Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•12/12 - Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
•10/12 - Luca Bretta - L'1%
•09/12 - Firenze Suona Downtown al Caffe' Letterario Le Murate: un castello incantato con King of The Opera e Verdiana Raw ..
(altre »)
 
 Comunicati
•13/12 - Musica Live: I Giovani X I Giovani, al via a Roma la rassegna con i conservatori italiani
•12/12 - Benji & Fede tornano con Buona fortuna
•11/12 - L'arte viva di Julian Schnabel al cinema il 12 e 13 dicembre con Laurie Anderson e Bono Vox
(altre »)
 
 Rumours
•12/12 - Jovanotti, Oh, Vita! è primo in classifica
•12/12 - Stabili le condizioni di Chris Rea dopo un collasso sul palco
•12/12 - 'E Guarattelle, l'album d'esordio dei partenopei Lab081
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 10/08/2017 alle 11:41:48
Rocco Aliano - Calvello 8 Agosto 2017 ... sara' un fiasco gucciniano..
di Giancarlo Passarella
Il poliedrico artista 60enne (conosciuto soprattutto per la sua vena pittorica metafisica), convince i numerosi presenti alla sua serata canora di tributo a quel mastodontico poeta che e' Francesco Guccini .

Il poliedrico artista 60enne (conosciuto soprattutto per la sua vena pittorica metafisica), convince i numerosi presenti alla sua serata canora di tributo a quel mastodontico poeta che e' Francesco Guccini ..

Ha suonato due ore in modo continuativo, spaziando tra il Francesco Guccini degli esordi (in sinergia con i Nomadi) a quello più intimo, maturo, propositivo, amante della letteratura: il pubblico ha gradito in modo evidente.

E' stato per me un piacere intervenire due volte al suo concerto, prima per raccontare il Guccini politico, panteista, impegnato socialmente .. e poi il Guccini che ho frequentato personalmente in alcune occasioni. Sono stati due intermezzi per permettere a Rocco Aliano di riprendere fiato, lui che in verità campa guidando i tram notturni a Milano e che in campo artistico era solo noto come pittore. Ed invece è emersa forte l'abilità canora, una memoria forte ed il 99% dei testi cantati ben impressi nelle sue sinapsi.

Il palco l'avevo allestito lui stesso (visto che è molto abile anche con seghetto e martello) ed aveva intitolato la serata con un laconico Sarà un fiasco .. sia per sottolineare il buon rapporto tra Guccini ed il nettare adorato da Bacco, sia per mettere le mani avanti. Ed invece tutto ha funzionato alla meraviglia, con una scaletta concepita in modo semplice, ma con l'unico obbligo dell'inizio e della conclusione... si inizia infatti con Canzone per una amica e si conclude con La locomotiva ..

In mezzo le struggenti Dio è morto, Auschwitz e soprattutto Canzone dei dodici mesi, brano tratto dal basilare e seminale Radici che è difficile da ricordare tutta. Ma Rocco Aliano ci ha meravigliato anche in questo, come se fosse un consumato chansonnier.. .O giorni, o mesi che andate sempre via, sempre simile a voi è questa vita mia.
Diverso tutti gli anni, ma tutti gli anni uguale,
la mano di tarocchi che non sai mai giocare, che non sai mai giocare…


Ma quando canta la frase con la forte definizione di Cristo la tigre, anche chi tra i presenti non ha mai voluto avvicinarsi a Guccini per pregiudizi politici, deve riconoscerne il valore poetico ecumenico. Merito indubbio di questo piccolo artista, ma solo per altezza: un plauso dunque a Rocco Aliano che ci ha regalato un momento di vera aggregazione sociale.






 Articolo letto 582 volte


Pagina stampabile