etneo dedito al Black Metal. Eppure come addetto ai lavori, si dice così, cerco sempre di tenermi al corrente su ciò che accade nelle vicinanze. Si vede che il “Mons Aetna” con la sua enorme mole ha celato alla mia vista questa band operante a un tiro di schioppo da casa mia. La musica è una scoperta senza fine. Per l’appunto.

I Vardan si formano nel 1997, ma è solo dopo sette anni che esordiscono. Con il demo-tape “Hidden in A Tomb”. Che è il titolo del loro album di esordio pubblicato tre anni dopo – 2007 – per conto della nota label tedesca Folter Records. Da quel momento in poi ci hanno invaso con una quantità impressionante di full-lenght album. Ben 17 dal 2012 in poi. Accidenti! Davvero prolifici i Vardan. A dimostrazione che quando la passione per la musica divampa non c’è modo di arrestarla. Va assecondata. Un punto e basta.

E’ del 2015 il loro ultimo album intitolato “Piercing Cold Distance” e pubblicato da un punto di riferimento imprescindibile per la vera scena Black Metal nazionale. Ossia la Bylec-Tum Productions. Qui non abbiamo a che fare con componenti darkeggianti o progressive del Black Metal. I Vardan suonano Black Metal classico. Quello che rifugge da ogni moda. Un Black Metal misognino e tetro. Nulla è concesso per aggraziare il sound. Siamo davvero in territorio di vero Black Metal come si suonava nella Norvegia infernale degli anni ottanta con Mayhem, Carpathian Forest e Darkthrone su tutti.

Ciò che mi è piaciuto nei Vardan è la loro indisponibilità ad essere trendy. Sono fedeli alla linea. E in un mondo di ipocriti o voltagabbana è un aspetto da rimarcare e puntualizzare. Basta con la musica sinonimodi “business”. Viva L’ETERNA FIAMMA MALEDETTA DEL BLACK METAL!

Tracks-list:

"Piercing Cold Distance";
"Trails of Nocturnal Woods";
"In Silence's Mysteries";
"Eternal Moonless Night".

Condividi su Facebook




 Articolo letto 410 volte


Pagina stampabile