Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•25/04 - JM - Uno (Jap rec), il rap che si fa cantautorato
•24/04 - Gran Bal Dub - Benvenguts a bord (Self) modernità e tradizione
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
(altre »)
 
 Comunicati
•26/04 - Valerio Scanu sabato 27 aprile a Gulp Music (Rai Gulp)
•24/04 - Viaggio in Italia, cantando le nostre radici con AdoRiza e Tosca
•23/04 - Piero Pelù a novembre in tour con i Bandidos
(altre »)
 
 Rumours
•24/04 - Resistenze Elettriche, torna Lo ZOO di Berlino con Patrizio Fariselli e Christiane F.
•23/04 - Vinicio Capossela on air Il povero Cristo
•23/04 - Emma Muscat e Biondo insieme in Avec Moi
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 04/08/2017 alle 11:14:48
The Offspring al Rock in Roma (2/8/2017)
di Lucia Salinas
Gli alfieri del punk rock californiano chiudono il Rock in Roma 2017 con classici travolgenti come Come Out And Play, Pretty Fly e Self Esteem.

Gli alfieri del punk rock californiano chiudono il Rock in Roma 2017 con classici travolgenti come Come Out And Play, Pretty Fly e Self Esteem.

Chiusura in grande stile per il Rock in Roma 2017 con uno dei principali gruppi punk, gli Offspring guidati da Dexter Holland, 51 anni e una laurea in biologia. Hanno venduto oltre 36 milioni di copie in 30 anni di gloriosa carriera. Nella Capitale vengo accompagnati da altre due ottime band, i Millencolin e i Pennywise che sparano una cover di "Stand By Me" a mille.

Alle 23 in punto salgono sul palco Holland e soci e si scatena il delirio sotto il palco malgrado il caldo torrido che non da tregua. In scaletta non posso mancare classici dal calibro di Come Out And Play(Keep’m Separated) e Original Prankester preceduta da un accenno di "Seven Nation Army" dei White Stripes.

La band sembra davvero in forma con la voce inconfondibile di Holland e la chitarra di Kevin "Noodles" Wasserman. In sequenza arrivano "Want You Bad", "Why don't You Get a Job" e il tormentone di Pretty Fly (For A White Guy) che era accompagnato da un simpatico video. A chiudere il primo set The Kids Arent Alright.

Nel bis arrivano America e Self Esteem a chiudere una serata di memorabile punk rock.





 Articolo letto 1239 volte


Pagina stampabile