Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Forse i vinili costeranno di meno ed avranno maggiore resa sonora
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/06 - BlindCat: heavy rock ed orgoglio sudista!!
•14/06 - The future is unwritten: intervista a Michele Anelli per il suo nuovo disco Divertente Importante ..
•29/05 - Le vibrazioni del legno sul palco ed i fiori con il codice a barre: l'intervista a Paola Rossato ...
(altre »)
 
 Recensioni
•19/06 - LeVacanze, "high" elettro pop per il duo beneventano Fuccio-Preziosa
•17/06 - Alberto Bettin & Gli Implacabili – L’impossibile l’imprevedibile (Guttember Music / Caligola Records) garbato pop jazz cantautorale per sbirciare sotto le pezze e … vedere il sedere!
•16/06 - Artura - Drone (New Model Label / Matteite) l'elettronica italiana che avanza
(altre »)
 
 Comunicati
•19/06 - Elena Ledda vince il Premio nazionale Città di Loano
•19/06 - Ilaria Cretaro, il nuovo singolo è Vertigine
•19/06 - Noyz Narcos si aggiunge al cast di Rock In Roma
(altre »)
 
 Rumours
•19/06 - A Flavio Giurato il Premio Giorgio Lo Cascio 2018
•19/06 - Roma Incontra il Mondo, sospesi alcuni concerti a Villa Ada
•18/06 - La Premiata Forneria Marconi pronta per il tour estivo 2018
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 12/09/2017 alle 09:23:23
Angelica Sauprel Scutti - Niagara Rendez-Vous (Point Of View, 2017)
di Gianni Della Cioppa
Dopo oltre dieci anni torna Angelica Sauprel Scutti, con un nuovo album che e' furore e poesia. Come dire: quando l'arte ti si conficca nelle carni.

Dopo oltre dieci anni torna Angelica Sauprel Scutti, con un nuovo album che e' furore e poesia. Come dire: quando l'arte ti si conficca nelle carni.

Dopo l’incredibile accoglienza dell’esordio ‘Pomeriggi similabissali’ del 2006, per la siciliana Angelica Sauprel Scutti; applaudita dal maestro Franco Battiato, come un autentico talento; sembrava avviato un percorso di luci ed applausi, pur nella consapevolezza di una proposta non lineare.

Poi la malattia, la bastarda sclerosi multipla, la paura, il buio, il silenzio. Ma anche il coraggio di non fermarsi e di rinascere. Prende forma così (con la malattia che si nasconde, ma non muore, ricordiamolo…), questo album, inizialmente come opera scritta per ensemble jazz in 22 scene e poi la riduzione a disco di settanta minuti, con 17 tracce. Tracce prive di filtri, che esaltano la vocalità audace di Angelica, esposta con un linguaggio asciutto e potente, che non lascia spazio ad interpretazioni: tutto nasce e prende forma come carni strappate.

Angelica, sorta di Giuni Russo e Nada all’unisono, sovrasta ora imperiosa ora leggiadra, temi suonati con furore e dolcezza. Se la volontà era di rendere adulta la forma canzone e il rock progressivo una canzone, la cosa riesce bene e ‘Niagara’ diventa un manifesto di un possibile modo nuovo di esprimersi.

Ci sono dischi scritti per il pubblico, altri scritti dal pubblico, altri come “Niagara Rendez-Vous” dalla vita.

Da ascoltare e riascoltare, per scoprirne ogni dettaglio musicale ed emotivo.






 Articolo letto 1366 volte


Pagina stampabile