Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Spotify quotato in borsa: a noi, cosa ci cambia?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•03/04 - Monnalisa: il sorriso del prog italiano
•31/03 - Marco Acquarelli, tra sperimentazione ritmica e ricerca sonora
•22/03 - Marygold: 25 anni di musica prog, passione, divertimento ed amicizia!
(altre »)
 
 Recensioni
•25/04 - Fuga sul pianeta rosso - Quadrosonar (Phonarchia dischi)
•24/04 - In-Side – Out-Side (Andromeda Relix) Potere alla melodia!!
•21/04 - I Traditori - Delicato (Libellula)
(altre »)
 
 Comunicati
•26/04 - Cristiano De Andrè porta in tour Storia di un impiegato
•25/04 - Lezioni di Rock... in jazz il 27 aprile a Roma dedicato a Stevie Wonder
•25/04 - Cory Henry & The Funk Apostles apre il 16 luglio Arena Derthona a Tortona
(altre »)
 
 Rumours
•26/04 - Vittorio De Scalzi torna con L'Attesa
•26/04 - Van Morrison, esce il disco con l'organista Joey DeFrancesco
•25/04 - Bella Ciao, il nuovo video delle Nuove Tribu' Zulu per il 25 aprile
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 27/03/2017 alle 18:59:30
Stefano Dentone e Antonio Ghezzani - I Pugilatori (Roots Rebels Records)
di Silvio Mancinelli
Forse hanno pensato ai Black Keys quando hanno cominciato a suonare i loro pezzi. Loro sono Stefano Dentone e Antonio Ghezzani che si presentano con il loro nuovo lavoro “I Pugilatori”.

Forse hanno pensato ai Black Keys quando hanno cominciato a suonare i loro pezzi. Loro sono Stefano Dentone e Antonio Ghezzani che si presentano con il loro nuovo lavoro “I Pugilatori”.


Ascoltate per esempio “Animale” con le sue vene rock blues provenienti da Akron. Il disco è poliglotta perchè le canzoni sono in italiano, inglese e francese, proprio a sancire l'internazionalità del lavoro.


Perchè il titolo “Pugilatori?” perchè “ogni giorno si sale sul ring della vita, per combattere un incontro con sé stessi, contro qualcun’altro o contro il destino… non importa quanti pugni si dovranno incassare o quanto si dovrà soffrire: la vera vittoria non si avrà colpendo sempre
più forte, ma si otterrà nel resistere e nel restare in piedi nonostante tutto”. Una differenza rispetto al primo disco sta che non ci sono solo chitarre e voci ma anche la sezione ritmica formata da Stefano Corona al basso e Andrea Spinetti alla batteria. E tutto questo indurisce il suono nella maniera giusta anche se se poi alle volte, sarà il cantato, ci si avvicina troppo allo stile Litfiba, mentre il meglio lo danno quando guardano al passato, ai padri del blues. Comunque buon disco!

La Tracklist

1. Amore Nostro
2. Inconcludente
3. Do You Feel Any Pain?
4. Animale
5. Set Them Free
6. Il Etait
7. Pugile
8. The Artist
9. Hangover
10. Mancini
11. Tomorrow
12. Il Buio
13. Find A Way
14. Rabbia
15. Fragile
16. BONUS TRACK - Back To Ro


Condividi su Facebook




 Articolo letto 606 volte


Pagina stampabile