Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•11/11 - Radio Vudu’ - Zagor, Charlotte e Altre Avventure (Killer Dogz Music Factory KDMK007) punk rock milanese, scarno, storico ...tra i grandi laghi, il grande spirito con la scure …
•09/11 - Ivana Cecoli - Io non so se tu lo sai (San Luca Sound)
•08/11 - Isabelle Faust e Kristian Bezuidenhout... A tutto Bach - Roma (La Sapienza) 04/11/2017
(altre »)
 
 Comunicati
•20/11 - Milano Musik Week, iniziata la kermesse con musica e artisti
•20/11 - Jovanotti, Oh, vita! conquista le radio
•20/11 - Remo Anzovino parte in tour con Nocturne dal 20 novembre
(altre »)
 
 Rumours
•20/11 - Riki, tanti appuntamenti per il Mania Instore Tour
•17/11 - Negrita, il nuovo singolo è Adios Paranoia
•17/11 - Samuel di nuovo in tour con Il codice della bellezza
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 03/07/2017 alle 09:38:17
Giancarlo Di Muoio – (ep Pirames International) ...un fuoco musicale dove bruciare la gioia artistica
di Giancarlo Passarella
Mentre qualcuno gli dice di cambiare mestiere (..ma quello di musicista o quello nobile nella musicoterapia?), lui pubblica un disco con due brani conosciuti e due interessanti inediti.

Mentre qualcuno gli dice di cambiare mestiere (..ma quello di musicista o quello nobile nella musicoterapia?), lui pubblica un disco con due brani conosciuti e due interessanti inediti.

Diciamo che mi sarei aspettato un lavoro più completo .. un album vero e proprio.

Era l'occasione per affondare lo sguardo in un booklet di almeno 8 pagine e soffermarsi su un progetto grafico di buon lignaggio, anche pieno di notizie, credits, ringraziamenti .. ma capisco bene che in un regime di autoproduzione i costi vanno limati al massimo.

Eppure il mio omonimo ha tutte le carte in regola per realizzare un signor disco e farsi così giudicare in modo più completo: queste carte buone le ha sia da un punto di vista meramente artistico e compositivo, sia sul fronte delle public relations ed a buoni livelli. Basta analizzare i nomi che ringrazia...Fabius (ovvero Fabio Concato), Pasquale Sessa, Michele Muti, Luca Abete, Antonello Mondillo, Piercarlo Penta..

Ad aprire infatti l’ep c’è il brano Amico mio (duetto tra Giancarlo di Muoio e Fabio Concato) di cui vi ho già parlato in tempi non sospetti per la sua finalità umanitaria: si tratta di una canzone sull’amicizia, sul rapporto tra due persone che appartengono a mondi contrapposti, ma che magicamente si ritrovano sulla stessa sintonia d’onda. Anche il secondo brano lo conosciamo: si tratta di Verso casa mia, dove si parla del delicato tema dell’alcolismo giovanile e delle stragi del Sabato sera. Di questa canzone struggente è già uscito un singolo ed un videoclip, dove è presente Luca Abete, inviato del programma tv Striscia la notizia.

Con curiosità mi butto sui rimanenti due brani, quelli sino ad ora inediti. Divertente è Un gioco d’identità, parodia dei ruoli umani, dove la chitarra elettrica trascina sino a territori rock, senza inficiare la bontà del testo. Più intima e riflessiva è la concludente Cara felicità, dove traspare il carattere umano di Giancarlo, poeta che fortunatamente ha trovato nella musica la sua valvola di sfogo ed il mezzo per comunicare.

Nato nella bella Agropoli (Salerno), il mio omonimo è quasi prossimo al 36esimo compleanno, età questa in cui in campo artistico non si può più indugiare: se consideriamo che nel 2015 scrive e interpreta la canzone Il Sindaco pescatore (è la storia dell’assassinio del Sindaco di Pollica, inserito nella omonima fiction con Sergio Castellitto, prodotto dalla Rai), a maggior ragione dobbiamo ipotizzare che questo è il momento in cui si è aperta quella porta che consegna un minima di notorietà. Va sfruttato questo momento e non dobbiamo sentir sbattere questa porta per il troppo vento che gira per casa ...






 Articolo letto 676 volte


Pagina stampabile