Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
DVB-T2, il digitale terrestre di seconda generazione ed il rilascio della banda 700 entro il 2022
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Improvvisa scomparsa del bassista Angelo Nacca: ne parliamo con Stefano Ferro ..
•15/10 - Pierluigi De Luca, 30 anni di musica sulla strada dove camminare
•13/10 - Foscor, ombre catalane .. tra dark rock e metal ..
(altre »)
 
 Recensioni
•19/10 - Giuni Russo – Armstrong (GiuniRussoArte/Pirames, 2017)
•16/10 - Davide Viviani - L'Oreficeria
•15/10 - Procol Harum- Roma (Auditorium Parco della Musica) 9/10/2017
(altre »)
 
 Comunicati
•20/10 - Rkomi, nuove date per Io in Terra Tour
•20/10 - Rodrigo D’Erasmo firma la sua prima colonnna sonora per il cinema
•19/10 - Negramaro, nuovo tour negli Stadi nel 2018
(altre »)
 
 Rumours
•20/10 - Andrea Ramolo a Le Mura di Roma, ultima data del suo Nuda Italian Tour
•19/10 - Cristina D'Avena, ecco i big che duettano in Tutti cantano Cristina
•18/10 - Solitude 2.0 nuovo video e singolo per i Mantram
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 10/08/2017 alle 17:24:17
Il flauto del rock compie 70 anni auguri a Ian Anderson
di Paolo Ansali
A spegnere le candeline oggi è Ian Anderson, il leader dei Jethro Tull che contribuì nel 1967, a soli 20 anni, a rivoluzionare il genere musicale e il progessive si arricchì delle contaminazioni folk e blues.

A spegnere le candeline oggi è Ian Anderson, il leader dei Jethro Tull che contribuì nel 1967, a soli 20 anni, a rivoluzionare il genere musicale e il progessive si arricchì delle contaminazioni folk e blues.

Anderson, che negli anni ha resistito all'avanzare del tempo e delle mode passeggere, non è soltanto un frontman e virtuoso del flauto. Le performance del menestrello rock, che suonava su una sola gamba, sono quelle di un animale da palco che mischiava adrenalina e atmosfere fiabesche.

E la sua Aqualung, pubblicata nel 71, è una pietra miliare indelebile nelle orecchie e nella testa di almeno due generazioni. Come cantava in modo autoironico Too Old to Rock 'n' Roll: Too Young to Die!








 Articolo letto 385 volte


Pagina stampabile