Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Mediaset conferma l'acquisizione del canale LCN 20 del digitale terrestre, ceduto da Retecapri
 

www.fanzine.net
 Interviste
•22/04 - Roberto Bottalico: sull’Hard Bop si appoggia il nostro stile
•18/04 - Lucrezio de Seta: non c’è sperimentazione senza tradizione
•13/04 - Fiorenza Calogero, voce ed anima mediterranea ambasciatrice della canzone partenopea nel mondo
(altre »)
 
 Recensioni
•29/04 - Franco Micalizzi –Roma (Auditorium Parco della Musica) 28/04/2017
•27/04 - Ekat Bork - YesDYas (Ginkho edtions & rec sagl)
•26/04 - Lucid Dream: Otherworldly
(altre »)
 
 Comunicati
•29/04 - Al Piper Club una serata revival anni ’80 dedicata ad Amatrice
•29/04 - Il Vangelo di Giovanni, nuovo video per i Baustelle
•28/04 - Franco Mussida presenta Suono di Sole a Lugano
(altre »)
 
 Rumours
•30/04 - Ho perso il pelo: il singolo che annuncia il ritorno discografico de I Pennelli di Vermeer
•29/04 - Benedetta la Sicilia: ricordiamo Fausto Mesolella al Concerto del Primo Maggio
•28/04 - Il Meglio dello Zecchino d’Oro, in tre CD la storia dell'Antoniano
(altre »)
Interviste
Pubblicato il 04/04/2017 alle 20:43:08
Eliano Macioce, il vincitore de I Colori dell'Anima si racconta
di Manuela Ippolito
Si intitola Non farmi andar via il primo singolo del vocalist ciociaro Eliano Macioce, vincitore del contest "I colori dell'Anima" del 2016.

Si intitola Non farmi andar via il primo singolo del vocalist ciociaro Eliano Macioce, vincitore del contest "I colori dell'Anima" del 2016.

Una avventura cominciata da pochissimo quella del giovane artista originario di Alvito (Frosinone) che non è stata certamente priva di soddisfazioni e che ha portato anche alla produzione di un videoclip. Eliano in persona ci ha raccontato questi primi passi nel mondo della musica partendo proprio dall’esperienza del contest.

Cominciamo subito dalla tua partecipazione al concorso “I colori dell’anima”, che ti ha visto uscire vincitore. Ci vuoi raccontare come è stata questa esperienza e soprattutto le emozioni che ti ricordi?
"I colori dell'anima" è un concorso che si svolge tutti gli anni a Roma, diretto dall'ideatore Alex de Vito e che vede come ospiti e giuria alcuni tra importanti personaggi della televisione, musica e dello spettacolo. D'impatto appena arrivato l'emozione mi ha giocato brutti scherzi, anche se non lo davo a vedere. Era la prima volta che venivo giudicato da una giuria di grandi artisti! Tra paura e angoscia, con un sorriso sono salito sul palco e ho cercato di dare il massimo. Il risultato è piaciuto molto e sono molto contento di come è andata.

A sei mesi dalla vittoria del concorso, cosa è cambiato nella tua vita? Possiamo dire che ora la musica fa sempre più parte della tua vita?
Diciamo che sono sempre lo stesso, Ho sempre cantato, ricevendo complimenti e gratificazione. Mi è risultato strano, però, avere anche complimenti riguardo la canzone, che è piaciuta e continua a piacere a chi la ascolta più e più volte. Di questo ne sono estremamente felice. Adesso che ci penso, qualche persona mi ha anche chiesto l'autografo. Risulta ancora tutto strano per me. Per quanto riguarda la musica, invece, ha sempre fatto parte della mia vita e della persona che sono. Soggettivamente credo non esista nulla di più bello e artistico: spero un giorno non ne faccia solamente parte, ma che diventi la mia vita.

Raccontaci adesso il tuo percorso: quando ti sei avvicinato alla musica e soprattutto quando hai cominciato ad avere voglia di prendere il primo microfono in mano?
Sono nato in un piccolo paesino nel cuore della Ciociaria di nome Alvito. Una cittadina piena di artisti tra musicisti, attori, lirici, ballerini: semplicemente ho cercato la mia strada, dal teatro fino ad arrivare alla musica. Ho iniziato a cantare sotto la doccia, come tutti credo o in macchina con gli amici. Dopo i 20 anni mi sono avvicinato alle serate di karaoke. Nonostante la tensione prendo per la prima volta il microfono in mano e il risultato mi dicono che è piacevole: tanti complimenti e la gente che rimane a bocca aperta. Da qui la passione per il canto.

Quali sono invece i musicisti o cantanti che per te rappresentano un modello da seguire e che pensi abbiano contributo anche alla tua crescita?
Ho trascorso la mia infanzia ascoltando Alex Britti. Rimasi emozionato quando mio padre mi regalò il suo primo cd. Negli anni però ho avuto modo di scoprire un grande della voce italiana: Francesco Renga. Ragazzi che voce, ne ero innamorato! È stato proprio lui a segnarmi. Iniziai con le sue cover passando poi da Tiziano Ferro a Zucchero e altri artisti internazionali come Jamiroquai. Dopo tutte queste cover, trovare una mia impronta vocale oggi mi risulta davvero difficile.

Una domanda ora, per te che sei un esordiente di talento e con voglia di fare bene: quali sono le caratteristiche che secondo te deve avere un giovane musicista che si affaccia nel mondo della musica?
Comincio con il dire che non ho mai studiato canto, neanche una lezione. Tutto ciò che faccio è farina del mio sacco, anche se mi accorgo di peccare in alcune cose. Ma provvederò presto. Perciò la caratteristica è una è una sola: avere la musica nel cuore.

E invece parlando del futuro: quali sono i tuoi prossimi obiettivi o se preferisci i traguardi che vorresti raggiungere?
Difficile a dirsi, è appena iniziato perciò non ho ancora ben chiaro il punto. Se dovessi sperare vorrei puntare a palchi molto importanti, quello di SanRemo ad esempio. Per ora, però, continuerò a fare ciò che ho sempre fatto, canterò sperando di trasmettere qualcosa a chi mi ascolta.

Grazie mille allora, e in bocca al lupo per i tuoi prossimi passi.
Grazie a voi spero di darvi a breve nuove notizie!








 Articolo letto 895 volte


Pagina stampabile