Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La rivoluzione tecnica del digitale terrestre: manca poco, ma ... siamo pronti?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•17/02 - Fleshgore…dalla ex cortina di ferro con furore…
•12/02 - Angelus Rock infreddolito: Roberto Cacciapaglia inizia il tour russo e poi il 5 Marzo parte quello italiano da Firenze ..
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
(altre »)
 
 Recensioni
•22/02 - Shahyid Legacy Gateways (autoproduzione) – Anche le Maldive suonano Heavy Metal!
•20/02 - Straight Hate Every Scum is a Straight Arrow (Deformeathing Production) – Polonia violenta
•19/02 - The Bankrobber – Missing (VRec) .. post punk vellutato, l'incontro con il pop e la new wave ..
(altre »)
 
 Comunicati
•23/02 - Slow Music progetta un nuovo mondo sonoro
•23/02 - Annalisa sabato 24 febbraio a Gulp Music (Rai Gulp)
•22/02 - I Caracas di Stefano Saletti e Valerio Corzani il 23 febbraio al Ketumbar di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•23/02 - Leftlovers, nuovo singolo Ilaria Graziano & Francesco Forni
•22/02 - Ossigeno con Manuel Agnelli su Rai 3 dal 22 febbraio
•22/02 - Matthew Lee e Patrizia Cirulli il 28 febbraio a Rock File Live!
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 02/09/2017 alle 15:56:57
Alberto Nemo - 6X0 Live (VOL.I) (Dimora records)
di Silvio Mancinelli
Ascoltare 6x0 live (Vol.I) di Alberto Nemo fa riflettere. Fa riflettere su cosa significa fare un disco oggi.

Ascoltare 6x0 live (Vol.I) di Alberto Nemo fa riflettere. Fa riflettere su cosa significa fare un disco oggi. Ne ho ascoltati tanti di dischi e molti si limitano al compitino facile, alcuni invece, in maniera furbesca, cercano la via del successo facile. Nemo invece va per la sua strada.

Sei canzoni (?) che non possono definirsi così, che cercano la via dell'arte e non del successo. D'altronde si viene chiamato artista per una cosa specifica e non perchè vendi copie a manetta di un'opera.

Semmai quest'ultima è una conseguenza e non sempre ci si riesce. Veniamo comunque al dettaglio del disco. È un album sperimentale dove la classica si contamina con il dark. È la visione musicale di un Trono di Spade, con il suono della sua voce che si espande all'interno di un qualunque castello fantastico. Ambientazioni gregoriane e sacre, che chiaramente vanno oltre il solito circuito musicale.

E qui sta l'arcano. È riuscito a produrre un'opera d'arte? Basta fare una cosa “strana” per essere artista? In generale non lo so ma in questo caso penso di si anche se il riscontro di pubblico sarà poco e niente. Il disco è un live nel quale lo accompagna alla viola Guido Frezzato e la sua voce è un qualcosa di unico nel panorama canoro maschile. Un'opera di impatto grandioso per un lavoro coraggioso.

La tracklist

1. Anthropomorphos
2. 13 Lucertole
3. In-Somnem
4. Se(m)mai
5. Vortici
6. Non posse non finire







 Articolo letto 853 volte


Pagina stampabile