Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•23/11 - Beppe Chierici – Nuovo Cantacronache 3 (Il Cenacolo di Ares IRM 1561) vivere fuori dal branco, frequentando il bassofondo ..
•11/11 - Radio Vudu’ - Zagor, Charlotte e Altre Avventure (Killer Dogz Music Factory KDMK007) punk rock milanese, scarno, storico ...tra i grandi laghi, il grande spirito con la scure …
•09/11 - Ivana Cecoli - Io non so se tu lo sai (San Luca Sound)
(altre »)
 
 Comunicati
•22/11 - Nicola Dragotto e Luciano Labrano inaugurano la nuova stagione Be Quiet al Bellini di Napoli
•21/11 - Paìno e Proietti er Cravattaro, opera romanesca di Maurizio Fortini, debutta al Teatro Greco di Roma
•20/11 - Milano Musik Week, iniziata la kermesse con musica e artisti
(altre »)
 
 Rumours
•22/11 - Diponibile il video di Come è profondo il mare di Lucio Dalla con Luca Carboni
•22/11 - Gianni De Berardinis presenta Priceless (il suo cd come cantautore..!) Martedi' 5 Dicembre a Milano
•21/11 - Mercoledi' 22 Novembre su Real Time (canale 31 del digitale terrestre free e in contemporanea su Radio Italia) il live di Francesco Gabbani
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 16/09/2017 alle 10:04:13
Pino Daniele - Il tempo resterà il 17 settembre su Rai 3
di Manuela Ippolito
Domenica 17 settembre, alle 20.30 su Rai3, andrà in onda in prima visione assoluta “Pino Daniele – Il Tempo Resterà”. Il docu-film, diretto da Giorgio Verdelli, attraverso immagini inedite, testimonianze di amici e artisti e tanta musica.

Domenica 17 settembre, alle 20.30 su Rai3, andrà in onda in prima visione assoluta “Pino Daniele – Il Tempo Resterà”. Il docu-film, diretto da Giorgio Verdelli, attraverso immagini inedite, testimonianze di amici e artisti e tanta musica, sarà l’occasione per quanti amano Pino Daniele di ritrovare le sue interpretazioni più celebri e seguire il suo percorso artistico dagli anni ’70 agli ultimi concerti.

E’ un ritratto inedito del musicista che mette in luce il rapporto intimo e profondo con la città di Napoli e la capacità anche di essere un artista apprezzato a livello internazionale; un ritratto che illustra la vita e gli incontri di un uomo unico, tra “appocundria”, musica e poesia: un nero a metà, un Masaniello, un uomo in blues capace di parlare un linguaggio aperto a tutti.

Le canzoni e le frasi di Pino Daniele sono il filo conduttore del film che, grazie all’attenta e paziente selezione dei materiali fatta da Giorgio Verdelli con il figlio del musicista, Alessandro Daniele, trova nel cantautore stesso la sua voce narrante, supportato da Claudio Amendola.

Un percorso emozionale in cui si intersecano immagini di repertorio, testimonianze e contributi: accanto a Joe Amoruso, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese, Rino Zurzolo (i musicisti della storica band di “Vaimò” con cui Pino Daniele si riunì nel 2008 ) troviamo tra gli altri personaggi come Renzo Arbore, Stefano Bollani, Ezio Bosso, Lorenzo Jovanotti Cherubini, Eric Clapton, Clementino, Roberto Colella, Gaetano Daniele, Enzo Decaro, Maurizio De Giovanni, Francesco De Gregori, Giorgia, Enzo Gragnaniello, Peppe Lanzetta, Maldestro, Fiorella Mannoia, Al di Meola, Phil Manzanera, Pat Metheny, Eros Ramazzotti, Massimo Ranieri, Ron, Vasco Rossi, Sandro Ruotolo, Giuliano Sangiorgi, Daniele Sanzone, Lina Sastri, Alessandro Siani, Corrado Sfogli, Massimo Troisi e Fausta Vetere.

“Pino Daniele - Il Tempo Resterà” è un vero e proprio viaggio - visto dai finestrini di un autobus (ribattezzato Vaimò, come il tour del 1981) - che attraversa i luoghi di Napoli di Pino Daniele, per raccontare la sua idea di musica in movimento perenne, come la società di quegli anni che lui ha interpretato con una cifra innovativa e inimitabile.

Il docu-film di Giorgio Verdelli è stato riconosciuto come film di interesse culturale nazionale e indicato come Progetto Speciale dal Mibact ed ha riscosso un grande successo in sala, ottenendo il secondo posto assoluto al box office nei tre giorni di programmazione.




 Articolo letto 522 volte


Pagina stampabile