Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
DVB-T2, il digitale terrestre di seconda generazione ed il rilascio della banda 700 entro il 2022
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Improvvisa scomparsa del bassista Angelo Nacca: ne parliamo con Stefano Ferro ..
•15/10 - Pierluigi De Luca, 30 anni di musica sulla strada dove camminare
•13/10 - Foscor, ombre catalane .. tra dark rock e metal ..
(altre »)
 
 Recensioni
•19/10 - Giuni Russo – Armstrong (GiuniRussoArte/Pirames, 2017)
•16/10 - Davide Viviani - L'Oreficeria
•15/10 - Procol Harum- Roma (Auditorium Parco della Musica) 9/10/2017
(altre »)
 
 Comunicati
•20/10 - Rkomi, nuove date per Io in Terra Tour
•20/10 - Rodrigo D’Erasmo firma la sua prima colonnna sonora per il cinema
•19/10 - Negramaro, nuovo tour negli Stadi nel 2018
(altre »)
 
 Rumours
•20/10 - Andrea Ramolo a Le Mura di Roma, ultima data del suo Nuda Italian Tour
•19/10 - Cristina D'Avena, ecco i big che duettano in Tutti cantano Cristina
•18/10 - Solitude 2.0 nuovo video e singolo per i Mantram
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 28/03/2017 alle 23:52:46
Monica Shannon: Ali
di Paolo Polidoro
Secondo disco di Monica Shannon, Ali, arriva dopo 9 anni dal suo esordio, un lavoro decisamente ricco di personalità e ispirazione

Secondo disco di Monica Shannon, Ali, arriva dopo 9 anni dal suo esordio, un lavoro decisamente ricco di personalità e ispirazione, ma soprattutto c’è forte la sensazione che stia provando a tracciare una strada cercando tra tante, sperando di trovare la sua personale.

Sono 9 tracce di cui due omaggi assolutamente lontani tra loro e decisamente fuori contesto per un disco che sinceramente un contesto tutto suo pare non averlo, se pensiamo che c’è l’omaggio a Sakamoto con “Forbidden colours” e poi una chiusura in cui trova spazio l’unico brano italiano “L’isola delle fate” scritto da Stefano Pulga direi che basta questo per capire che in mezzo non dovrebbe stupirci di trovare altro.

Un inglese in gran forma, spesso sono vincenti le tonalità del soft rock come nel singolo di lancio “Make me real”, altrettanto belli sono i colori digitali che la produzione ha voluto inserire in tutto il disco come la fantasiosa “Butterflies in the garden” dove sentiamo un suono di hang e poi c’è un’aria da gran club americano fatto di swing in “Something you should know” dove sinceramente ci avrei visto più forte tinte di soul da big band e invece la nostra cerca e trova soluzioni più pop, bello il sax che va quasi a citare il western di Sergio Leone.

Chi è e cosa canta Monica Shannon faccio difficoltà a definirlo con un disco assai vario di forme come questo “Ali”, che cambia di genere e di colore in ogni passaggio, mi arriva forte la carica emotiva e il benessere espressivo di questa cantautrice tutta italiana, ma è altrettanto importante e determinante il bisogno di oltrepassare i confini e lasciarsi tutto alle spalle, bello ma strano, sicuramente impegnativo.

Condividi su Facebook




 Articolo letto 623 volte


Pagina stampabile