Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Mediaset conferma l'acquisizione del canale LCN 20 del digitale terrestre, ceduto da Retecapri
 

www.fanzine.net
 Interviste
•22/04 - Roberto Bottalico: sull’Hard Bop si appoggia il nostro stile
•18/04 - Lucrezio de Seta: non c’è sperimentazione senza tradizione
•13/04 - Fiorenza Calogero, voce ed anima mediterranea ambasciatrice della canzone partenopea nel mondo
(altre »)
 
 Recensioni
•29/04 - Franco Micalizzi –Roma (Auditorium Parco della Musica) 28/04/2017
•27/04 - Ekat Bork - YesDYas (Ginkho edtions & rec sagl)
•26/04 - Lucid Dream: Otherworldly
(altre »)
 
 Comunicati
•29/04 - Al Piper Club una serata revival anni ’80 dedicata ad Amatrice
•29/04 - Il Vangelo di Giovanni, nuovo video per i Baustelle
•28/04 - Franco Mussida presenta Suono di Sole a Lugano
(altre »)
 
 Rumours
•30/04 - Ho perso il pelo: il singolo che annuncia il ritorno discografico de I Pennelli di Vermeer
•29/04 - Benedetta la Sicilia: ricordiamo Fausto Mesolella al Concerto del Primo Maggio
•28/04 - Il Meglio dello Zecchino d’Oro, in tre CD la storia dell'Antoniano
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 01/04/2017 alle 10:40:35
Ella Goda - Omonimo
di Silvio Mancinelli
Ella Goda è il nome che riunisce tre musicisti della scena bergamasca con diverse esperienze alle spalle ci presentano il loro album omonimo.

Ella Goda è il nome che riunisce tre musicisti della scena bergamasca con diverse esperienze alle spalle, attivi insieme dal 2015.

Le influenze degli Ella Goda provengono principalmente dal rock anglo-americano e dal cantautorato italiano, strizzando l'occhio a sonorità contemporanee con l'uso, seppur mai invasivo, di sintetizzatori ed ora ci presentano il loro album omonimo.

È praticamente un album perfetto, dieci canzoni che si muovono tra i Baustelle e gli Strokes con l'inserimento di tastiere in acuni casi. Già la canzone che apre il disco, cioè “La cura Schopenhauer” è perfetta per essere sparata in radio così come è, senza tanto parlare, come del resto “Solo il silenzio”. Innocua la ballata “Le attese bruciano”. Gli Ella Goda propongono quindi un lavoro privo di grandi difetti e con delle idee sonore serie. Sono da tenere d'occhio.

La tracklist

1. La cura Schopenhauer
2. La mia eredità
3. Qualcosa di astratto
4. Quattro anni
5. Uomo e cosa
6. Che cosa rischiamo?
7. Canzone apotropaica
8. Solo il silenzio
9. Le attese bruciano
10. Anni luce da te

 Articolo letto 308 volte


Pagina stampabile