Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•18/02 - Progetto Panico: Universo n.6
•18/02 - Earth to Ashes Earth to Ashes (autoproduzione) – Una bella rinconferma…
•17/02 - Giulio Casale - Inexorable (Vrec, 2019) Un grande ritorno!!
(altre »)
 
 Comunicati
•19/02 - Caba#Lo.Co & Cinici Sapori, rassegna di cabaret musicale al Circolo Arci di Osnago dal 23 Febbraio al 13 Aprile 2019
•18/02 - Jova Beach Party, attivato il tavolo tecnico tra Guardia Costiera e WWF
•18/02 - AIR - Artisti in Residenza il 18 febbraio all'Auditorium di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•19/02 - Tufello World Festival: il 22 Febbraio concerto di Ousmane Coulibaly
•18/02 - Mahmood vince anche il Festival della stampa e del media
•18/02 - La tribute band sui Nirvana piu' famosa negli States a Marzo in tour in Italia
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 07/07/2003 alle 18:48:59
Otto ‘p’ Notri e Mantraturbato : La Toscana si risveglia !
di Antonello Cresti
A distanza di pochi mesi due gruppi underground toscani partoriscono i rispettivi lavori discografici : una scossa invidiabile all’intero panorama nazionale.

Dopo i presunti fasti degli anni ’80 (che io non ho mai condiviso) la scena toscana ha messo tutti d’accordo mostrando con assoluta evidenza il proprio stato di coma vigile interrotto solamente da pochissime eccezioni (Andrea Chimenti e Marco Parente su tutti).
Per fortuna ci pensano adesso due ottimi gruppi a regalarci nuovi spunti di riflessione: si tratta degli Otto ‘p’ Notri (band in cui aveva militato proprio il succitato Marco Parente) e dei “debuttanti” Mantraturbato che affidano il loro esordio a Le Officine della Cultura,con il preziosissimo supporto di Materiali sonori,mai troppo lodata label nostrana,cui si deve anche la distribuzione in Italia dell’ultimo cd di David Sylvian “Blemish”.

“Senza Pelle” (ed. Stoutmusic) è il titolo del secondo album degli Otto ‘p’ Notri,un lavoro che mette l’accento su coordinate più comunicative rispetto al primo opus discografico,mantenendo comunque sempre forte un approccio personale e indefinibile alla materia sonora.
Dense di arrangiamenti colti e spericolati nella loro apparente semplicità,queste dodici canzoni,seppur godibilissime,possono spiazzare l’incauto ascoltatore per il loro approccio “sghembo” e per la varietà dei testi,il più delle volte ironici o contundenti.
Non mancano però amare riflessioni accompagnate da atmosfere postapocalittiche ,come nel caso della conclusiva “Cosa rimane”.
Si tratta di un ottimo lavoro da ascoltare tutto d’un fiato cogliendone però le molte sfumature e sfaccettature che lo rendono appetibile anche per gli ascoltatori più oltranzisti,tra i quali mi colloco.

I Mantraturbato,giovane formazione Aretina,stupiscono anche essi per il coraggio profuso in fase di arrangiamento:il loro art rock,debitore senza dubbio di molte delle esperienze più cerebrali della scena angloamericana,presenta interessanti intarsi elettroacustici in cui momenti di decostruzione elettronica si affiancano al calore del pianoforte e delle chitarre acustiche,colpisce soprattutto l’azzecato uso della tromba in molti brani. Notturni e raffinati,i Mantraturbato presentano anche essi testi rigorosamente in italiano,caratteristica che ci sentiamo di appoggiare in toto,pieni di ambientazioni desuete.Un buon debutto che ci auguriamo possa esser foriero di ulteriori sviluppi:i ragazzi ne hanno sicuramente le qualità.



 Articolo letto 3971 volte


Pagina stampabile