Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Giugno e Luglio rock nell'Estate fiorentina 2017? Ma al Parco dell'Anconella...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•27/06 - Gerardo Di Lella, Discomusic, Maestro!
•20/06 - Grazie al caos ed alla sincronicita', intervistiamo Sara Boschetti e Sergio Trapasso: hanno pubblicato il libro Manda un Messaggio Quando Arrivi ..
•16/06 - Le riflessioni di Raffaella Daino in questa intervista (sul nuovo disco dei Pivirama), tra nuvole, sassi di vetro, torture, frontiere chiuse ..
(altre »)
 
 Recensioni
•28/06 - Denial – Different Ways (VRec./Audioglobe, 2017)
•25/06 - La seconda serata del festival Firenze Rocks esalta Eddie Vedder, guru con 50 mila fans
•23/06 - AManoLibera – Crescerai (TamTam Production) mano nella mano, padre e figlia.. del buon hard rock alessandrino contro i lupi cattivi
(altre »)
 
 Comunicati
•28/06 - Lodovica Comello chiude il 29 giugno i live di Rai Radio 2
•27/06 - Astimusica, tra poco si comincia
•25/06 - Arturo Stàlteri, in arrivo nuove performance
(altre »)
 
 Rumours
•27/06 - Apre il canale video di Fabrizio De Andre' su Vevo
•27/06 - Thom Yorke e Jonny Greenwood il 20 agosto allo Sferisterio di Macerata
•25/06 - Fabri Fibra pubblica l'inedito Luna
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 01/04/2017 alle 10:40:35
Ella Goda - Omonimo
di Silvio Mancinelli
Ella Goda è il nome che riunisce tre musicisti della scena bergamasca con diverse esperienze alle spalle ci presentano il loro album omonimo.

Ella Goda è il nome che riunisce tre musicisti della scena bergamasca con diverse esperienze alle spalle, attivi insieme dal 2015.

Le influenze degli Ella Goda provengono principalmente dal rock anglo-americano e dal cantautorato italiano, strizzando l'occhio a sonorità contemporanee con l'uso, seppur mai invasivo, di sintetizzatori ed ora ci presentano il loro album omonimo.

È praticamente un album perfetto, dieci canzoni che si muovono tra i Baustelle e gli Strokes con l'inserimento di tastiere in acuni casi. Già la canzone che apre il disco, cioè “La cura Schopenhauer” è perfetta per essere sparata in radio così come è, senza tanto parlare, come del resto “Solo il silenzio”. Innocua la ballata “Le attese bruciano”. Gli Ella Goda propongono quindi un lavoro privo di grandi difetti e con delle idee sonore serie. Sono da tenere d'occhio.

La tracklist

1. La cura Schopenhauer
2. La mia eredità
3. Qualcosa di astratto
4. Quattro anni
5. Uomo e cosa
6. Che cosa rischiamo?
7. Canzone apotropaica
8. Solo il silenzio
9. Le attese bruciano
10. Anni luce da te

 Articolo letto 435 volte


Pagina stampabile