Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La rivoluzione tecnica del digitale terrestre: manca poco, ma ... siamo pronti?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•17/02 - Fleshgore…dalla ex cortina di ferro con furore…
•12/02 - Angelus Rock infreddolito: Roberto Cacciapaglia inizia il tour russo e poi il 5 Marzo parte quello italiano da Firenze ..
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
(altre »)
 
 Recensioni
•17/02 - Enzo Beccia - Per chi viaggia leggero
•16/02 - Tu lo conosci Coez? Chiedi a Mattia Marzi!
•16/02 - Thrash Bombz Master of the Dead (Iron Shield Records) – Una bomba
(altre »)
 
 Comunicati
•16/02 - Il suono delle immagini al Teatro Arciliuto con Massimo Alviti e Alessandro Papotto
•16/02 - Ultimo ospite sabato 17 febbraio di Gulp Music (Rai Gulp)
•15/02 - Leonard Bernstein at 100, doppio appuntamento a Santa Cecilia per ricordare il compositore americano
(altre »)
 
 Rumours
•16/02 - Ed Sheeran, sabato 17 febbraio VH1 festeggia il suo 27° compleanno
•16/02 - Patty Pravo in...La cambio io la vita che tour 2018 con la Gaga Symphony Orchestra
•15/02 - Carmen Consoli & Friends, festa di musica il 1 giugno a Villa Bellini (Catania)
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 06/03/2017 alle 13:07:00
Vardan – Piercing Cold Distance (Bylec-Tum Productions) – Grida nere…
di Emanuele Gentile
L’underground – quello vero – è un pozzo senza fine… I Vardan ne sono un esempio.

L’underground – quello vero – è un pozzo senza fine… I Vardan ne sono un esempio.

E’ incredibile. Abito a trenta kilometri da Catania e non sapevo dell’esistenza di questo combo etneo dedito al Black Metal. Eppure come addetto ai lavori, si dice così, cerco sempre di tenermi al corrente su ciò che accade nelle vicinanze. Si vede che il “Mons Aetna” con la sua enorme mole ha celato alla mia vista questa band operante a un tiro di schioppo da casa mia. La musica è una scoperta senza fine. Per l’appunto.

I Vardan si formano nel 1997, ma è solo dopo sette anni che esordiscono. Con il demo-tape “Hidden in A Tomb”. Che è il titolo del loro album di esordio pubblicato tre anni dopo – 2007 – per conto della nota label tedesca Folter Records. Da quel momento in poi ci hanno invaso con una quantità impressionante di full-lenght album. Ben 17 dal 2012 in poi. Accidenti! Davvero prolifici i Vardan. A dimostrazione che quando la passione per la musica divampa non c’è modo di arrestarla. Va assecondata. Un punto e basta.

E’ del 2015 il loro ultimo album intitolato “Piercing Cold Distance” e pubblicato da un punto di riferimento imprescindibile per la vera scena Black Metal nazionale. Ossia la Bylec-Tum Productions. Qui non abbiamo a che fare con componenti darkeggianti o progressive del Black Metal. I Vardan suonano Black Metal classico. Quello che rifugge da ogni moda. Un Black Metal misognino e tetro. Nulla è concesso per aggraziare il sound. Siamo davvero in territorio di vero Black Metal come si suonava nella Norvegia infernale degli anni ottanta con Mayhem, Carpathian Forest e Darkthrone su tutti.

Ciò che mi è piaciuto nei Vardan è la loro indisponibilità ad essere trendy. Sono fedeli alla linea. E in un mondo di ipocriti o voltagabbana è un aspetto da rimarcare e puntualizzare. Basta con la musica sinonimodi “business”. Viva L’ETERNA FIAMMA MALEDETTA DEL BLACK METAL!

Tracks-list:

"Piercing Cold Distance";
"Trails of Nocturnal Woods";
"In Silence's Mysteries";
"Eternal Moonless Night".

Condividi su Facebook




 Articolo letto 648 volte


Pagina stampabile