Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La rivoluzione tecnica del digitale terrestre: manca poco, ma ... siamo pronti?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•17/02 - Fleshgore…dalla ex cortina di ferro con furore…
•12/02 - Angelus Rock infreddolito: Roberto Cacciapaglia inizia il tour russo e poi il 5 Marzo parte quello italiano da Firenze ..
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
(altre »)
 
 Recensioni
•20/02 - Straight Hate Every Scum is a Straight Arrow (Deformeathing Production) – Polonia violenta
•19/02 - The Bankrobber – Missing (VRec) .. post punk vellutato, l'incontro con il pop e la new wave ..
•18/02 - Sage Live @ Tvornica (video) – Croatian Metal Assault
(altre »)
 
 Comunicati
•19/02 - Caravaggio - L'Anima e il Sangue al cinema il 19, 20 e 21 febbraio con la voce di Manuel Agnelli
•18/02 - Ilaria Cretaro, il nuovo singolo è Un attimo di luce
•16/02 - Il suono delle immagini al Teatro Arciliuto con Massimo Alviti e Alessandro Papotto
(altre »)
 
 Rumours
•16/02 - Ed Sheeran, sabato 17 febbraio VH1 festeggia il suo 27° compleanno
•16/02 - Patty Pravo in...La cambio io la vita che tour 2018 con la Gaga Symphony Orchestra
•15/02 - Carmen Consoli & Friends, festa di musica il 1 giugno a Villa Bellini (Catania)
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 18/04/2017 alle 18:17:01
Tiziano Mazzoni - Ferro e carbone (IRD)
di Silvio Mancinelli
Difficile non entrare nel banale quando si vogliono raccontare storie complesse utilizzando metri e suoni ben determinati nella storia del rock. L'esempio e' Ferro e carbone, il nuovo disco di Tiziano Mazzoni, vicino ai Counting Crows..

Difficile non entrare nel banale quando si vogliono raccontare storie complesse utilizzando metri e suoni ben determinati nella storia del rock. L'esempio e' Ferro e carbone, il nuovo disco di Tiziano Mazzoni, vicino ai Counting Crows..

È assai difficile non entrare nel banale quando si vogliono raccontare in musica storie complesse utilizzando metri e suoni ben determinati nella storia del rock. Prendete il nuovo disco (il terzo per l'esattezza) di Tiziano Mazzoni, che con le due dodici storie ci racconta alcune storie usando il folk blues.

Perchè dico banale? Perchè il folk ha detto molto nella storia ultradecennale, e quindi riproporlo così crudamente potrebbe sembrare uno scopiazzamento dei maestri del genere. Ed invece è un disco che, ispirandosi a personaggi e band come Bob Dylan o i Counting Crows, propone cose di un certo livello artistico. Siamo lontani da quello che fanno i cantautori attuali come Fabi o Vasco Brondi, qui la tradizione impera e la tradizione è quella fortemente americana.

E questo succede sia quando parla e canta del partigiano anarchico pistoiese “Silvano Fedi”, o del poeta-clochard Remo Cerini in “Rita e l’Angelo”sia quando ci racconta di una tragedia come quella di Sant’Anna di Stazzema in “Piombino”. È un disco senza sorprese, perchè sonicamente già sai cosa devi aspettarti da un disco del genere. Questo però non va a discapito della qualità dello stesso. I cantastorie come Mazzoni ci saranno sempre. Ed è giusto che sia così.

La tracklist

1. Sciogli il cane
2. Il velo
3. La lucciola e il bambino
4. Rita e l'angelo
5. E' una magia
6. Quattro barche
7. Qualuque nome dirai
8. Slvano Fredi
9. Piombino
10. Noi camminiamo
11. Verde torrente
12. Ancora da imparare


Condividi su Facebook



 Articolo letto 629 volte


Pagina stampabile